Tutela consumatori - assicurazione rc - cid convenzione indennizzo diretto

Assicurazione rc auto e sinistro stradale - ammissibile l'indennizzo diretto anche se nella collisione sono stati coinvolti più di due veicoli

Giuseppe Pennuto - 22 febbraio 2017

Com'è noto, la speciale procedura dell'indennizzo diretto semplifica gli adempimenti ai fini della liquidazione del risarcimento in caso di sinistri stradali in cui si siano verificati esclusivamente danni a cose e/o danni lievi alle persone, prevedendo che i danneggiati possano rivolgersi alla propria compagnia di assicurazione, la quale gestisce la [ ... leggi tutto » ]

Sinistro stradale - la fattura non è sufficiente a provare il danno

Giuseppe Pennuto - 22 luglio 2015

In tema di risarcimento del danno conseguente a sinistro stradale, la fattura per le riparazioni effettuate non costituisce, di per sé, prova del danno, tanto più se non è accompagnata da una quietanza e, soprattutto, se proviene dalla stessa parte che intende utilizzarla in qualità di cessionaria del credito. L'ammissione [ ... leggi tutto » ]

Il vademecum sull'assicurazione rc auto a tutela del consumatore » un utile prontuario a portata dei contraenti

Gennaro Andele - 29 maggio 2015

Il vademecum sull'assicurazione rc auto a tutela del consumatore: un utile prontuario a portata dei contraenti italiani. Che cos'è l'rc auto? Cosa sono le garanzie accessorie? Quali sono i soggetti coinvolti in un contratto rc auto e, soprattutto, quali sono diritti e doveri dell'assicurato? Inoltre, come fare per sospendere e [ ... leggi tutto » ]

Compilazione cid » errata trascrizione luogo del sinistro

Gennaro Andele - 28 maggio 2014

Dopo un sinistro stradale, quando si effettua la constatazione amichevole, se nel modello CID si sbaglia a trascrivere la strada dell'incidente, la compagnia assicurativa è tenuta a pagare ugualmente il danneggiato, poichè si tratta di un semplice errore materiale. Nell'eventualità di un incidente stradale, il danneggiato non può vedersi negare [ ... leggi tutto » ]

Cid riporta luogo errato del sinistro - la compagnia assicuratrice deve pagare comunque

Gennaro Andele - 24 maggio 2014

In una precedente sentenza, i giudici di legittimità avevano stabilito che la dichiarazione confessoria del Cid, resa dal responsabile del danno, proprietario del veicolo assicurato, non ha valore di piena prova, ma deve essere liberamente apprezzata dal giudice. Una volta tanto, questo principio si rivela a favore dell'assicurato e non [ ... leggi tutto » ]

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Forum

Domande