Tutela del consumatore - Contratti per la fornitura di servizi di TLC che si concludono per telefono (Teleselling)

La tutela offerta dal Codice del consumo deve essere assicurata in misura ancor più decisa nel caso di contratti che riguardano la fornitura di servizi di interesse economico generale, come i servizi di comunicazioni elettroniche, per i quali, non a caso, la disciplina di settore, stabilisce precisi obblighi informativi, ulteriori rispetto a quelli generali del Codice del consumo.

In tema di contratti per la fornitura di servizi di comunicazioni elettroniche (fonia ed accesso ad internet) che si concludono per telefono (teleselling), il rimedio offerto dal Codice, consistente nell'esercizio del diritto di recesso dopo un'eventuale definizione non pienamente consapevole del contratto da parte del consumatore, potrebbe rivelarsi inefficace, attesa l'impossibilità per l'utente, nel caso sia stata già avviata la procedura di trasferimento della linea da un operatore ad un altro, di tornare al precedente fornitore.

Per questo motivo, l'Autorità per le Garanzie nelle COMunicazioni (AGCOM) ha ritenuto opportuno fornire orientamenti di tutela del consumatore in ordine all'applicazione della disciplina sui requisiti formali per i contratti a distanza, con particolare riferimento ai contratti per la fornitura di servizi di comunicazioni elettroniche che si concludono via telefono.

L'operatore che intende concludere per telefono un contratto per la fornitura di servizi di comunicazioni elettroniche fornisce al consumatore, nel corso della comunicazione telefonica, le seguenti informazioni, in modo chiaro e comprensibile:

  1. l'identità dell'operatore e lo scopo commerciale della telefonata;
  2. le generalità o, quantomeno, il codice identificativo dell'incaricato chiamante;
  3. le altre informazioni previste dal Codice del consumo, ovvero le informazioni precontrattuali riguardanti le caratteristiche principali dei beni o servizi, il prezzo totale, la facoltà di esercitare il diritto di recesso, la durata del contratto e, nel caso di contratti a tempo indeterminato, le condizioni di risoluzione;
  4. la procedura da seguire per il perfezionamento del contratto.

Se il consumatore accetta di concludere il contratto, l'operatore invia la conferma dell'offerta, contenente tutte le informazioni previste dalla normativa vigente, presso l'indirizzo comunicato dal cliente.

Previo consenso esplicito del consumatore, la conferma può essere inviata dall'operatore anche su supporto durevole, ad esempio come allegato ad un'e-mail, o tramite invio o comunicazione di un link di accesso ad un account privato nella titolarità del cliente finale sul sito web del venditore contenente le informazioni indirizzate al cliente, a condizione che le medesime informazioni non possano essere rimosse o modificate unilateralmente dal venditore.

Il contratto si considera vincolante per il consumatore dal momento in cui questi comunica all'operatore l'accettazione dell'offerta, dopo aver preso visione della conferma dell'offerta. Detta comunicazione può essere resa anche su supporto durevole, ad esempio tramite e-mail o sms, ovvero mediante accettazione telematica.

Il termine per esercitare il diritto di recesso decorre dal momento in cui il consumatore invia all'operatore la comunicazione di accettazione dell'offerta.

9 ottobre 2015 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Tutela del consumatore: fonia ed internet » Il riepilogo
Grazie alle attuali liberalizzazioni introdotte in materia di tutela del consumatore per la telefonia, sono stati previsti una serie di diritti hanno carattere obbligatorio. Pertanto, sono da considerarsi nulle, e quindi contestabili, tutte quelle clausole di un contratto che risultano difformi dalla previsione normativa. Chiariamo quali all'interno dell'articolo. Il costo ...
Tutela del consumatore – attività antitrust nel settore della fornitura di servizi di TLC
L'esigenza di coniugare le finalità istituzionali di tutela dei consumatori e della concorrenza ha indirizzato l'intervento dell'Autorità verso quelle pratiche che hanno ridotto la mobilità dei consumatori minando lo sviluppo e la fiducia nei mercati liberalizzati, quali da un lato gli ostacoli al recesso e dall'altro l'acquisizione di nuovi clienti ...
Disservizi voce ed internet - L'utente può chiedere il risarcimento danni all'operatore con cui ha stipulato il contratto di fornitura
Un professionista stipulava con un operatore telefonico alternativo (OLO) un contratto per la fornitura di servizi telefonici relativi alla rete fissa (chiamate voce ed ADSL per l'accesso ad internet). L'utente conveniva in giudizio l'operatore, rilevando il non corretto funzionamento dei servizi e chiedendone la condanna al risarcimento dei danni. I ...
Contratto per la fornitura di energia elettrica attivato con vocal ordering senza l'invio successivo del contratto? » Scatta il risarcimento danni per il consumatore
Scatta il risarcimento danni non patrimoniale per il consumatore a cui sia stato attivato un contratto per la fornitura di energia elettrica con la tecnica del vocal ordering, ma senza il successivo invio del contratto scritto. Cominciamo dicendo che per vocal ordering si intende l'acquisizione del consenso attraverso la registrazione ...
Illegittima la modifica unilaterale al contratto di fornitura dei servizi telefonici
Linea dura contro le compagnie telefoniche che modificano senza il consenso dell'utente il contratto. Infatti, ha diritto al rimborso per l'autoricarica scaduta chi ha perso il suo credito a seguito della scadenza introdotta dal gestore di telefonia. Non sono ammesse, neppure dopo le "lenzuolate" Bersani, condizioni che peggiorano la posizione ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su tutela del consumatore - contratti per la fornitura di servizi di tlc che si concludono per telefono (teleselling). Clicca qui.

Stai leggendo Tutela del consumatore - Contratti per la fornitura di servizi di TLC che si concludono per telefono (Teleselling) Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 9 ottobre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 9 ottobre 2015 Classificato nella categoria tutela consumatori - fonia adsl RAI e pay tv Inserito nella sezione tutela consumatori.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca