indebitati.it – la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

La riforma della Giustizia Civile - Pignorare sarà molto più facile

E’ stata pubblicata in Gazzetta la riforma della Giustizia Civile e tra 60 giorni sarà convertita in legge: c’è poco tempo per correggere un aspetto inquietante, eppure i tecnici sonnecchiano, le associazioni dei consumatori latitano, i giornalisti si dilettano con le ferie dei magistrati e le modifiche che impatteranno su migliaia di cittadini Italiani stanno passando in sordina. Uno dei punti cardini della riforma riguarda il processo esecutivo, che da domani sarà più snello, efficace e veloce. In poche parole: pignorare sarà molto più facile. Sorvolo sui tecnicismi, per concentrarmi sullo spirito con cui è stata concepita la riforma. Il [...]

Conto corrente e deposito titoli - diritto di ritenzione illegittimo se interpretato come diritto della banca a vendere i titoli per soddisfarsi di un credito

Spesso, nei contratti di conto corrente con deposito titoli, ritroviamo clausole che prevedono il diritto di ritenzione: il diritto di ritenzione consente alla banca il realizzo dei titoli depositati dal cliente quando il saldo del rapporto di conto corrente risulti negativo ed il debitore non provveda, dopo l'invito della banca, a ripianare lo scoperto. Il diritto di ritenzione si estende anche a garanzia di qualunque credito della banca che dovesse sorgere in futuro verso il cliente. Il diritto di ritenzione, tuttavia, non attribuisce alcun potere sul bene, di cui non si acquista la proprietà, né [...]

La somma dei tassi nominale e di mora non ha relazione con il tasso soglia di usura

Come sappiamo, la concreta individuazione del tasso soglia di usura è rimessa alle rilevazioni trimestrali della Banca d'Italia che, però, non includono l'andamento trimestrale dei tassi moratori adottati da banche e finanziarie e la relativa entità media nel periodo. Infatti, la legge limita le rilevazioni statistiche al dato medio del periodo riferito agli interessi ed oneri connessi all'erogazione del credito, da cui risultano esclusi gli interessi moratori. Capita, tuttavia, che il debitore in ritardo con il rimborso di quanto dovuto sia costretto a corrispondere oltre agli interessi al tasso nominale, con cui gli è stato erogato il credito anche quelli moratori. [...]

Assegno scoperto - In assenza di giranti il protesto è legittimo ma l'omessa levata non comporta il risarcimento danni per il beneficiario

Il protesto, quale presupposto formale dell'azione di regresso nei confronti dei giranti, risponde all'esigenza di rilevare il rifiuto del pagamento del titolo, con l'efficacia dell'atto pubblico, onde dare a tali soggetti "certezza" circa l'effettivo verificarsi del presupposto sostanziale della loro responsabilità. Questa finalità non è tuttavia esclusiva: la pubblicazione nel registro informatico dei protesti, ad esempio, è un obbligo la cui previsione normativa nulla ha a che vedere con la tutela dell'interesse degli obbligati in via di regresso ad acquisire certezza circa il mancato pagamento del titolo e che appare invece chiaramente finalizzato [...]

Il debitore non può invocare l'illegittimità della procedura espropriativa dopo la vendita del bene

Per far valere eventuali nullità della procedura di espropriazione del bene, il debitore deve attivarsi prima che la vendita stessa abbia luogo. La legge, infatti, una volta che le vendita sia stata effettuata, privilegia l’interesse alla stabilità dell'acquisto da parte dell'aggiudicatario in buona fede, sacrificando quello del debitore; anche al fine di non scoraggiare le vendite in sede esecutiva, per la funzione che rivestono nel supporto al recupero dei crediti. Va, inoltre, considerato che, nella vendita coattiva, il potenziale acquirente si affida all'ufficio giudiziario che sovrintende alle procedure, ed ha ragione di attendersi che esso svolga tutti i controlli di legittimità necessari. In [...]

Il consolidamento dei debiti

Ecco una breve panoramica sulle opportunità di consolidamento debiti per lavoratori (o pensionati) cattivi pagatori (iscritti alla CRIF) in ultima istanza (in assenza di soggetti che possano garantire per loro). Il consolidamento debiti, a cui ci si riferisce anche con i termini ristrutturazione debiti o rifinanziamento debiti, consiste essenzialmente in una operazione finalizzata a: 1. sostituire i diversi soggetti con cui si risulta indebitati (finanziarie e/o banche e/o società di recupero crediti e/o agenzie erariali di riscossione) con un unico creditore; 2. accorpare tutti i debiti in quello che indicheremo, appunto, come debito consolidato, ristrutturato o rifinanziato; 3. conseguire un allungamento della [...]

Pignoramento pensione » Minimo vitale non coincide con pensione minima

Impignorabilità della pensione: il minimo vitale non coincide con la pensione minima. Sulla base del rilievo che non ci sono parametri normativi specifici che consentono di determinare il c.d. minimo vitale impignorabile, il giudice dell'esecuzione può, in considerazione degli elementi concreti del caso (e non dovendo necessariamente fare riferimento all'importo di trattamento minimo di pensione indicato dallo stesso ente erogatore), pervenire all'individuazione dell'importo maggiormente adeguato ad assicurare a chi subisce il pignoramento mezzi di vita. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione, con sentenza 18225/14. Da ciò che si evince dalla sentenza in esame, il giudice dell'esecuzione, in considerazione degli elementi concreti, [...]

Aliquote TASI: ci siamo » Previsti forti rincari: costerà anche più dell'IMU

Tasi: siamo alla stretta finale per scelta delle aliquote. Non saranno, quasi, previste detrazioni. In arrivo forti rincari: l'imposta costerà più dell'IMU. Ieri, 11 settembre 2014, sono stati almeno 5000 i Comuni che hanno inviato al Dipartimento Finanze le delibere con le aliquote della TASI, per chiedere ai contribuenti l’acconto ritardato del 16 ottobre 2014. Qualcosa di più certo non si saprà comunque prima del 18 settembre 2014, ma si profila, comunque, una situazione molto ingarbugliata, in cui molti contribuenti saranno costretti a rivolgersi a professionisti e Caf per scoprire quanto devono pagare. Inoltre, per la maggior parte dei contribuenti, le [...]

Condominio: morosità del vicino? » Società erogatrice chiude forniture acqua e gas anche ad altri inquilini

Il vicino di casa si trova in condizione di morosità, con il condominio, per bollette insolute di luce e/o gas e l'erogatore del servizio stacca l’acqua o il gas a tutto lo stabile: si, a volte succede. Purtroppo questa prassi, adottata dalle società fornitrici di luce e gas, non è alquanto rara: si tratta, infatti, degli effetti dei sistemi di intestazione delle utenze che, di norma, vengono intestate al condominio intero, nonostante la presenza di contatori individuali. In tali fattispecie, quando l’amministratore di condominio non riesce a riscuotere tutti i canoni mensili dovuti, non paga il dovuto ai fornitori, i [...]

Cartella esattoriale di equitalia » Illegittima se consegnatario firma nello spazio del destinatario

Cartella esattoriale o altro atto di Equitalia? La firma irregolare non prova la completezza e la legittimità dell’attività del postino. Capita spesso: a casa vostra si presenta il postino a consegnare una cartella esattoriale di Equitalia o un accertamento dell’Agenzia delle Entrate, ma, presso l'abitazione, non è presente l’effettivo destinatario. Avviene, così, che la cartella esattoriale viene ritirata da un familiare convivente o da un’altra persona addetta alla ricezione degli atti. In tale fattispecie, il consegnatario firma la relata di notifica per ricevuta. Ebbene, attenzione a questa evenienza: qualora la sigla venga messa nel posto sbagliato, la notifica viene considerata illegittima. Ciò è [...]

Mantenimento della prole » Regali ai figli non valgono come sostitutivo

Nell'ambito di una separazione personale, i regali fatti alla prole da parte del genitore non affidatario non assolvono dagli oneri dell'assegno di mantenimento I contributi economici materiali che, pur comportando impegno di risorse a vantaggio mediato del minore, non siano armonici al coordinamento delle sue esigenze primarie, non sono idonei all'adempimento dell'obbligo del mantenimento. Ciò è quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, con sentenza 23017/14. Il principio espresso dalla Corte è facilmente comprensibile, i regali fatti ai propri figli, più o meno costosi, non possono rientrare nell'importo dovuto all’ex coniuge (affidatario) per il mantenimento della prole. In particolare, chiariscono gli Ermellini, non è [...]

Cartella esattoriale » E' legittima se notificata alla domestica

E' legittima la cartella esattoriale consegnata a mano alla domestica? È valida la notifica della cartella esattoriale effettuata nelle mani della domestica dal postino: l'atto può essere impugnato solamente nel caso in cui il contribuente dimostri l'inesistenza del rapporto di lavoro. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 19065/14. Da quanto si evince dalla pronuncia in esame, in tema di procedimento di notifica della cartella esattoriale, gli Ermellini hanno tenuto a precisare che si applica il principio secondo cui, in caso di notifica, la qualità di persona di famiglia o di addetta alla casa, all'ufficio o all'azienda di chi ha ricevuto [...]

Agevolazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie e per il risparmio energetico

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Il DL stabilità 2014, approvato dal Governo il 15 ottobre 2013, ha prorogato il Bonus Mobili fino al 31 dicembre 2014.  Il presente Vademecum è stato realizzato per informare il lettore sui recenti chiarimenti di fonte ministeriale e dell'Agenzia delle Entrate relativi alle modalità applicative del Bonus Mobili, con particolare riferimento a quanto previsto dalla legge numero 90/2013.  Bonus mobili - Di cosa si tratta Il decreto legge numero 63 del 4 giugno 2013 ( "Decreto Eco-bonus") convertito dalla [ leggi tutto » ]

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

tutela del debitore e della sua privacy, difesa dai creditori – consigli.

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Sono stata segnalata al CRIF come cattiva pagatrice (ho saltato 4 rate da pagare) ma poi ho liquidato tutto alla società finanziaria in un unica soluzione, (questi mi avevano assicurato che non ero stata segnalata) ebbene dopo 1 anno mi è arrivato un avviso di pagamento di 161. 00 euro per spese legali e interessi.  Adesso non risulto più nell’elenco dei protestati, risulto nell’elenco “dei ritardatari nei pagamenti a rate” (4 rate), che, come ho appena scritto, ho liquidato il mio debito con un anno di anticipo.  Come devo fare per farmi cancellare dall'elenco dei ritardatari? Coloro [ leggi tutto » ]

La prescrizione – Quando il creditore non può più pretendere il pagamento del debito

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani
indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Il regresso del portatore contro i giranti, il traente e gli altri obbligati si prescrive in sei mesi dallo spirare del termine di presentazione.  Le azioni di regresso tra i diversi obbligati al pagamento dell'assegno bancario gli uni contro gli altri si prescrivono in sei mesi a decorrere dal giorno in cui l’obbligato ha pagato l'assegno bancario o dal giorno in cui l’azione di regresso è stata promossa contro di lui (articolo 75 L. A. ).  Trascorso tale termine è sempre possibile l’azione causale, che è l’azione derivante dal rapporto fondamentale che ha dato causa all'emissione dell'assegno, [ leggi tutto » ]

Come verificare l’iscrizione del proprio nominativo nell’elenco dei cattivi pagatori e chiederne la cancellazione

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Le disposizioni, di natura amministrativa, dettate dal Bankitalia per regolare le modalità e i presupposti della segnalazioni in Centrale Rischi (CR) prevedono che il creditore, anche quando addiviene ad una definizione transattiva in relazione a crediti classificati a sofferenza, sia sempre tenuto, anche a pagamento eseguito, a procedere alla segnalazione, sebbene limitatamente alla quota parte dell'importo non recuperato, in quanto non coperto dalla transazione.  Specifica, infatti, la circolare numero 139 dell'11 febbraio 1991 (14° aggiornamento) al secondo capitolo, paragrafo 5. 5, che devono [ leggi tutto » ]

Come pagare a rate la cartella esattoriale

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Equitalia e la nuova rateazione: i requisiti e le somme.  Ecco tutto ciò che c'è da sapere se si vuole dilazionare in 10 anni la cartella esattoriale e fare pace con l'agente della riscossione.  Il prontuario.  Sono svariate migliaia i cittadini e le imprese che hanno atteso che diventasse operativa la misura delle 120 rate.  La nuova disposizione dà la possibilità a chi ha ricevuto una cartella esattoriale di dilazionare la somma dovuta in 120 rate, contro le 72 già previste da un precedente provvedimento.  Ma quali requisiti servono accedervi? A quali condizioni? E cosa cambia [ leggi tutto » ]

Difendersi dalle multe – quando il verbale è nullo e la sanzione inefficace

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

È nulla la multa per eccesso di velocita' se il dispositivo mobile non è segnalato dall'agente accertatore con un un cartello.  Tuttavia il verbale non deve riportare il tipo di avviso usato dalla stradale per avvertire gli automobilisti.  Questo importante concetto, comunque ancora da accertare in via definitiva, è stato stabilito dal Tribunale di Milano il quale, con la sentenza 8932/2013, ha chiarito che: In materia di Codice della Strada, ed in particolare di dispositivi di controllo del traffico, è fatto obbligo all'amministrazione di segnalare preventivamente la presenza degli stessi [ leggi tutto » ]

Guida alla individuazione dei componenti il nucleo familiare nella dichiarazione sostitutiva ISEE e per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

L'indicatore della situazione economica equivalente, entrato ormai nel linguaggio corrente con il suo acronimo di ISEE, sulla base della delega contenuta nell'articolo 59 della legge 49 del 27 dicembre 1997, è stato introdotto in via sperimentale come sistema unificato di valutazione della situazione economica per la richiesta di prestazioni assistenziali legate al reddito con decreto legislativo 130 del 31 marzo 1998 poi modificato dal Dlgs 130 del 3 maggio 2000 e dall'articolo 1, comma 344, della legge 244 [ leggi tutto » ]

Tutela consumatore assicurazione RC auto

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Quali sono le conseguenze cui si va incontro se alla scadenza dell'Rc auto non si rinnova immediatamente la polizza? Scopriamole con la lettura dell'articolo.  La compagnia di assicurazione con cui si è stipulata l'rc auto è obbligata ad avvisare il contraente della scadenza del contratto con preavviso di almeno 30 giorni.  Nell'immediato della scadenza, inoltre, è tenuta a mantenere comunque operante la garanzia prestata con il precedente contratto assicurativo fino all'effetto della nuova polizza, oppure fino al quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto stesso.  Ciò [ leggi tutto » ]

Multe – ricorso al Prefetto e al Giudice di pace

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Si ragiona spesso sull'efficacia del sistema degli autovelox e sulla validità delle multe elevate con questo strumento elettronico.  Questi apparecchi di rilevazione costituiscono un vero e proprio sollazzo per le casse delle pubbliche amministrazioni locali.  La loro utilizzazione diffusa viene ritenuta, almeno in via potenziale, conforme alla legge.  Per cui, nel tempo continueranno ad essere messe a punto apparecchiature sempre più sofisticate e di certo si estenderà notevolmente l’ambito territoriale in cui la macchina [ leggi tutto » ]

hai domande sui debiti?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate nel blog e che riguardano debiti, società di recupero crediti, prestiti, finanziamenti, cessioni del quinto dello stipendio e/o della pensione, elenchi dei cattivi pagatori, protesti, protestati, sistemi di informazioni creditizie (SIC), pignoramenti ecc.?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda sui debiti clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

hai domande su fisco e tasse?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che riguardano fisco, tasse, inps, cartelle esattoriali, avvio attività, ma non sono ancora state trattate sul blog?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda su fisco e tasse clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

hai domande sui mutui?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate sul blog e che riguardano i mutui, la convenienza dei tassi fissi o variabili rispetto alle proprie esigenze, il calcolo degli interessi, i piani di ammortamento, la rinegoziazione o ricontrattazione, la portabilità o surrogazione, l’estinzione anticipata, l’accordo fra ABI ed asscociazioni dei consumatori sulla sospensione del pagamento delle rate del mutuo ?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda sui mutui clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

hai domande sulle multe?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate sul blog e che riguardano le multe, la notifica delle multe, le cartelle esattoriali originate da sanzioni amministrative ed i ricorsi contro tali sanzioni?

Gli esperti del blog sapranno certamente aiutarti.

Per porre una domanda su multe e ricorsi clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

hai domande su isee?

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Hai domande da fare su questioni che non sono ancora state trattate nel blog e che riguardano ISEE, Dichiarazione Sostitutiva Unica, famiglia anagrafica, nucleo familiare, convivenza anagrafica, assegni familiari ecc.?

Il consulente del blog cercherà di aiutarti.

Per porre una domanda su isee e sulle misure di sostegno al reddito clicca qui.

Ricorda, fare una domanda non costa nulla, non farla a volte può costare caro!!!

entra nel forum

Come difendersi dagli esattori delle società di recupero crediti

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

In allegato al presente post potete trovare un esempio di come NON devono essere inviate comunicazioni ai debitori da parte dei creditori.  Il creditore in questione è un'importante società cessionaria di crediti, che opera a livello nazionale.  Analizziamo le scorrettezze della presente comunicazione: la comunicazione è arrivata a mezzo cartolina postale, aperta e leggibile da chiunque.  Contiene inoltre nel testo elementi che possono ricondurre al recupero crediti.  La somma di questi due elementi è stata sanzionata [ leggi tutto » ]

La prescrizione della cartella esattoriale

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Per la cartella esattoriale può intervenire una prescrizione quinquennale (prescrizione breve) ed una decennale (prescrizione lunga).  La Corte di Cassazione ha avuto modo di rilevare che la cartella di pagamento è un atto amministrativo che risulta privo dell'attitudine a modificare il termine di prescrizione  con la conseguenza che il precedente termine prescrizionale di cinque anni ricomincia nuovamente a decorrere dalla notifica della cartella (sentenza della Corte di Cassazione numero 12263 del 25/05/2007).  Una eccezione è però rappresentata dalla cartella esattoriale emessa per la riscossione [ leggi tutto » ]

Assegni familiari disoccupazione e sostegno al reddito

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

L'articolo 211 della legge 19 maggio 1975 numero 151 prevede che Il coniuge cui i figli sono affidati ha diritto in ogni caso a percepire gli assegni familiari per i figli, sia che ad essi abbia diritto per un suo rapporto di lavoro, sia che di essi sia titolare l'altro coniuge Pertanto, la norma attribuisce gli assegni familiari corrisposti per i figli al coniuge con cui convive la prole, indipendentemente da quanto percepito a titolo di concorso al mantenimento da parte dell'altro genitore.  Ed indipendentemente dal fatto che siano percepiti in forza del rapporto di lavoro del coniuge affidatario [ leggi tutto » ]

Tutela del consumatore – acqua luce e gas

indebitati.it   la comunità dei debitori e dei consumatori italiani

Nel settore energetico (fornitura di energia elettrica e gas), le istruttorie chiuse nel 2012 in materia di tutela del consumatore si sono concentrate sul fenomeno delle cosiddette attivazioni di forniture non richieste e su quello delle offerte di tariffe scontate.  Sono state concluse due istruttorie nei confronti delle società Eni ed E. On relative alle modalità di acquisizione dei clienti sia nel mercato delle forniture di energia elettrica che nel mercato del gas.  Le indicate istruttorie, [ leggi tutto » ]

Un debito è un debito, è un fatto, un numero, una conseguenza di circostanze. Un debito non è nè bello, nè brutto, è misurabile, è circoscrivibile, è aggirabile. Talvolta un debito aiuta, talvolta è un nemico, ma si puó sempre affrontarlo, sconfiggerlo, o venirci a patti. Un debito non è alla fine cosí terribile se si conoscono le regole del gioco, un po’ come il diavolo, che è meno brutto se si ha la forza e il coraggio di guardarlo negli occhi. Terribile invece è vedere una società fondata sui consumi, che marginalizza chi non riesce a starle al passo. Terribile è vedere tanta gente che di fronte all’indebitamento ed ai problemi contingenti, si perde d’animo e non riesce più a pensare al domani. E’ per costoro che nasce questa comunità, perché nell’oscurità, piuttosto che disperarsi, è sempre meglio accendere una candela. (Antonio Iuri Donati)

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it