Cosa bisogna fare per ottenere la dichiarazione sostitutiva unica DSU/ISEE  dal CAF

L'attestazione ISE/ISEE viene rilasciata GRATUITAMENTE dal Caf dopo aver provveduto a redigere, sulla base della documentazione esibita e di quanto dichiarato dal cittadino, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) che viene sottoscritta dall'interessato.

Elaborati i dati esposti nella dichiarazione, il Caf  rilascia l'attestazione, valida per tutti i componenti del nucleo familiare e che dovrà essere consegnata all'ente o amministrazione che concede il beneficio o la prestazione richiesta dal cittadino.

Tutti i dati sono conservati nell'Archivio Nazionale ISE gestito dall'INPS e resi disponibili agli Enti ed Amministrazioni per eventuali controlli ed accertamenti che possono essere eseguiti tramite la Guardia di Finanza.

Dati e documenti necessari per richiedere la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) relativa all'ISE/ISEE

Il Cittadino deve esibire al Caf un documento di identità non scaduto o la carta di soggiorno.

Gli altri dati devono essere o documentati o autocertificati dal cittadino.Il cittadino si assume comunque ogni responsabilità civile e penale di quanto dichiarato o autocertificato al Caf.

  • Composizione del nucleo familiare, dati anagrafici e codici fiscali dei componenti;
  • Sigla ASL di appartenenza;
  • Ultima dichiarazione dei redditi presentata (Mod. 730, UNICO) oppure, se non tenuto alla presentazione della dichiarazione dei redditi, l'ultimo Mod. CUD dei componenti del nucleo familiare;
  • Redditi dei terreni posseduti;
  • Rendita catastale dei fabbricati posseduti;
  • Ammontare del capitale residuo dei mutui in essere;
  • Importo dell'affitto pagato per la casa di abitazione principale ed estremi di registrazione del contratto di locazione;
  • Redditi mobiliari posseduti o saldo bancario/postale - conto corrente o libretto di risparmio - con codice CAB e ABI della Banca o della Posta o ammontare capitale investito in BOT, azioni o altri titoli o fondi di investimento o ammontare premi assicurativi.

Per porre una domanda su ISEE, su come determinare il proprio nucleo familiare, sulle misure di sostegno al reddito - nonchè su tutti gli argomenti correlati a questo articolo, accedi al forum.

Per ulteriori approfondimenti su ISEE, su come determinare il proprio nucleo familiare, sulle misure di sostegno al reddito, consulta questa sezione.

18 giugno 2013 · Marzia Ciunfrini

Richiedi assistenza gratuita sugli argomenti trattati nell'articolo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su cosa bisogna fare per ottenere la dichiarazione sostitutiva unica dsu/isee  dal caf.

Commenti e domande dei lettori

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima autenticarti cliccando qui. Potrai anche utilizzare le icone posizionate in basso nel pannello di registrazione, che ti consentiranno l'accesso diretto con un account Facebook, Google+ o Twitter.

  • Andrea Eduardo Gallo 19 ottobre 2015 at 18:43

    Salve sono uno studente iscritto alla sapienza da tre anni e nel 2012, quando feci l'iscrizione al primo anno di università ho fatto il cambio di residenza "staccando" me e mio fratello dal nucleo familiare comprendente anche i miei genitori. Facendo cosi l'isee calcolato e venuto fuori 0 e quindi l'ho inserito per il pagamento delle tasse universitarie. Ora però a distanza di due anni la sapienza mi ha inviato una raccomandato dicendomi di aver dichiarato il falso in quanto anche essendo un nucleo familiare a parte il mio isee effettivo e quindi da inserire per le tasse sarebbe dovuto essere quello dei miei genitori. Ciò ha comprtato una sanzione di circa 3000 euro perciò la domanda che vi pongo è se devo pagare la somma oppure può essere utile chiedere l'intervento di un avvocato?

    • Annapaola Ferri 19 ottobre 2015 at 20:11

      Conviene pagare la sanzione. Ai fini ISEEU (ISEE per l'università) lo studente fa sempre parte dello stesso nucleo familiare dei propri genitori a meno che non ricorrano particolari condizioni (fra queste lo studente deve percepire un reddito ai fini IRPEF superiore ad una certa soglia).

    1 184 185 186