Recupero crediti - aire e rintraccio debitori residenti estero

La cartella esattoriale – notifica al destinatario, a soggetti terzi, all'estero e per giacenza

Paolo Rastelli - 2 agosto 2013

Notificare, in termini giuridici, vuol dire "portare a conoscenza del cittadino/debitore la sua posizione debitoria" e l'obbligo di effettuare il pagamento entro un termine (nel caso specifico di 60 giorni). La cartella esattoriale, in generale, può essere notificata dagli ufficiali della riscossione o altri soggetti incaricati dal concessionario, dai messi comunali o dagli agenti della polizia municipale se vi sono apposite convenzioni con i Comuni, oppure servendosi del servizio postale, in busta chiusa spedita con raccomandata a/r. Normalmente la notifica avviene presso il domicilio fiscale del cittadino/debitore (casa di abitazione, ufficio, azienda) e viene certificata con la cosiddetta relata di [ ... leggi tutto » ]

Recupero crediti e rintraccio del debitore all'estero – aire anagrafe italiani residenti estero

Paolo Rastelli - 30 luglio 2013

L'AIRE rappresenta, in pratica, l'unico anello di congiunzione fra ultimo comune italiano di residenza e il nuovo domicilio del debitore italiano all'estero. Le società di recupero crediti, pertanto, contattano l'anagrafe della residenza registrata sui moduli di richiesta prestito. Risalgono via via ai comuni dove il debitore si è eventualmente trasferito nel frattempo. Giunti all'ultimo comune di residenza italiano, prima del trasferimento oltre confine, ottengono il domicilio all'estero del debitore. E così partono lettere di mora, ingiunzioni di pagamento, ecc. Non esiste privacy su questi aspetti. Al costo di una marca da bollo le società di recupero crediti possono richiedere il [ ... leggi tutto » ]

Recupero crediti in ambito comunitario

Simone di Saintjust - 2 aprile 2013

Vi è già capitato di fare acquisti su Internet da un altro paese dell'Unione europea, che poi non avete più ricevuto? O di comprare un computer in vacanza per scoprire, arrivati a casa, che non funziona? O ancora di avere affidato la ristrutturazione della casa di villeggiatura a un'impresa che non ha lavorato come doveva? Sono classiche situazioni, queste, in cui di solito si va per le vie legali. Ma cosa fare se il commerciante o la persona contro cui volete fare causa risiedono in un altro Stato membro? L'Unione europea ha predisposto tutto un corpus di leggi il cui [ ... leggi tutto » ]

Pignoramento dello stipendio all'estero per carta di credito in rosso

Simone di Saintjust - 22 novembre 2012

L´anno scorso ho avuto un po´di problemi in famiglia, e la mia carta di credito ed il mio conto sono andati in rosso. Adesso vivo all´estero, ma non mi registro al Consolato perche´altrimenti ho paura che mi troverebbero e che vengano qui a prendersi il debito. Possono? Il mio moroso ha comprato casa, io ci vivo, abbiamo il conto cointestato ma la casa e´a nome solo suo , cosa potrebbe capitare? Potrebbero effettuare pignoramento dello stipendio di un paese estero? Ho una piccola macchina a nome mio, l´unica cosa che e´a nome mio, se la "vendessi" al mio moroso, rimarrebbe [ ... leggi tutto » ]

Equitalia e debiti per un lavoratore all'estero

Chiara Nicolai - 27 settembre 2012

Io sono un Italiano che fino all'anno scorso gestivo una attività in Italia, poi la crisi mi ha messo in ginocchio ed ho dovuto cederla in fitto. Adesso lavoro in Germania, ho circa 35000 euro di debiti con equitalia, e circa 18000 con finanziarie. In germania ho aperto un conto corrente ed ho residenza per lavoro in una città tedesca. Vorrei sapere, Equitalia può raggiungermi in Germania? Le finanziarie possono raggiungermi in Germania? Come devo comportarmi per non finire male in questo paese che mi da lavoro? [ ... leggi tutto » ]



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca