indebitati.it – la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Agevolazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie e per il risparmio energetico

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

IN COSA CONSISTE I contribuenti, che intraprendono la ristrutturazione e/o la costruzione della loro casa di abitazione principale, possono detrarre dall’Irpef, nella misura del 19 per cento, gli interessi passivi e i relativi oneri accessori pagati sui mutui ipotecari, per costruzione e ristrutturazione dell’unità immobiliare, stipulati con soggetti residenti nel territorio dello Stato o di uno Stato membro dell’Unione europea, ovvero con stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti.  L’importo massimo sul quale va calcolata la detrazione del 19 per cento [ leggi tutto » ]

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

tutela del debitore e della sua privacy, difesa dai creditori – consigli.

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Non sempre può risultare premiante per il creditore adire l'Autorità Giudiziaria per il recupero del credito; sia per la nota lungaggine del processo civile, sia per il grado di aleatorietà che comporta ogni causa.  La transazione è uno dei rimedi stragiudiziali che si è fatto strada in questi ultimi anni.  Un accordo transattivo è un contratto col quale le parti, facendosi reciproche concessioni, pongono fine a una lite già incominciata o prevengono una lite che può sorgere tra di loro.  La lite che la transazione [ leggi tutto » ]

La prescrizione – Quando il creditore non può più pretendere il pagamento del debito

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani
indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

La prescrizione delle parcelle dei professionisti (notai, avvocati e commercialisti, etc. ) è triennale (art.  2956 e 2957 c. c. ).  Il termine decorre, in generale, dalla prestazione.  Per gli avvocati puo’ decorrere dalla sentenza passata in giudicato, dall’accordo conciliativo o dalla revoca del mandato.  Per gli altri professionisti la prescrizione decorre dalla data dell’ultima prestazione erogata.  Per fare una domanda agli esperti vai alforum [ leggi tutto » ]

Come verificare l’iscrizione del proprio nominativo nell’elenco dei cattivi pagatori e chiederne la cancellazione

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Le disposizioni, di natura amministrativa, dettate dal Bankitalia per regolare le modalità e i presupposti della segnalazioni in Centrale Rischi (CR) prevedono che il creditore, anche quando addiviene ad una definizione transattiva in relazione a crediti classificati a sofferenza, sia sempre tenuto, anche a pagamento eseguito, a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo non recuperato, in quanto non coperto dalla transazione.  Specifica, infatti, la circolare n.  139 dell’11 febbraio 1991 (14° aggiornamento) al secondo capitolo, paragrafo 5. 5, [ leggi tutto » ]

Come pagare a rate la cartella esattoriale

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Fino al 31 luglio 2014, termine ultimo, è ancora possibile accedere alla proroga della rateazione delle cartelle esattoriali di Equitalia.  Come chiarito in precedenti interventi, grazie al decreto legge 66/2014, è stata concessa una nuova possibilità di rateazione ai contribuenti che, prima del 22 giugno 2013, erano decaduti da una precedente dilazione delle cartelle proposta da Equitalia.  Obiettivo della normativa, infatti, è venire in contro alle esigenze dei soggetti che non hanno potuto beneficiare della disciplina agevolativa introdotta dal Decreto del fare in tema di piani di rateazione [ leggi tutto » ]

Difendersi dalle multe – quando il verbale è nullo e la sanzione inefficace

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Non c'è azione diretta verso l'assicurazione se il sinistro avviene sulla rampa di accesso al garage sito in un parco privato.  Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, Terza Sezione civile, che, con la pronuncia numero 8090/13, ha stabilito che: Pur a voler ritenere la normativa sull'assicurazione obbligatoria applicabile ai soli casi di circolazione su strade di uso pubblico o su aree a queste equiparate, per queste ultime intendendosi "tutte le aree, di proprietà pubblica o privata, aperte alla circolazione del pubblico", assumono i ricorrenti che l'esistenza di esercizi commerciali all'interno [ leggi tutto » ]

Guida alla individuazione dei componenti il nucleo familiare nella dichiarazione sostitutiva ISEE e per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Per aver diritto all'erogazione di prestazioni sociali agevolate,  gli assegni familiari o il bonus elettrico (sconti sulla bolletta della luce) è richiesta la presentazione della dichiarazione sostitutiva ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente).  La dichiarazione sostitutiva unica DSU/ISEE La dichiarazione sostitutiva unica DSU/ ISEE non è un adempimento necessario per tutti gli utenti dei servizi sociali.  La dichiarazione è necessaria solo quando il cittadino [ leggi tutto » ]

Tutela consumatore assicurazione RC auto

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Qualora il terzo trasportato, ovvero il passeggero, sia consapevole dell’alta velocità e, quindi, del pericolo a cui va incontro, il risarcimento danni da parte dell'assicurazione sarà ridotto.  Una compagnia assicurativa ha la possibilità di ridurre il risarcimento danni da versare al terzo trasportato, in caso di un sinistro stradale, qualora il passeggero abbia accettato il rischio di viaggiare con la consapevolezza che la corsa sarebbe stata ad elevata velocità.  Ciò è quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza 11698/14.  Questa teoria non è nuova nell'ambito [ leggi tutto » ]

Multe – ricorso al Prefetto e al Giudice di pace

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Equitalia non può iscrivere ipoteca esattoriale sull'immobile di proprietà del debitore in seguito al mancato pagamento di multe per violazioni al codice della strada Nella prassi, purtroppo, è frequente che l'Agente della Riscossione (Equitalia o società del gruppo) iscriva ipoteca sugli immobili dei cittadini a garanzia di sanzioni amministrative previste dal Codice della Strada.  Secondo una parte della giurisprudenza, tuttavia, si tratta di una prassi illegittima.  La misura dell'iscrizione di ipoteca esattoriale, infatti, è prevista dal D. P. R.  602/73 esclusivamente per debiti di natura [ leggi tutto » ]

hai domande sui debiti?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate nel blog e che riguardano debiti, società di recupero crediti, prestiti, finanziamenti, cessioni del quinto dello stipendio e/o della pensione, elenchi dei cattivi pagatori, protesti, protestati, sistemi di informazioni creditizie (SIC), pignoramenti ecc.?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda sui debiti clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

hai domande su fisco e tasse?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che riguardano fisco, tasse, inps, cartelle esattoriali, avvio attività, ma non sono ancora state trattate sul blog?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda su fisco e tasse clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

hai domande sui mutui?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate sul blog e che riguardano i mutui, la convenienza dei tassi fissi o variabili rispetto alle proprie esigenze, il calcolo degli interessi, i piani di ammortamento, la rinegoziazione o ricontrattazione, la portabilità o surrogazione, l’estinzione anticipata, l’accordo fra ABI ed asscociazioni dei consumatori sulla sospensione del pagamento delle rate del mutuo ?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda sui mutui clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

hai domande sulle multe?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate sul blog e che riguardano le multe, la notifica delle multe, le cartelle esattoriali originate da sanzioni amministrative ed i ricorsi contro tali sanzioni?

Gli esperti del blog sapranno certamente aiutarti.

Per porre una domanda su multe e ricorsi clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

hai domande su isee?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate nel blog e che riguardano ISEE, Dichiarazione Sostitutiva Unica, famiglia anagrafica, nucleo familiare, convivenza anagrafica, assegni familiari ecc.?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda su isee e sulle misure di sostegno al reddito clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

Come difendersi dagli esattori delle società di recupero crediti

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Avete letto bene, il titolo è proprio la messa in mora del creditore!!! Si può mettere in mora il creditore quando questi rifiuti, senza un legittimo motivo, di ricevere il pagamento offertogli dal debitore (ai sensi degli articoli 1208 e 1209 del codice civile), o nel caso in cui il creditore non compia gli atti (cosiddetti preparatori) necessari al ricevimento della prestazione dovuta dal debitore.  Così, mentre la mora del debitore pone in essere un illecito civile siccome consistente nella violazione di un obbligo il quale [ leggi tutto » ]

La prescrizione della cartella esattoriale

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Equitalia spesso sostiene, nell'ambito dei giudizi instauratisi in seguito ad impugnazione della cartella esattoriale da parte del destinatario, che gli aspetti relativi alla decadenza della pretesa tributaria iscritta a ruolo rientrano nella dialettica fra ente impositore e contribuente.  Il compito assegnato ad Equitalia, è la tesi difensiva, si limita a quello di riscuotere il pagamento delle cartelle esattoriali emesse su precisa richiesta dell'ente impositore.  Pur concordando con il principio appena espresso sui compiti assegnati ad Equitalia, si ritiene, tuttavia, che per l'espletamento [ leggi tutto » ]

Assegni familiari disoccupazione e sostegno al reddito

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

reddito lordo annuo importo bonus annuo importo mensile bonus da maggio 2014 a dicembre 2014 fino a 24. 000 640 euro 80 euro compreso tra euro 24001 e 26. 000 640 * (26000 - reddito lordo annuo) / 2000 importo del bonus annuo / 8 oltre euro 26. 000 - - Naturalmente, trattandosi di un credito d'imposta, va precisato che il bonus IRPEF eventualmente spettante verrà effettivamente erogato solo per la parte capiente (insieme ad altri eventuali crediti e detrazioni a cui si ha diritto) nell'imposta lorda determinata [ leggi tutto » ]

Tutela del consumatore – acqua luce e gas

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Dopo le recenti riforme introdotte in merito alla dilazione con equitalia, abbiamo chiarito approfonditamente come poter pagare a rate una cartella esattoriale.  Cogliendo l'occasione di rinfrescarvi la memoria su questo argomento, vi presentiamo un esauriente vademecum contente tutte le circostanze, utili al consumatore/debitore, in cui è possibile chiedere una rateizzazione: dalle bollette alle multe, passando dalla dichiarazione dei redditi fino al canone RAI.  [ leggi tutto » ]

Un debito è un debito, è un fatto, un numero, una conseguenza di circostanze. Un debito non è nè bello, nè brutto, è misurabile, è circoscrivibile, è aggirabile. Talvolta un debito aiuta, talvolta è un nemico, ma si puó sempre affrontarlo, sconfiggerlo, o venirci a patti. Un debito non è alla fine cosí terribile se si conoscono le regole del gioco, un po’ come il diavolo, che è meno brutto se si ha la forza e il coraggio di guardarlo negli occhi. Terribile invece è vedere una società fondata sui consumi, che marginalizza chi non riesce a starle al passo. Terribile è vedere tanta gente che di fronte all’indebitamento ed ai problemi contingenti, si perde d’animo e non riesce più a pensare al domani. E’ per costoro che nasce questa comunità, perché nell’oscurità, piuttosto che disperarsi, è sempre meglio accendere una candela. (Antonio Iuri Donati)

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it

Multe con auto aziendale elevata a dipendente » Spetta al datore di lavoro comunicare i dati del conducente

In caso di una o più multe elevate ad un dipendente, senza contestazione immediata, mentre risulta alla guida di un'autovettura aziendale, spetta al datore di lavoro l'obbligo della comunicazione dei dati del conducente. Risponde il datore di lavoro della mancata comunicazione dei dati del conducente se l’infrazione stradale è stata commessa alla guida di un’auto aziendale. Inutile, pertanto, contestare l’impossibilità di individuare l’automobilista in considerazione del tempo trascorso dall'illecito. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 1341/14. Come noto, alla notifica di una contravvenzione, il proprietario dell'autovettura deve comunicare all'autorità competente il nome di chi ha effettivamente commesso l’infrazione. L'onere è finalizzato a [...]

Rc auto » Scopriamo la polizza infortunio conducente

Assicurazioni rc auto: scopriamo la polizza facoltativa per infortunio conducente. La polizza infortuni conducente è una garanzia accessoria del contratto di responsabilità civile auto che permette di colmare il gap di tutele derivante dalla sola titolarità della Rc auto. La garanzia obbligatoria Rc Auto infatti, prevede un risarcimento soltanto per i veicoli, le persone, le cose e i terzi trasportati sul proprio veicolo coinvolti nell'incidente. Questa garanzia è stata creata apposta per tutelare l’unica persona fisica esclusa nel caso di incidente con colpa, mentre nel caso di incidente senza colpa gli eventuali danni fisici subiti dal guidatore sono coperti dalla polizza Rc Auto [...]

Tasse e imposte » Le differenze tra queste tipologie di tributi

Come sappiamo, lo Stato ricorre ad entrate, sia di natura pubblica sia di natura privata, per far fronte alla proprie finalità istituzionali, garantendo, in teoria, così a tutti i soggetti la fruizione di determinati servizi essenziali, quali ad esempio l'istruzione, l'assistenza sanitaria, i trasporti, l'ordine pubblico ecc. La maggioranza di queste entrate è di natura fiscale, cioè è conseguita attraverso l'istituzione, l'imposizione e la riscossione dei tributi. I tributi sono prestazioni patrimoniali coattive, di regola pecuniarie, stabilite dallo Stato, in forza della propria sovranità, con legge o con atti ad essa equiparati (decreti leggi e decreti legislativi). Detto questo, è necessario evidenziare che [...]

Separazione tra coniugi » Informazione e prevenzione

Quando un matrimonio arriva al capolinea, oltre al trauma della separazione, si devono affrontare degli ostacoli e delle problematiche che a volte possono diventare insormontabili. Chi decide di optare per la separazione personale, comunque, lo fa dopo aver ponderato sulle conseguenze per sé, per i figli e per la famiglia intera e molto spesso si pone anche diverse domande. E' meglio la separazione consensuale o quella giudiziale? E' preferibile pagare un avvocato o posso occuparmi da solo della vicenda? O ancora: chi pagherà il mutuo una volta concluso il matrimonio? A questi ed altri quesiti cercheremo di rispondere nel prosieguo dell'articolo. Nell'ambito di una separazione, [...]

Fondo patrimoniale - Può essere revocato se costituito in previsione dell'insorgenza del debito

Come noto, sui beni oggetto del fondo patrimoniale non è possibile agire con azioni esecutive; i beni conferiti al fondo patrimoniale rispondono solo per debiti contratti nell'interesse della famiglia. L'azione revocatoria del fondo patrimoniale è diretta a tutelare il creditore rispetto agli atti del debitore di disposizione del proprio patrimonio. Sono considerati soggetti all'azione revocatoria anche gli "atti aventi un profondo valore etico e morale", come ad esempio il trasferimento della proprietà di un bene effettuato a seguito della separazione personale per adempiere al proprio obbligo di mantenimento nei confronti dei figli e del coniuge. Non assume rilevanza la circostanza che il [...]

Interpello - Nulli gli atti impositivi e sanzionatori in contrasto con l'interpretazione fornita dal Fisco

Come sappiamo, attraverso la presentazione di un’istanza di interpello il contribuente ha la possibilità di conoscere il parere dell'Amministrazione finanziaria sul significato da attribuire alle norme che disciplinano la materia tributaria riguardo ad un caso concreto e personale sul quale sussistono obiettive condizioni di incertezza. La risposta dell'ufficio finanziario all'istanza di interpello ha efficacia esclusivamente nei confronti del contribuente istante, limitatamente al caso concreto e personale prospettato nell'istanza di interpello. Tale efficacia si estende anche ai comportamenti successivi del contribuente riconducibili alla fattispecie oggetto di interpello, salvo rettifica della soluzione interpretativa da parte dell'amministrazione finanziaria. La ratio della procedura di interpello è [...]

Equitalia: proroga rateazione cartelle esattoriali » Il termine ultimo è il 31 luglio 2014

Fino al 31 luglio 2014, termine ultimo, è ancora possibile accedere alla proroga della rateazione delle cartelle esattoriali di Equitalia. Come chiarito in precedenti interventi, grazie al decreto legge 66/2014, è stata concessa una nuova possibilità di rateazione ai contribuenti che, prima del 22 giugno 2013, erano decaduti da una precedente dilazione delle cartelle proposta da Equitalia. Obiettivo della normativa, infatti, è venire in contro alle esigenze dei soggetti che non hanno potuto beneficiare della disciplina agevolativa introdotta dal Decreto del fare in tema di piani di rateazione di Equitalia. La possibilità offerta è del tutto eccezionale, in quanto, di regola le rateazioni [...]

Multa elevata da ausiliario del traffico » Dev'essere specificata la qualifica del verbalizzante altrimenti è da annullare

La multa, per aver sostato senza pagare il parchimetro, va annullata se ad eseguirla è stata un ausiliario del traffico senza qualifica da verbalizzante concesso dalla ditta appaltatrice. Deve essere annullato il verbale di multa per aver lasciato l’autovettura in sosta omettendo il pagamento se non è specificata la qualifica del verbalizzante, dipendente della ditta appaltatrice: in caso di contestazione, spetta all'ente accertatore provare che la violazione sia stata accertata da un soggetto specificamente abilitato, non essendo sufficiente che eventualmente il verbale rechi la mera qualificazione dell’operante come ausiliario del traffico. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Tribunale di Arezzo con sentenza [...]

Il TEG: questo sconosciuto » Facciamo chiarezza sul calcolo dell'usura su mutui e finanziamenti

Il TEG (Tasso effettivo globale) fornisce elementi utili ad accertare se le condizioni di costo (spese, interessi e oneri di varia natura) delle operazioni creditizie praticate dalle banche e dagli intermediari finanziari presentano carattere usurario. In tema di mutui e finanziamenti bancari, però, tribunali si pronunciano in maniera non omogena sull'effettivo calcolo del costo di un finanziamento. Nell'ambito del calcolo dell’usura su un finanziamento bancario, c'è confusione sul Teg da prendere in considerazione. Le opinioni sono discordanti: alcuni sostengono si debba fare riferimento al Teg (Tasso effettivo globale su base annua) secondo la formula di matematica finanziaria. Altri, invece, utilizzano il [...]

Risarcimento danni per vacanza rovinata » La guida per il consumatore

E' oramai periodo di vacanze, per molti italiani, alle prese con le tanto agognate ferie estive. In molti lasceranno le città per concedersi qualche giorno di riposo, villeggiando al mare, in montagna o dovunque si possa beneficiare di un po' di svago. Ma, purtroppo non sempre si riesce ad avere dalla villeggiatura quello che ci si aspetta. Purtroppo, a volte, a causa di tour operator poco affidabili, trasporti lenti e infidi, disservizi, strutture inadeguate, le vacanze possono giocare un brutto scherzo ai consumatori, che spesso tornano più tesi e stressati di prima. Per tutti quelli che hanno subito "ingiustizie", durante [...]

Avviso di chiamata su occupato: per Tim e Vodafone da oggi 21 luglio 2014 non è più gratuito » Ecco come disattivarlo

Da oggi, 21 luglio 2014, le due compagnie telefoniche Tim e Vodafone pretenderanno il pagamento per ogni avviso di chiamata. Da oggi in poi, il servizio avviso di chiamata, il quale avvisa l’utente quando un numero, cui si è tentato di telefonare, da occupato torna libero, offerto sino ad oggi gratuitamente dai gestori di telefonia mobile, sarà invece a pagamento. Lo stesso servizio chiamato per Tim Lo sai/ChiamamiOra e per Vodafone Recall/Chiamami, come detto fin ora senza costi, avrà l'onere di 6 centesimi al giorno per Vodafone e di 1,90 ogni 4 mesi per Tim. [...]

Compravendita di auto usate: aumentano le truffe » Vi spieghiamo come difendersi

A causa della crisi economica, negli ultimi mesi, sono aumentate esponenzialmente le compravendite di auto usate. Purtroppo, però, in modo direttamente proporzionale, sono cresciute anche le truffe ai danni dei consumatori. Vi forniamo, dunque, qualche consiglio di cui fare tesoro per evitare spiacevoli sorprese.. E' bene innanzitutto sapere che vendere un veicolo significa sottoscrivere una dichiarazione di vendita, e questa deve sempre essere compilata in ogni sua parte nel retro del certificato di proprietà con i dati dell’acquirente e con la marca da bollo. Quindi, la prima regola importante è che la dichiarazione di vendita non va mai sottoscritta in bianco, [...]