In caso di mancato pagamento della cambiale, cosa si può fare?

La banca mi ha appena comunicato che alcune cambiali non sono state pagate.Cosa posso fare per ottenere le somme in pagamento?

Attendo una risposta. Grazie

Rodolfo Schicchignola, Treviso

Le azioni fattibili in caso di mancato pagamento sono:

  1. Esecuzione forzata sul patrimonio del debitore, servendosi della cambiale come titolo esecutivo (purche’ sia in regola con i bolli). Cio’ iniziando con un atto di precetto, magari con l’aiuto di un legale, e proseguendo con l’eventuale pignoramento e vendita coatta dei beni del debitore.
  2. Il procedimento ingiuntivo. Cio’ in particolare nel caso in cui non si possa far valere la cambiale come titolo esecutivo. Ci si dovra’ rivolgere al giudice per l’emanazione di un decreto ingiuntivo su cui basare poi l’azione di esecuzione forzata detta sopra. Oltre a disporre del titolo di credito impagato si dovra’ dare prova scritta del proprio credito, mediante un contratto, una fattura, etc.etc.
  3. L’ordinario giudizio di cognizione.. Cio’ nel caso in cui non si possa far valere la cambiale come titolo esecutivo ne’ si abbiano elementi tali da poter ottenere un decreto ingiuntivo. La via è ovviamente piu’ complessa e lunga delle precedenti perche’ deve essere completamente accertata l’esistenza del proprio credito (il titolo di credito, non avendo valore di titolo esecutivo, non costituisce prova). La via è un normale processo civile con il quale si chiama in giudizio il debitore, con richiesta al giudice di accertare il credito e, conseguentemente, condannare il debitore a pagare.

La prima azione descritta è la classica azione cambiaria, perche’ si basa sul possesso di titolo di credito avente piena efficacia di titolo esecutivo, documento che gia’ di per se’ certifica un credito ed un diritto ad agire di conseguenza, quasi automaticamente.

L’azione cambiaria puo’ essere :

  • diretta quando viene fatta contro gli obbligati principali, ovvero il trattario/ accettante (nel caso di tratte) o l’emittente (nel caso di paghero’) e contro i loro eventuali avallanti. Questa azione segue tipicamente il mancato pagamento del titolo;
  • di regresso quando viene fatta contro gli altri obbligati (nel caso di tratta il traente, i giranti e il loro avvallanti oppure contro il terzo che ha accettato “per intervento”, nel caso di paghero’ i giranti e i loro avallanti), dopo aver chiesto infruttuosamente il pagamento agli obbligati principali oppure nel caso particolare di rifiuto dell’accettazione da parte del trattario (in questo caso il protesto sara’ a carico del traente o di uno degli altri obbligati in solido, come un girante per esempio).

L’azione diretta non necessita di particolari formalita’, mente quella di regresso è subordinata alla levata del protesto (sono escluse solo le azioni di regresso conseguenti al fallimento del trattario o del traente, per le quali è sufficiente la sentenza).

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Stai leggendo In caso di mancato pagamento della cambiale, cosa si può fare? Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il 30 ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il 9 aprile 2014 Classificato nelle categorie recupero crediti - domande e risposte Etichettato con tag , , . Archiviato nella sezione FAQ – domande e risposte frequenti » FAQ su recupero crediti – procedure giudiziali e stragiudiziali Numero di commenti e domande: 11 Clicca qui per inserire un commento o porre una domanda

Approfondimenti e integrazioni

Commenti e domande dei lettori

  • Devi essere loggato per poter inserire un commento o un quesito.
  • luca 27 gennaio 2010 at 04:08

    Buongiorno,
    se le cambiali emesse da una società srl a socio unico non vengono onorate perchè la società chiude o fallisce , che coseguenze creano alla figura del titolare della società ?

    Grazie

    • cocco bill 27 gennaio 2010 at 07:55

      Potrebbero essere protestate, con un effetto negativo derivante dall”iscrizione al RIP per il soggetto giuridico e l’amministratore/socio unico.

      Dopo il fallimento e nel caso in cui il beneficiario non si sia insinuato nel passivo, qualora venissero riscontrate responsabilità dell’amministratore, le cambiali potrebbero costituire la base per un’azione esecutiva finalizzata ad aggredire il patrimonio dell’amministratore/socio unico.

1 5 6 7

.