canone rai in bolletta – dichiarazione sostitutiva per esenzione dal pagamento


Canone rai e riscossione tramite bolletta elettrica » chiarimenti e casi border-line

Andrea Ricciardi - 24 Giugno 2016


In merito al canone rai e la sua novità, ovvero la riscossione tramite la bolletta elettrica a partire dal 1 gennaio 2016, siamo lieti di presentarvi un'utile guida definitiva, la quale spazia dai chiarimenti finali fino ai casi border-line. Come ampiamente chiarito in questo blog, a partire dal 1 Gennaio 2016 sono cambiate le regole di riscossione del canone RAI ordinario, ovvero quello che grava sulle abitazioni private. Sulla base di una presunzione di legge riguardo al possesso di apparecchi “atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive” da parte di privati che abbiano un'utenza elettrica ad uso domestico [ ... leggi tutto » ]


Canone rai in bolletta elettrica per soggetto ricoverato in casa di riposo

Ludmilla Karadzic - 29 Aprile 2016


Cosa deve fare un contribuente ricoverato in una casa di riposo? Se il contribuente detiene un apparecchio tv nella propria abitazione è tenuto al pagamento del canone anche se è ricoverato in casa di riposo. Se il contribuente non possiede la TV, qualora sia titolare di un'utenza elettrica con tariffa residenziale, per evitare l'addebito del canone nella fattura elettrica, dovrà presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione. Se, invece, il contribuente non possiede la TV e non è titolare di un'utenza elettrica con tariffa residenziale (ad esempio, perché l'utenza elettrica è intestata al figlio che risiede in altra abitazione) ed [ ... leggi tutto » ]


Canone rai in bolletta elettrica e famiglia di fatto

Ludmilla Karadzic - 29 Aprile 2016


In relazione alla definizione di famiglia anagrafica rileva la certificazione del Comune competente: il Regolamento Anagrafico della Popolazione Residente (Decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223) prevede, all'articolo 13, che i soggetti effettuino dichiarazioni anagrafiche quali la costituzione di nuova famiglia o di nuova convivenza, mediante apposita modulistica per effettuare le dichiarazioni anagrafiche predisposta dal Dipartimento Affari Interni e Territoriali del Ministero dell'Interno ed adottata da ogni Comune. L'articolo 4 dello stesso Decreto evidenzia che, agli effetti anagrafici, per famiglia si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da [ ... leggi tutto » ]