Nucleo familiare nella dichiarazione sostitutiva ISEE - guida alla individuazione dei componenti


Per aver diritto all’erogazione di prestazioni sociali agevolate,  gli assegni familiari o il bonus elettrico (sconti sulla bolletta della luce) e' richiesta la presentazione della dichiarazione sostitutiva ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente).

La dichiarazione sostitutiva unica DSU/ISEE

La dichiarazione sostitutiva unica DSU/ ISEE non e' un adempimento necessario per tutti gli utenti dei servizi sociali. La dichiarazione e' necessaria solo quando il cittadino intende richiedere una prestazione sociale agevolata la cui  modalita' di erogazione  dipende dalla sua situazione economica e patrimoniale.

Una delle difficolta' insite nella compilazione della dichiarazione sostitutiva ISEE e' la determinazione del nucleo familare. Dalla composizione del nucleo familiare, infatti, dipende poi la valutazione della situazione patrimoniale e reddituale del richiedente che, a sua volta,  determina il diritto a fruire delle prestazioni sociali agevolate concesse dallo Stato, dalle Regioni o dai Comuni.

Questo articolo vuole essere una guida utile (si spera) a comprendere come, nella determinazione del nucleo familiare ai fini ISEE, si intersechino spesso  concetti legati alla famiglia anagrafica, ai soggetti fiscalmente a carico ed alla convivenza anagrafica del richiedente.

L’articolo potra' essere utile anche quando sono previsti tetti al reddito del nucleo familiare per godere di  benefici statali, regionali e comunali (bonus famiglie ad esempio).  In questi casi, infatti, pur non entrando in gioco direttamente la dichiarazione ISEE, e' sempre necessario individuare quali siano i componenti del nucleo familiare.

Offri il tuo contributo virtuale alla visibilità di indebitati.it

Stai leggendo Nucleo familiare nella dichiarazione sostitutiva ISEE - guida alla individuazione dei componenti Autore Marzia Ciunfrini Articolo pubblicato il 18 giugno 2013 Ultima modifica effettuata il 5 settembre 2014 Classificato nelle categorie ISEE - guide per individuazione nucleo familiare e accesso ai benefici Etichettato con tag , , , , Archiviato nella sezione origine dei debiti » famiglia lavoro e sostegno al reddito – isee iseeu nucleo familiare e famiglia anagrafica » ISEE ISEEU nucleo familiare famiglia anagrafica Letture 1 Numero di commenti e domande: 436

Se hai un account Google+ o Facebook e navighi con un browser aggiornato, puoi contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

Se vuoi restare informato sui contenuti del sito, iscriviti alla newsletter o al feed di indebitati.it

Per inserire un commento o una domanda devi prima autenticarti cliccando qui

Commenti e domande dei lettori

  • Devi essere registrato e connesso per poter inserire un commento o un quesito. Se non sei un utente registrato, puoi commentare gli articoli o inserire un quesito nel forum, anche con un account Facebook o Google+.

  • oinotna 31 dicembre 2013 at 15:40

    Salve vorrei porvi un quesito,

    ho un appartamento in affitto dove vivo con mia moglie,
    il proprietario ha la residenza nell’ appartamento in cui vivo ed ho in affitto con regolare contratto.
    Vorrei sapere se ai fini ISEE mi può dare problemi, visto che vorrei avere agevolazioni fiscali.
    il CAF mi ha detto che il reddito del proprietario va sommato al mio e quello di mia moglie, è vero?
    Grazie, Antonio.

    • Ludmilla Karadzic 31 dicembre 2013 at 16:44

      Quando due coniugi acquisiscono la residenza anagrafica presso un’unità abitativa dove risiede anche il proprietario, devono chiedere, per evitare problemi con la Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE, la formazione di una famiglia anagrafica distinta da quella che già occupa l’appartamento (il padrone di casa). Ciò può essere ottenuto se fra i due coniugi ed il locatore non sussistono vincoli di parentela ed affinità, nonché giustificando la nuova sistemazione logistica come temporanea (temporaneo è anche un secolo), riconducibile a motivi di lavoro, di assistenza ad un parente che abita lì vicino oppure a semplice ospitalità.

      Se ciò non è stato chiesto, l’ufficiale di anagrafe deve procedere a registrare un’unica famiglia anagrafica (in pratica inserisce proprietario di casa e coniugi affittuari nello stesso stato di famiglia).

      Ed allora, quando si va al CAF per avere supporto nella stesura della DSU-ISEE vengono richieste informazioni relative ai redditi del padrone di casa. Perché i conviventi iscritti in un’unico stato di famiglia (padrone di casa e i due coniugi) formano necessariamente un nucleo familiare unico.

1 181 182 183