ricorso contro multe degli ausiliari del traffico

Gli ispettori delle aziende di trasporto pubblico possono sanzionare solo chi sosta all'interno delle corsie riservate

Giuseppe Pennuto - 18 Febbraio 2016

Il legislatore ha inteso conferire agli ausiliari del traffico, ai fini di semplificazione dell'attività amministrativa, il potere di prevenire ed accertare infrazioni al codice della strada in alcune ipotesi tassative. Una prima, è costituita dalle infrazioni concernenti la sosta di autoveicoli nelle aree soggette a concessione di parcheggio, in ordine alla quale le funzioni di prevenzione ed accertamento possono essere svolte dagli stessi dipendenti della società concessionaria. Una seconda, concernente la sosta nell'ambito del territorio del Comune, nella quale le funzioni di prevenzione ed accertamento delle relative infrazioni sono attribuite ai dipendenti comunali. Una terza, infine si riferisce agli ispettori [ ... leggi tutto » ]

Ricorso al verbale di multa elevato da un ausiliare del traffico per circolazione in corsia riservata ai mezzi pubblici

Giuseppe Pennuto - 22 Novembre 2014

Gli ausiliari del traffico sono legittimati ad accertare e contestare le violazioni al codice della strada solo se queste ultime concernano le disposizioni in materia di sosta, ma non sono abilitati a rilevare infrazioni inerenti a condotte diverse, come quelle attinenti alla circolazione in corsie riservate ai mezzi pubblici, le quali possono essere contestate, oltre che dalla polizia municipale, anche dal personale ispettivo delle aziende di trasporto pubblico. Ne consegue che, proprio perché la legittimazione degli ausiliari del traffico e quella del personale ispettivo delle aziende di trasporto pubblico è ricondotta al possesso di requisiti specifici fissati dalla legge che [ ... leggi tutto » ]

Multa per mancato rispetto delle norme sui parcheggi » nulla se l'ausiliario che l'ha elevata non è abilitato

Andrea Ricciardi - 29 Ottobre 2014

Multa per divieto di sosta o parcheggio senza ticket sulle strisce blu: se l'ausiliare del traffico non è abilitato può essere nulla. Nel giudizio di opposizione al verbale di multa, di fronte alla contestazione del trasgressore, è il Comune che deve dimostrare come l'accertatore fosse autorizzato a rilevare l'infrazione alle norme sui parcheggi. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con ordinanza 22867/14. Da quanto si evince dalla pronuncia in esame, può essere considerata illegittima la multa se gli enti locali non riescono a dimostrare la valida nomina degli ausiliari del traffico. Potrebbero essere annullabili, dunque, tutte le [ ... leggi tutto » ]

Gli ausiliari del traffico non sono tutti uguali - bisogna distinguere i dipendenti comunali dai dipendenti delle concessionarie della gestione dei parcheggi

Giuseppe Pennuto - 13 Ottobre 2014

La legge stabilisce che i comuni possono, con provvedimento del sindaco, conferire funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni in materia di sosta a dipendenti comunali o a dipendenti delle società di gestione dei parcheggi. Per questi ultimi, solo limitatamente alle aree oggetto di concessione. Tali funzioni possono essere conferite anche al personale ispettivo delle aziende esercenti il trasporto pubblico di persone, insieme a quelle relative alla prevenzione ed all'accertamento in materia di circolazione e sosta sulle corsie riservate al trasporto pubblico. Le funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni comprendono anche il potere di contestazione immediata nonché di redazione [ ... leggi tutto » ]

Multa per divieto di sosta elevata dagli ausiliari del traffico » e' legittima se sussiste l'incarico del comune

Andrea Ricciardi - 9 Ottobre 2014

E' valida la multa per divieto di sosta in zona pedonale, elevata dall'ausiliario del traffico, se c'è stato l'incarico del Comune. L'ausiliario del traffico può fare la multa a chi parcheggia in zona pedonale, anche se fuori dall'area in concessione, a patto che vi sia un'autorizzazione del Comune. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 21268/14. Da ciò che si evince dalla suddetta pronuncia, si può essere multati dagli ausiliari della sosta anche se si posteggia in un'area pedonale. La competenza limitata alle strisce blu e alle loro immediate vicinanze vale solo per i dipendenti delle società concessionarie [ ... leggi tutto » ]

Multa elevata da ausiliario del traffico » dev'essere specificata la qualifica del verbalizzante altrimenti è da annullare

Gennaro Andele - 22 Luglio 2014

La multa, per aver sostato senza pagare il parchimetro, va annullata se ad eseguirla è stata un ausiliario del traffico senza qualifica da verbalizzante concesso dalla ditta appaltatrice. Deve essere annullato il verbale di multa per aver lasciato l'autovettura in sosta omettendo il pagamento se non è specificata la qualifica del verbalizzante, dipendente della ditta appaltatrice: in caso di contestazione, spetta all'ente accertatore provare che la violazione sia stata accertata da un soggetto specificamente abilitato, non essendo sufficiente che eventualmente il verbale rechi la mera qualificazione dell'operante come ausiliario del traffico. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Tribunale di Arezzo [ ... leggi tutto » ]

Multe da ausiliario del traffico » discutiamo su legittimità e possibile ricorso

Tullio Solinas - 12 Febbraio 2014

Vi siete visti elevare una o più multe da un ausiliario del traffico? Niente paura. Si continuano a vedere per le strade, imperterriti, gli ausiliari della sosta, altrimenti detti vigilini che continuano a sanzionare gli automobilisti in base agli Articoli 7 e 158 del codice della strada, ovvero le disposizioni normative che regolano le modalità di parcheggio e sosta nei centri abitati. Queste multe, si sa, aiutano spesso le casse comunali, molto meno i malcapitati automobilisti. Ora, sempre più decidono di non pagare, presentando il ricorso al Giudice di pace, se le multe sono emesse dagli ausiliari. Complice una doppia [ ... leggi tutto » ]

Schema di ricorso contro le multe elevate dagli ausiliari del traffico

Giuseppe Pennuto - 25 Agosto 2013

Esistono due tipi di ausiliario:i dipendenti comunali, di società municipalizzate o miste pubblico-private, di società private; e i dipendenti delle società che esercitano il trasporto pubblico. Ci sono volute successive leggi, circolari e sentenze della Cassazione per arrivare a stabilire che si tratta di pubblici ufficiali, indipendentemente se siano legati alla Pubblica amministrazione da un rapporto di lavoro pubblico oppure privato: i loro atti hanno la stessa validità di quelli della Polizia. Come se non bastasse, sovente i sindacalisti avanzano l'ipotesi che gli ausiliari guadagnano anche in base al numero di multe date: sarebbero quindi incentivati a sanzionare. E ancora: [ ... leggi tutto » ]

Gli ausiliari del traffico possono elevare solo multe per divieto di sosta

Giuseppe Pennuto - 16 Agosto 2013

Da molto tempo si discute sulla validità delle multe emesse dagli ausiliari del traffico, i così detti “vigilini”, istituiti con la legge 15.5.1997 numero 127, più comunemente nota come legge Bassanini bis. Con la sentenza in esame la Corte di Cassazione ha finalmente messo fine alla diatriba affermando il principio secondo cui le uniche multe che gli ausiliari sono competenti ad emettere, sono quelle aventi ad oggetto la sosta dei veicoli e limitatamente alle aree oggetto di concessione. Viceversa sono assolutamente incompetenti per le rilevazioni di altre e diverse infrazioni. Il caso di specie riguarda un automobilista di Roma che, [ ... leggi tutto » ]

La multa – il verbale e la sua notifica

Giuseppe Pennuto - 30 Luglio 2013

Quando si viola una delle disposizioni del codice della strada si è soggetti ad una sanzione amministrativa (pecuniaria e, quando previsto, accessoria) la cui applicazione è disciplinata, oltre che dallo stesso codice anche dalla legge 689/81. In questo articolo vogliamo approfondire le modalità di contestazione e notifica dei verbali, nonchè le caratteristiche salienti degli stessi, corredando, laddove possibile, le varie disposizioni di legge con alcune importanti ed autorevoli sentenze. I principali organi che possono occuparsi della contestazione e della notifica delle sanzioni relative ad infrazioni stradali sono: in via principale la polizia stradale; la polizia di stato; l'arma dei carabinieri; [ ... leggi tutto » ]