Ancora una sentenza di cassazione che conferma la validità della notifica diretta (raccomandata ar) della cartella esattoriale

La Corte di Cassazione sancisce, ancora una volta, la legittimità della notifica diretta della cartella esattoriale mediante invio al destinatario di raccomandata con ricevuta di ritorno. Non sussiste alcun obbligo ulteriore per Equitalia, secondo i giudici di piazza Cavour. L'unico adempimento richiesto è quello di far firmare l'avviso di ricevimento e il registro di consegna della raccomandata al soggetto legittimato a riceverla. Non solo. La Suprema Corte sottolinea anche che, qualora nell'avviso non siano indicate le generalità del consegnatario o la firma di quest’ultimo risulti illeggibile, la notifica della cartella esattoriale deve ritenersi correttamente perfezionata. D’altra parte, fanno notare i giudici di legittimità, nessuna norma impone l'indicazione dei dati anagrafici in tale avviso e, peraltro, l'accertamento della relazione tra il soggetto cui l'atto è destinato e chi materialmente lo accetta è una competenza del solo servizio postale. La pronuncia appena riportata si aggiunge ad altre sentenze della Suprema Corte che smentiscono una copiosa giurisprudenza di merito di tutt'altro avviso e quanti sperano di individuare in formalismi e in bizantinismi da leguleio, e non nella sostanza, un cavillo per invalidare pretese sacrosante.

12 aprile 2012 · Giorgio Valli

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo la cortesia di voler contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità o per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ancora una sentenza di cassazione che conferma la validità della notifica diretta (raccomandata ar) della cartella esattoriale. Clicca qui.

Stai leggendo Ancora una sentenza di cassazione che conferma la validità della notifica diretta (raccomandata ar) della cartella esattoriale Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 12 aprile 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 4 marzo 2017 Classificato nella categoria notifica atti tributari e contributivi Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

1 2 3 4

cerca