prescrizione azione diretta azione di regresso e causale per assegni e cambiali



Cambiale non pagata – prescrizione dell’azione diretta di regresso e causale

Piero Ciottoli - 5 Ottobre 2014


Com'è noto le cambiali, a differenza degli assegni e dei libretti di risparmio bancari e postali, sono soggette solo marginalmente alla normativa antiriciclaggio. Una cambiale, anche di importo superiore o uguale ai mille euro, può, infatti, essere girata. La girata di una cambiale può essere piena o in bianco. Si dice piena se insieme alla firma di colui che gira la cambiale (girante) viene apposta anche l'indicazione del giratario, ovvero del nuovo beneficiario. E' in bianco, qualora il girante non indichi il giratario, ovvero il nuovo soggetto beneficiario legittimato ad incassare la cambiale alla scadenza. In caso di girata piena, [ ... leggi tutto » ]


Assegno protestato – prescrizione dell’azione di regresso

Chiara Nicolai - 28 Agosto 2013


Il regresso del portatore contro i giranti, il traente e gli altri obbligati si prescrive in sei mesi dallo spirare del termine di presentazione. Le azioni di regresso tra i diversi obbligati al pagamento dell'assegno bancario gli uni contro gli altri si prescrivono in sei mesi a decorrere dal giorno in cui l'obbligato ha pagato l'assegno bancario o dal giorno in cui l'azione di regresso è stata promossa contro di lui (articolo 75 L.A.). Trascorso tale termine è sempre possibile l'azione causale, che è l'azione derivante dal rapporto fondamentale che ha dato causa all'emissione dell'assegno, soggetta ai termini di prescrizione [ ... leggi tutto » ]


La prescrizione del vaglia postale – per il rimborso della somma versata vale il termine decennale

Ludmilla Karadzic - 13 Giugno 2013


Il servizio di trasferimento fondi mediante vaglia postali è regolato dagli articoli 5 e 6 del dpr 14 marzo 2001, numero 144 (regolamento recante le norme sui servizi di Bancoposta). Il trasferimento della somma di denaro mediante vaglia postale si perfeziona con la consegna del vaglia postale al beneficiario. Il terzo comma dell'articolo 6 del citato dpr numero 144/2001 prescrive che il credito incorporato nel vaglia postale si prescriva il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di emissione. E' evidente che, qualora il credito incorporato nel titolo risulti prescritto, non è possibile ottenerne il pagamento. Ma, se il [ ... leggi tutto » ]


Assegno bancario risultato scoperto ed azione di regresso

Tullio Solinas - 23 Novembre 2012


Ho presentato in banca un assegno bancario senza copertura. Il rifiuto di pagamento dell'assegno è stato constatato ex articolo 45 legge numero 1736/33 in data 10.05.2011. Quali azioni posso oggi, 10.01.2012, esercitare per far valere il mio diritto, non avendo nel frattempo esercitato alcuna azione? [ ... leggi tutto » ]


Assegno circolare lasciato dalla nonna ed azione di regresso

Simone di Saintjust - 8 Novembre 2012


Mia nonna aveva lasciato da parte un assegno circolare che le aveva dato la banca come se si trattasse di denaro liquido, non pensando che ci fosse un termine per presentarlo allo sportello. L'assegno circolare è stato emesso dalla banca nel novembre 2005, per un importo superiore a 2000 euro. Ora, avendolo dato in pagamento è stata richiamata dalla banca e avvertita della non validità del titolo. Come è possibile? [ ... leggi tutto » ]