I modelli F23 ed F24 per il pagamento delle imposte

Pagamento delle imposte » I modelli F23 ed F24

Pagamento delle imposte: come usare correttamente i modelli F23 ed F24. Ad oggi, è possibile dire che la maggior parte dei contribuenti usano il Modello F23 ed F24 per il pagamento di Tasse e Tributi. Ma, in sostanza, qual è la differenza tra i due modelli di versamento redatti [ ... leggi tutto » ]

Il modello F23

Il modello F23 deve essere utilizzato per il versamento di imposte, tasse e sanzioni. In particolare, il modello va utilizzato per il pagamento di: imposta di registro, ipotecaria e catastale (per esempio, compravendita d’immobili) imposta sulle successioni e donazioni sanzioni inflitte da autorità giudiziarie e amministrative (per esempio, diritti [ ... leggi tutto » ]

Il modello F24

Il modello F24 deve essere utilizzato da tutti i contribuenti, titolari e non titolari di partita Iva, per il versamento di tributi, contributi e premi. Il modello è definito unificato perché permette al contribuente di effettuare con un’unica operazione il pagamento delle somme dovute, compensando il versamento con eventuali [ ... leggi tutto » ]

Errori da evitare

Gli errori che più frequentemente si commettono nella compilazione dei modelli di versamento consistono nell'errata indicazione del: codice tributo periodo di riferimento codice fiscale. Se commessi esclusivamente all'interno delle sezioni Erario e Regioni - Enti locali, questi errori possono essere corretti, poiché non incidono sul pagamento del debito tributario [ ... leggi tutto » ]

Omessa presentazione del modello F24 con saldo a zero

Per regolarizzare questa violazione è necessario: presentare il modello F24 versare una sanzione ridotta, pari a: 6 euro (1/8 di 51 euro), se il ritardo non è superiore a 5 giorni lavorativi 19 euro (1/8 di 154 euro), se il modello è presentato entro un anno. Nel caso in [ ... leggi tutto » ]

Omesso o parziale pagamento dei tributi

L’omesso o insufficiente pagamento dei tributi può essere regolarizzato eseguendo spontaneamente il versamento dell'importo dovuto, degli interessi (calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito) e della sanzione ridotta. La sanzione del 30% viene così [ ... leggi tutto » ]

Versamenti telematici

I versamenti telematici si considerano effettuati solo nel caso in cui il saldo da pagare sia stato addebitato sul conto corrente bancario o postale indicato nel file trasmesso. Questo avviene se, alla data di esecuzione del versamento: il conto risulta aperto presenta disponibilità finanziarie sufficienti per addebitare l'intero saldo [ ... leggi tutto » ]