indebitati.it – la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Condominio: assegno non pagato » A chi deve essere elevato il protesto?

In caso di mancato pagamento di un assegno del condominio, a chi va elevato il protesto: all'amministratore condominiale, al condominio in se per se o ai singoli inquilini? Chiariamo la questione. Come chiarito in nostri precedenti interventi, la riforma del condominio ha obbligato l’amministratore condominiale a far transitare tutte le somme, incassate e spese, in un conto corrente unico intestato al condominio. Ma cosa avviene e se un assegno emesso dallo stesso amministratore non viene pagato? In questi casi, la normativa vigente dispone che nell'elenco dei protesti deve indicarsi, in caso di persona fisica, il nome e il domicilio del [...]

Rc auto » In arrivo il database per scovare i falsi infortuni

Rc auto: arriva l'ok dell'Autorità per la tutela della Privacy per la creazione del nuovo archivio informatico contro le frodi alle assicurazioni. A breve sarà operativo un database i per scovare i falsi infortuni. Si prospettano tempi duri, si spera, per i furbetti delle assicurazioni, ovvero chi guadagna sugli incidenti finti o gli infortuni simulati. Sta per nascere una banca dati unica con incrocio intelligente delle informazioni dove si individueranno in anticipo i soggetti a rischio ed ogni sinistro sarà contrassegnato da un indicatore di anomalia. Praticamente, si saprà prima quante volte un soggetto ha testimoniato in cause assicurative. Lo scopo, [...]

Risarcimento danni da segnalazione illegittima in Centrale Rischi - il debitore deve dimostrare di non essere un cattivo pagatore

Secondo la normativa vigente, la giurisprudenza civile e quella dell'Arbitro Bancario Finanziario, i requisiti di legittimità della iscrizione di un nominativo in una Centrale Rischi privata (CRIF, Experian, CTC) sono due: la veridicità sostanziale dei fatti di inadempimento segnalati; il rispetto delle garanzie procedurali che impongono al segnalante di preavvisare il segnalando della prossima sua iscrizione in una centrale rischi. Per quanto attiene entrambi gli aspetti appena citati, il preavviso di segnalazione in Centrale Rischi riveste la funzione di consentire al debitore di non incorrere nella segnalazione: il destinatario del preavviso potrebbe, infatti, far rilevare la mancanza [...]

Illegittimità della segnalazione in Centrale Rischi - Il creditore deve provare l'invio del preavviso

Il "Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti" (Autorità per la tutela dei dati personali e della privacy) dispone che al verificarsi di ritardi nei pagamenti, il creditore aderente al sistema di informazioni creditizie (SIC) debba avvertire il debitore circa l'imminente registrazione dei dati in uno più sistemi di informazioni creditizie. I dati relativi al primo ritardo devono essere resi accessibili a banche e finanziarie convenzionate con i SIC solo dopo almeno quindici giorni dalla spedizione [...]

Equitalia » La guida sulle semplificazioni per i contribuenti

Semplificazioni per i contribuenti: ecco la nuova guida redatta da Equitalia. Un nuovo vademecum per rateizzazione, sospensione e compensazioni. Il gruppo Equitalia, al fine di semplificare la vita ai contribuenti italiani, ha reso disponibile una guida online, riguardante spiegazioni articolate per tutto ciò che riguarda rate, sospensioni, compensazioni, tutele, Sportello Amico, consulenze e dialogo continuo con ordini e associazioni. Vediamo di cosa si tratta. La rateizzazione è lo strumento principale che Equitalia mette a disposizione per agevolare i pagamenti dei contribuenti in difficoltà. Per debiti fino a 50 mila euro è sufficiente una semplice domanda senza aggiungere altri documenti. In presenza di particolari condizioni previste [...]

Rc auto e sinistri stradali » Riecco la conciliazione obbligatoria sotto forma di negoziazione assistita

Rc auto: con la nuova legge di riforma della giustizia del 29 agosto 2014 è stata reintrodotta la conciliazione obbligatoria, dapprima esclusa. Vi presentiamo la negoziazione assistita per i danni da incidente stradale. Come chiarito in diversi articoli, per i danni da incidente stradale era stata eliminata la mediazione obbligatoria preventiva. La recente riforma della giustizia, invece, ha introdotto un meccanismo molto simile, ovvero la negoziazione assistita. La negoziazione assistita è una procedura cogestita dagli avvocati delle parti ed indirizzata al raggiungimento di un accordo conciliativo che, da un lato, evita il giudizio e che, dall'altro, consente la rapida formazione di un titolo [...]

Compenso per prestazione professionale regolata da tariffa - il foro competente è quello del debitore

Il compenso per prestazioni professionali, che non sia convenzionalmente stabilito, è un debito pecuniario, non liquido ed esigibile, da determinare secondo la tariffa professionale. Soltanto il debito originato da una prestazione professionale con corrispettivo di un compenso già fissato al momento della pattuizione, può essere configurato come obbligazione pecuniaria liquida ed esigibile. La circostanza eventuale per cui il compenso per la prestazione professionale erogata sia regolato nel minimo e nel massimo da apposite tariffe, non comporta che il credito debba considerarsi liquido ed esigibile. In pratica, il debitore non può essere considerato in mora se prima il compenso non è stato [...]

Fondo patrimoniale - Quando il debito assunto nell'esercizio dell'attività di impresa può considerarsi estraneo ai bisogni della famiglia

Secondo quanto stabilito dal codice civile, l'esecuzione sui beni conferiti al fondo patrimoniale non può avere luogo per debiti che il creditore conosceva essere stati contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia. L'onere della prova dei presupposti di applicabilità di un tale assunto, grava, tuttavia, sulla parte che intende avvalersi del regime di impignorabilità dei beni costituiti nel fondo patrimoniale, la quale non deve provare soltanto la regolare costituzione del fondo patrimoniale e la sua opponibilità nei confronti del creditore pignorante, ma anche che il debito per cui si procede fu contratto per scopi estranei ai bisogni della famiglia. [...]

Il condomino deve contribuire alle spese anche se l'impianto centralizzato non riscalda sufficientemente il suo appartamento

L'obbligo del condomino di partecipare alle spese per il godimento e la conservazione delle cose comuni, e per la prestazione dei servizi resi nell'interesse di tutti i condomini, trova la sua unica fonte nella comproprietà delle parti comuni dell’edificio, con la conseguenza che se l’impianto centralizzato di riscaldamento non eroga sufficiente calore il condomino che lo lamenta non è esonerato dal contribuire alle relative spese. In sostanza, l’esonero dal pagamento dei contribuiti, è consentito solo se l’impianto centralizzato, per ragioni strutturali, escluda totalmente il condomino dal relativo servizio, mentre, nel diverso caso in cui venga dedotto un insufficiente grado di riscaldamento [...]

Il fondo patrimoniale costituito nell'insorgenza del debito è soggetto ad azione revocatoria

L'azione revocatoria verso gli atti di disposizione dei beni del debitore, quale ad esempio la costituzione di un fondo patrimoniale, è semplicemente finalizzata alla tutela delle ragioni del creditore; tutela realizzata sottraendo al fondo patrimoniale i beni che svolgevano una funzione di garanzia generica del credito, quando ricorre l'elemento della consapevolezza del pregiudizio che la costituzione del fondo patrimoniale stesso avrebbe arrecato al creditore. Con l'azione revocatoria non si disconosce la validità del fondo patrimoniale e la sua causa (il soddisfacimento dei bisogni della famiglia): tanto è vero che sono considerati soggetti all'azione revocatoria anche gli atti di disposizione dei beni [...]

Al marito obbligato non basta corrispondere l'assegno di mantenimento - deve pagare anche le rate del mutuo della casa assegnata alla moglie separata

Il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare prevede la punibilità di chiunque faccia mancare i mezzi di sussistenza ai figli minori o al coniuge, ancorché legalmente separato non per sua colpa. Tra i mezzi di sussistenza va ricompreso anche l’alloggio familiare, e quindi si rende responsabile del reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare il coniuge che, con la sua condotta, rischia di far perdere alla moglie e ai figli la casa in cui essi vivono. In altre parole, la casa di abitazione rientra tra i mezzi di sussistenza che devono essere assicurati al coniuge (anche separato non [...]

L'illegittima levata del protesto determina un danno che va risarcito

L'illegittima levata di un protesto crea nell'attuale regime di mercato, che si fonda, in via principale, sul credito, un’inevitabile lesione dell’immagine del soggetto protestato, comportando una maggiore difficoltà di accesso al credito, idonea a tradursi nella negazione o riduzione di futuri prestiti ovvero nella richiesta immediata di esazione di crediti, e determinando un danno, la cui liquidazione può essere effettuata dal giudice anche in via equitativa. Questo il principio ribadito dalla Corte di cassazione nella sentenza numero [...]

Agevolazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie e per il risparmio energetico

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

La Legge di Stabilità 2014 (Legge 27/12/2013 numero 147 - G. U.  27/12/2013) ha prorogato fino al 31 dicembre 2014 l'agevolazione fiscale prevista per l'acquisto di arredi, materassi e apparecchi di illuminazione, il c. d.  bonus Mobili, con le medesime modalità in vigore per l'anno 2013.  E' confermato anche per il 2014 il vincolo della "Riqualificazione del patrimonio immobiliare" (il c. d.  bonus ristrutturazioni, a sua volta agevolato dall'incentivo fiscale del 50%) come condizione indispensabile per [ leggi tutto » ]

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

tutela del debitore e della sua privacy, difesa dai creditori – consigli.

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Gentile debitore, se proprio ha intenzione di pagare, segua questi consigli.  Innanzitutto lei deve accertarsi che il soggetto a cui effettua i pagamenti sia legittimato alla riscossione del debito.  Occorre dunque che le venga trasmessa copia conforme della documentazione attestante la cessione dei diritti dal creditore originario al soggetto giuridico con cui sta perfezionando il concordato.  Il debitore ha diritto [ leggi tutto » ]

La prescrizione – Quando il creditore non può più pretendere il pagamento del debito

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani
indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Almeno cinque anni, prima di cestinare una multa.  Altrettanti dovrebbero passare prima di riservare lo stesso trattamento a quelle ricevute che, ammassate in tanti fascicoli in un mobile dello studio, possono dimostrare l'avvenuto pagamento di una tassa.  Tempi tecnici per evitare di pagare due volte la stessa contravvenzione, nel primo caso, o per scongiurare l'arrivo di cartelle di pagamento per tributi già pagati, le cosiddette «cartelle pazze».  Ci sono documenti [ leggi tutto » ]

Come verificare l’iscrizione del proprio nominativo nell’elenco dei cattivi pagatori e chiederne la cancellazione

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Il "Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità dei pagamenti", prevede all'articolo 4, sesto comma, lettera a), che nei sistemi di informazioni creditizie di tipo positivo e negativo, come quello gestito da CRIF, la segnalazione del primo ritardo di pagamento venga resa visibile in caso di mancato pagamento di due rate consecutive, nel caso in cui l'interessato sia un consumatore.  I ritardi relativi a una o due rate sono conservati per dodici mesi dalla comunicazione di regolarizzazione, [ leggi tutto » ]

Come pagare a rate la cartella esattoriale

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Per il diniego di rateazione è esclusa la competenza del T. A. R.  Il diniego di rateazione, espresso dall'Agente della riscossione, può essere impugnato dinanzi al Giudice competente.  Ma qual è il Giudice competente in materia? Secondo la direttiva di Equitalia del 27 marzo 2008, numero 2070, il diniego alla rateazione può essere impugnato solo innanzi al T. A. R.  Sul punto, tuttavia, la Cassazione a Sezioni Unite ha affermato, in più occasioni, che per il diniego di rateizzazione debbano applicarsi gli stessi criteri elaborati in materia di cartelle ed altri atti dell'Agente della [ leggi tutto » ]

Difendersi dalle multe – quando il verbale è nullo e la sanzione inefficace

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

In tema di sanzioni amministrative, e quindi di multe per violazione del codice della strada, se l'infrazione è reiterata, si applica il cumulo e non la continuazione delle sanzioni.  In tal senso di è espressa la Corte di Cassazione, con la sentenza del 4 marzo 2011, numero 5252.  In particolare si trattava di multe per più violazioni del Codice della strada, irrogate nei confronti di un automobilista che aveva acceduto, senza autorizzazione, all'interno della zona urbana a traffico limitato.  Per tale ragione, erano state applicate tante sanzioni quante erano le violazioni (disciplina [ leggi tutto » ]

Guida alla individuazione dei componenti il nucleo familiare nella dichiarazione sostitutiva ISEE e per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Come molti sanno, per essere ammessi al patrocinio a spese dello Stato è necessario che il richiedente sia titolare di un reddito annuo imponibile, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a euro 11. 369,24.  Se l'interessato ad essere ammesso al gratuito patrocinio convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia, compreso l'istante.  Ma, secondo i giudici di legittimità, non è sufficiente di certo la mera situazione di fisica convivenza o di mera coabitazione per includere [ leggi tutto » ]

Tutela consumatore assicurazione RC auto

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Al via l'esperimento della black list: con questo strumento il Ministero dei Trasporti aggiornerà periodicamente, sul portale dell'automobilista, l’elenco dei veicoli che risultano sprovvisti dell'assicurazione rc auto.  Successivamente, spetterà ai singoli interessati interrogare la banca dati, aperta a tutti, per verificare la regolarità del proprio parco mezzi circolante.  Intanto, la polizia stradale potenzierà i controlli sulle strade anche con l’impiego dei vigili elettronici.  Ciò è quanto ha chiarito il Ministero dell'interno con la circolare numero 300/A/4246/14/101/20/21/7 [ leggi tutto » ]

Multe – ricorso al Prefetto e al Giudice di pace

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

In caso di decurtazione dei punti della patente, qualora si pensi sia ingiusta, per la presentazione del ricorso non è necessario attendere la comunicazione dell'Anagrafe nazionale.  In caso di sanzione, la quale comporti una decurtazione dei punti dalla patente, infatti, l’automobilista che voglia fare opposizione non deve attendere la comunicazione di avvenuta variazione dei punti che viene effettuata dall'Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida una volta che il procedimento sanzionatorio si sia ormai concluso.  Al [ leggi tutto » ]

hai domande sui debiti?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate nel blog e che riguardano debiti, società di recupero crediti, prestiti, finanziamenti, cessioni del quinto dello stipendio e/o della pensione, elenchi dei cattivi pagatori, protesti, protestati, sistemi di informazioni creditizie (SIC), pignoramenti ecc.?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda sui debiti clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

hai domande su fisco e tasse?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che riguardano fisco, tasse, inps, cartelle esattoriali, avvio attività, ma non sono ancora state trattate sul blog?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda su fisco e tasse clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

hai domande sui mutui?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate sul blog e che riguardano i mutui, la convenienza dei tassi fissi o variabili rispetto alle proprie esigenze, il calcolo degli interessi, i piani di ammortamento, la rinegoziazione o ricontrattazione, la portabilità o surrogazione, l’estinzione anticipata, l’accordo fra ABI ed asscociazioni dei consumatori sulla sospensione del pagamento delle rate del mutuo ?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda sui mutui clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

hai domande sulle multe?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate sul blog e che riguardano le multe, la notifica delle multe, le cartelle esattoriali originate da sanzioni amministrative ed i ricorsi contro tali sanzioni?

Gli esperti del blog sapranno certamente aiutarti.

Per porre una domanda su multe e ricorsi clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

hai domande su isee?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate nel blog e che riguardano ISEE, Dichiarazione Sostitutiva Unica, famiglia anagrafica, nucleo familiare, convivenza anagrafica, assegni familiari ecc.?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda su isee e sulle misure di sostegno al reddito clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

Come difendersi dagli esattori delle società di recupero crediti

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Ossessionare il debitore paga sempre.  Risale al 30 novembre del 2005 il provvedimento dell'Autorità per la tutela della privacy che disciplina la Liceità, correttezza e pertinenza nell’attività di recupero crediti ma, a distanza di anni, tali principi non vengono rispettati da tutti gli operatori del settore, come testimoniano anche recenti interventi dell'Antitrust o della magistratura, civile e penale.  Il Garante della privacy era intervenuto in seguito a numerose segnalazioni concernenti trattamenti di dati personali posti in essere a danno di debitori.  Le risultanze hanno evidenziato [ leggi tutto » ]

La prescrizione della cartella esattoriale

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

All'interno del proprio sistema di recupero crediti, dopo avere emesso l'avviso di pagamento,  l'Inps procede alla iscrizione a ruolo ed alla conseguente riscossione coattiva dei crediti contributivi già maturati nei confronti dei contribuenti morosi (ivi compresi gli accessori per interessi, sanzioni e somme aggiuntive).  Tale compito, in forza di contratto di cessione, viene affidato ad un concessionario.  Quest'ultimo sulla base dei flussi di informazione, anagrafica e contabile (ruoli) trasmessi telematicamente [ leggi tutto » ]

Assegni familiari disoccupazione e sostegno al reddito

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

reddito lordo annuo importo bonus annuo importo mensile bonus da maggio 2014 a dicembre 2014 fino a 24. 000 640 euro 80 euro compreso tra euro 24001 e 26. 000 640 * (26000 - reddito lordo annuo) / 2000 importo del bonus annuo / 8 oltre euro 26. 000 - - Naturalmente, trattandosi di un credito d'imposta, va precisato che il bonus IRPEF eventualmente spettante verrà effettivamente erogato solo per la parte capiente (insieme ad altri eventuali crediti e detrazioni a cui si ha diritto) nell'imposta lorda determinata [ leggi tutto » ]

Tutela del consumatore – acqua luce e gas

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

C-mor: di che stiamo parlando? In sintesi, funzionava così: quando un cliente moroso nei confronti del suo fornitore di energia elettrica decideva di passare ad un'altra compagnia fornitrice, il primo perdeva lo strumento di persuasione più efficace per tutelare il proprio credito, ovvero il distacco dell'utenza.  Per risolvere il problema, era stato elaborato un sistema indennitario, il quale assicurava al venditore uscente la riscossione di almeno una parte del credito verso il proprio vecchio cliente.  Il [ leggi tutto » ]

Un debito è un debito, è un fatto, un numero, una conseguenza di circostanze. Un debito non è nè bello, nè brutto, è misurabile, è circoscrivibile, è aggirabile. Talvolta un debito aiuta, talvolta è un nemico, ma si puó sempre affrontarlo, sconfiggerlo, o venirci a patti. Un debito non è alla fine cosí terribile se si conoscono le regole del gioco, un po’ come il diavolo, che è meno brutto se si ha la forza e il coraggio di guardarlo negli occhi. Terribile invece è vedere una società fondata sui consumi, che marginalizza chi non riesce a starle al passo. Terribile è vedere tanta gente che di fronte all’indebitamento ed ai problemi contingenti, si perde d’animo e non riesce più a pensare al domani. E’ per costoro che nasce questa comunità, perché nell’oscurità, piuttosto che disperarsi, è sempre meglio accendere una candela. (Antonio Iuri Donati)

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it