indebitati.it – la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Un debito è un debito, è un fatto, un numero, una conseguenza di circostanze. Un debito non è nè bello, nè brutto, è misurabile, è circoscrivibile, è aggirabile. Talvolta un debito aiuta, talvolta è un nemico, ma si puó sempre affrontarlo, sconfiggerlo, o venirci a patti. Un debito non è alla fine cosí terribile se si conoscono le regole del gioco, un po’ come il diavolo, che è meno brutto se si ha la forza e il coraggio di guardarlo negli occhi. Terribile invece è vedere una società fondata sui consumi, che marginalizza chi non riesce a starle al passo. Terribile è vedere tanta gente che di fronte all’indebitamento ed ai problemi contingenti, si perde d’animo e non riesce più a pensare al domani. E’ per costoro che nasce questa comunità, perché nell’oscurità, piuttosto che disperarsi, è sempre meglio accendere una candela. (Antonio Iuri Donati)

Forum Visualizza le ultime discussioni

E' sanzionabile il proprietario del veicolo che non comunica i dati del conducente responsabile di infrazione al Codice della strada

22 novembre 2014 - di Giuseppe Pennuto

Il proprietario di un veicolo, essendo responsabile della circolazione dello stesso nei confronti della Pubblica Amministrazione o dei terzi, è tenuto sempre a conoscere l’identità dei soggetti ai quali affida la conduzione e, di conseguenza, a comunicare tale identità all'autorità amministrativa che gliene faccia legittima richiesta, al fine di contestare, in modalità differita, un’infrazione amministrativa.  Si tratta di uno specifico dovere di collaborazione, la cui inosservanza e’ sanzionata dal Codice della strada.  Nè il proprietario del veicolo può sottrarsi legittimamente [ leggi tutto » ]

Agevolazioni prima casa - Le condizioni di salute dell'acquirente possono non costituire causa di forza maggiore per il mancato trasferimento della residenza

22 novembre 2014 - di Giorgio Valli

La fruizione dell’agevolazione fiscale connessa all'acquisto della prima casa postula che l’acquirente abbia la residenza (o presti attività lavorativa) nel comune in cui e’ ubicato l’immobile ovvero che si impegni, all'atto d’acquisto, a stabilirla in detto comune entro il termine di diciotto mesi.  La realizzazione dell’impegno di trasferire la residenza rappresenta, dunque, un elemento essenziale per il conseguimento del beneficio richiesto e provvisoriamente concesso dalla legge al momento della registrazione dell’atto e costituisce un vero e proprio obbligo del contribuente [ leggi tutto » ]

IRAP - Il contribuente deve dimostrare l'assenza dei requisiti che determinano l'assoggettamento all'imposta

22 novembre 2014 - di Giorgio Valli

Presupposto per l’applicazione dell’Imposta Regionale sulle Attività Produttive (IRAP) è l’esercizio abituale di un’attività autonomamente organizzata, finalizzata alla produzione o allo scambio di beni ovvero alla prestazione di servizi, che ricorre qualora il contribuente sia il responsabile dell'organizzazione ed impieghi beni strumentali, eccedenti per quantità o valore, il minimo generalmente ritenuto indispensabile per l’esercizio della professione, oppure si avvalga in modo non occasionale di lavoro altrui.  L’esistenza di un’autonoma organizzazione non deve essere intesa [ leggi tutto » ]

Il costo di un parere legale (nemmeno scritto) per l'esame di un atto di citazione? Solo 728 euro, tutto compreso

22 novembre 2014 - di Simone di Saintjust

Il professionista a cui viene sottoposto un atto di citazione per un parere, ha diritto al pagamento della parcella (728 euro) per avere comunque impegnato il proprio tempo e le proprie competenze professionali.  E' quanto hanno stabilito, nero su bianco, i giudici di legittimità nella sentenza numero 22737/14.  La domanda che sorge spontanea, e la cui temuta risposta ci incute terrore, è quanto sarebbe costato al cliente il conferimento di un incarico professionale.  [ leggi tutto » ]

Ricorso al verbale di multa elevato da un ausiliare del traffico per circolazione in corsia riservata ai mezzi pubblici

22 novembre 2014 - di Giuseppe Pennuto

Gli ausiliari del traffico sono legittimati ad accertare e contestare le violazioni al codice della strada solo se queste ultime concernano le disposizioni in materia di sosta, ma non sono abilitati a rilevare infrazioni inerenti a condotte diverse, come quelle attinenti alla circolazione in corsie riservate ai mezzi pubblici, le quali possono essere contestate, oltre che dalla polizia municipale, anche dal personale ispettivo delle aziende di trasporto pubblico.  Ne consegue che, proprio perché la legittimazione degli ausiliari del traffico e quella del personale ispettivo delle aziende di [ leggi tutto » ]

Accertamento fiscale - Per presunzione legale i versamenti in conto corrente sono sempre redditi, compensi o ricavi

22 novembre 2014 - di Giorgio Valli

Gli uffici delle imposte possono invitare i contribuenti, indicandone il motivo, a comparire di persona o per mezzo di rappresentanti per fornire dati e notizie rilevanti ai fini dell’accertamento nei loro confronti, anche relativamente ai rapporti ed alle operazioni in conto corrente la cui documentazione sia stata già acquisita agli atti.  I singoli dati ed elementi risultanti dai conti correnti del contribuente sono posti a base delle rettifiche e degli accertamenti fiscali se egli non dimostra che ne ha tenuto conto per la determinazione del reddito soggetto ad imposta o che non hanno [ leggi tutto » ]

Sono riconducibili ai bisogni familiari anche le spese legali sostenute dal condominio per ottenere il pagamento delle quote relative ai beni immobili conferiti ad un fondo patrimoniale

22 novembre 2014 - di Annapaola Ferri

Così come ineriscono all'attivita’ di gestione e di amministrazione del fondo patrimoniale gli oneri condominiali riguardanti i beni che ne fanno parte, assumono la medesima natura le spese che il Condominio abbia dovuto sopportare per ottenere il pagamento di questi oneri e che i titolari del bene costituito in fondo debbono rimborsare in quanto soccombenti nei relativi giudizi.  Infatti, in tema di fondo patrimoniale, il criterio identificativo dei crediti il cui soddisfacimento può essere realizzato in via esecutiva sui beni conferiti nel fondo va ricercato nella relazione esistente tra [ leggi tutto » ]

Usucapione del bene in comunione ereditaria

22 novembre 2014 - di Piero Ciottoli

Per quanto attiene il possesso di un bene insieme ad altri soggetti, il godimento esclusivo della cosa comune da parte di uno dei possessori non è, di per sé, idoneo a far ritenere lo stato di fatto cosi determinatosi funzionale all'esercizio del diritto di usucapione.  La circostanza venutasi a creare, infatti, può essere conseguenza di un atteggiamento di mera tolleranza da parte degli altri soggetti, risultando necessario, a fini della usucapione, la manifestazione del dominio esclusivo sulla cosa comune da parte dell’interessato attraverso un’attività durevole, apertamente contrastante [ leggi tutto » ]

Legittima la rinuncia unilaterale del condomino all'uso dell'impianto di riscaldamento centralizzato

22 novembre 2014 - di Genny Manfredi

E' legittima la rinuncia di un condomino all’uso dell’impianto di riscaldamento centralizzato anche senza necessità di autorizzazione o approvazione da parte degli altri condomini, purché l’impianto non ne sia pregiudicato, con il conseguente esonero dallobbligo di sostenere le spese per l’uso del servizio centralizzato e l’obbligo di pagare solo le spese di conservazione, principio informatore che prevale anche sul regolamento condominiale.  L’operatività della rinuncia, quale atto abdicativo unilaterale, è limitata dal divieto di sottrarsi all'obbligo di concorrere alle spese [ leggi tutto » ]

Le clausole vessatorie previste in un contratto devono avere collocazione autonoma e separata rispetto alla altre

22 novembre 2014 - di Chiara Nicolai

La specifica approvazione per iscritto delle clausole vessatorie deve essere separata ed autonoma rispetto a quella delle altre, perché solo in questo modo viene adeguatamente richiamata l’attenzione del contraente debole.  Il richiamo in blocco di tutte le condizioni generali di contratto o di gran parte di esse, comprese quelle prive di carattere vessatorio, e la sottoscrizione indiscriminata delle stesse, sia pure apposta sotto la loro elencazione secondo il numero d’ordine, non determina la validità ed efficacia di quelle onerose, non potendosi ritenere che in tal caso sia garantita [ leggi tutto » ]

Compensare debiti contributivi con false indennità corrisposte al lavoratore configura il reato di truffa

22 novembre 2014 - di Giorgio Valli

Integra il delitto di truffa la condotta del datore di lavoro che, per mezzo dell’artificio costituito dalla fittizia esposizione di somme dichiarate come corrisposte al lavoratore, induce in errore l'INPS sul diritto al conguaglio di dette somme, invero mai corrisposte, realizzando cosi’ un ingiusto profitto e non già una semplice evasione contributiva.  Ne deriva che quando il datore di lavoro non si limiti ad esporre dati e notizie false in sede di denunce obbligatorie, ma dichiari falsamente di avere corrisposto ad un lavoratore dipendente un’indennità di disoccupazione, di maternità, [ leggi tutto » ]

La pensione è impignorabile fino a quando la legge fisserà l'importo minimo vitale? No rispondono i giudici

21 novembre 2014 - di Ornella De Bellis

Stabilire un importo minimo impignorabile della pensione (minimo vitale) risponde a criteri di ragionevolezza che, da un lato, mirano ad assicurare in ogni caso al pensionato (anche con sacrificio delle ragioni di terzi) mezzi adeguati alle sue esigenze di vita e, dall'altro, sono finalizzati a non imporre ai terzi, oltre il ragionevole limite appena indicato, un sacrificio dei loro crediti negando all'intera pensione la qualità di bene sul quale possano soddisfarsi.  Queste ed altre considerazioni hanno condotto la Consulta ad affermare (fatta eccezione per i crediti qualificati, per crediti, [ leggi tutto » ]

Spese di giustizia - Requisiti per ottenere la remissione del debito

21 novembre 2014 - di Chiara Nicolai

La legge subordina la rimessione del debito per le spese del procedimento, nei confronti del soggetto già detenuto, alla verifica di due condizioni consistenti nelle disagiate condizioni economiche e nella regolare condotta tenuta nel periodo di carcerazione.  Ora, il requisito delle disagiate condizioni economiche è da ritenersi integrato non solo quando il soggetto si trovi in stato di indigenza ma anche quando l’adempimento del debito, per la sua obiettiva entità, comporti un serio e considerevole squilibrio del bilancio domestico, tale da precludere il soddisfacimento di elementari esigenze [ leggi tutto » ]

Bene concesso in comodato - Quando il comodante può richiederne la restituzione

21 novembre 2014 - di Rosaria Proietti

Il bene concesso in comodato d'uso deve essere restituito non appena il comodante lo richieda, a meno che: non stato pattuito espressamente un termine di durata; il termine di durata del comodato risulti dall'uso cui la cosa è destinata.  La norma prevede dunque tre ipotesi: quella in cui al comodato non sia fissato alcun termine; quella in cui sia fissato un termine esplicito, e quella in cui sia fissato un termine implicito.  Il termine di durata risultante "dall'uso cui la cosa è destinata" è un termine implicito.  In quanto implicito può non essere previsto espressamente, ma [ leggi tutto » ]

Sinistro stradale con morte del conducente » Guida spericolata? Nessun risarcimento danni

21 novembre 2014 - di Giuseppe Pennuto

Sinistro stradale a causa di velocità eccessiva e inadeguata al contesto: motociclista colpevole per il drammatico incidente.  Non sussiste alcun risarcimento danni.  Alla persona deceduta in un sinistro stradale, vista la cattiva condotta tenuta alla guida, è addebitabile l’incidente che gli è costato, purtroppo, la vita.  Ciò rende inutile la richiesta di risarcimento dei danni avanzata dai suoi familiari nei confronti del Comune, della compagnia assicurativa, e del conducente dell'altro veicolo coinvolto.  Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza [ leggi tutto » ]

Pari opportunità per l'uomo - Va risarcito se le lesioni subite gli impediscono di svolgere il lavoro domestico

21 novembre 2014 - di Carla Benvenuto

Il lavoro domestico è una utilità suscettibile di valutazione economica, e la perduta possibilità di svolgerlo costituisce un danno risarcibile.  E, non si può affermare (come hanno fatto i giudici territoriali) che non rientra nell'ordine naturale delle cose che il lavoro domestico venga svolto da un uomo.  Una tale motivazione, infatti, risulterebbe illogica per almeno tre motivi.  La prima ragione di illogicità è che (a prescindere da qualsiasi considerazione circa l’esistenza o meno d’un ordine “naturale” delle cose) non è certo madre natura a stabilire i criteri di riparto [ leggi tutto » ]

Sinistro stradale » Scontro tra veicoli? Non è colpa esclusivamente di chi non ha rispettato l'obbligo di precedenza

21 novembre 2014 - di Giuseppe Pennuto

Nella fattispecie di un sinistro stradale con scontro tra due veicoli, per la valutazione della colpa, non importa che uno dei due automobilisti non abbia rispettato l'obbligo di precedenza: va verificata anche la condotta dell'altro conducente.  Nel caso di scontro tra veicoli, l’accertamento della intervenuta violazione, da parte di uno dei conducenti, dell’obbligo di dare la precedenza, non dispensa il giudice dal verificare il comportamento dell’altro, onde stabilire se quest’ultimo abbia a sua volta violato o meno le norme sulla circolazione stradale ed i normali precetti di prudenza, [ leggi tutto » ]

Accertamento fiscale » E' legittimo se viene dichiarato dal contribuente un reddito inferiore alla soglia di povertà ISTAT

21 novembre 2014 - di Paolo Rastelli

L'imprenditore dichiara un reddito inferiore alla soglia di povertà stabilita dall'Istat (Istituto Nazionale di Statistica)? L'accertamento fiscale è alle porte.  E' legittimo l'accertamento induttivo dell'imprenditore qualora lo stesso dichiari un reddito inferiore alla soglia ISTAT di povertà.  Da quanto si apprende dalla pronuncia in esame, è indice di una situazione commerciale anomala, la circostanza che un imprenditore dichiari un reddito di inferiore alla soglia di povertà individuata dall’ISTAT.  Tanto anomala da legittimare, di per sé, l'accertamento fiscale induttivo di maggiori [ leggi tutto » ]

Pignoramento della pensione » E' rimesso al giudice il compito di valutare quale sia l'entità della stessa necessaria per assicurare le esigenze di vita

21 novembre 2014 - di Andrea Ricciardi

Entro quale limite può essere disposto il pignoramento per una pensione? La sussistenza o l'entità della parte di pensione necessaria per assicurare al pensionato mezzi adeguati alle sue esigenze di vita, e come tale legittimamente assoggettabile al regime di impignorabilità, con le sole eccezioni, tassativamente, indicate, di crediti qualificati, è rimessa, in difetto di interventi del legislatore al riguardo, alla valutazione in fatto del giudice dell'esecuzione.  Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 24536/14.  Da quanto emerge dalla suddetta pronuncia, [ leggi tutto » ]

Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE per l'accesso a prestazioni erogate in ambito residenziale (RSA, RSSA, e residenze protette)

21 novembre 2014 - di Annapaola Ferri

Per la richiesta di prestazioni erogate in ambito residenziale a ciclo continuativo (ad esempio, ricovero presso residenze socio-assistenziali – RSSA, RSA, residenze protette, ecc. ) da parte di persone maggiorenni, così come per le altre prestazioni socio-sanitarie, si può scegliere di dichiarare il nucleo familiare ristretto (coniuge e figli).  Ferma restando la facoltà di scegliere un nucleo ristretto, si tiene conto della condizione economica anche dei figli del beneficiario non inclusi nel nucleo familiare, integrando l'ISEE di una componente aggiuntiva per ciascun figlio.  Tale previsione [ leggi tutto » ]

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it

naviga

cerca

home

naviga

cerca

home