Prescrizione bollette acqua luce e gas

Bollette per la fornitura di energia elettrica, gas e acqua - prescrizione ridotta a due anni

Antonella Pedone - 13 maggio 2018

La Legge 205/2017, articolo 1, commi 4-10 (Legge di bilancio 2018), ha previsto la riduzione del termine di prescrizione da cinque a due anni per il pagamento delle bollette relative alla fornitura di energia elettrica, gas e acqua (articolo 1, comma 4 Nei contratti di fornitura di energia elettrica e gas, il diritto al corrispettivo si prescrive in due anni, sia nei rapporti tra gli utenti domestici o le microimprese, come definite dalla raccomandazione 2003/361/CE della Commissione, del 6 maggio 2003, o i professionisti, come definiti dall'articolo 3, comma 1, lettera c), del codice del consumo, di cui al decreto [ ... leggi tutto » ]

Prescrizione biennale per i conguagli relativi a consumi di luce e gas - ma, alla fin fine, si dovrà comunque pagare il conguaglio ultra biennale e ricorrere al giudice per ottenere il rimborso della pretesa prescritta

Giovanni Napoletano - 7 marzo 2018

In passato, le associazioni di consumatori hanno spesso segnalato le gravi anomalie emerse nel sistema di fatturazione all'utenza di energia elettrica e gas, consistenti in particolare nell'addebito di conguagli derivanti dalla mancata lettura del misuratore (contatore) che portano alla rilevazione delle cosiddette rettifiche tardive dei dati di misura da parte delle imprese distributrici, rettifiche che possono essere rilevate ed addebitate al cliente anche dopo anni. La legge di bilancio 2018 prevede, a partire dal primo marzo 2018, che nei contratti di fornitura di energia elettrica e gas, il diritto al corrispettivo si prescrive in due anni. Vale la pena ricordare [ ... leggi tutto » ]

La nuova prescrizione biennale delle bollette per la fornitura di luce e gas e acqua e la possibilità di sospendere il pagamento

Giovanni Napoletano - 8 gennaio 2018

Nei contratti di fornitura di energia elettrica e gas, il diritto al corrispettivo delle bollette si prescrive in due anni. In caso di emissione di fatture a debito nei riguardi dell'utente per conguagli riferiti a periodi maggiori di due anni, qualora l'Autorità garante della concorrenza e del mercato abbia aperto un procedimento per l'accertamento di violazioni del codice del consumo, relative alle modalità di rilevazione dei consumi, di esecuzione dei conguagli e di fatturazione adottate dall'operatore interessato, l'utente che ha presentato un reclamo riguardante il conguaglio nelle forme previste dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico, ha [ ... leggi tutto » ]



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca