Studenti stranieri ISEEU parificato e contributi universitari

Studenti stranieri ISEEU parificato e contributi universitari

Alcune categorie di studenti stranieri residenti in Italia (con genitori residenti all’estero in paesi che organismi internazionali hanno unilateralmente classificato versare in condizioni di assoluta povertà) sono esentati, in pratica, dal pagamento dei contributi che, invece, gli studenti italiani residenti in Italia sono chiamati a corrispondere per la frequenza ai corsi di studio universitari. Inoltre, con il cosiddetto ISEEU parificato, gli studenti stranieri, provenienti da quei determinati paesi, vengono addirittura esonerati dall’attestare le condizioni presunte di povertà proprie e del nucleo familiare di origine.

Se analizziamo il modello parificato di ISEEU che, ad esempio, l’Università degli studi di Milano – Bicocca chiede di compilare agli studenti stranieri

Modello ISEEU parificato

notiamo che si tratta di una semplice dichiarazione di parte, che viene acquisita dall’Università e che si traduce, per gli stranieri provenienti dai paesi elencati nella tabella che segue, nell’attribuzione di un ISEE presunto (in pratica il PIL diviso per numero di abitanti) che determina la possibilità di frequentare corsi universitari gratis con in più, l’esenzione generalizzata dal produrre qualsiasi documento che attesti l’effettivo stato di povertà del nucleo familiare di origine.

Elenco Paesi con esenzione dal produrre i documenti economici esteri

Si tratta di una discriminazione evidente ai danni della popolazione studentesca universitaria nata e residente in Italia, che ormai, il più delle volte, versa in uno stato di indigenza superiore a quella presunta, generalizzata e non documentata, degli studenti stranieri. Insomma, lo stesso metodo di presunzione reddituale (valore del PIL regionale diviso per il numero di abitanti e moltiplicato per il numero (dichiarato) di appartenenti al nucleo familiare di origine) si potrebbe applicare anche agli studenti della Campania, della Calabria e della Sardegna. E, invece, provate pure a compilare, da studente italiano residente in Italia, una DSU/ISEE per l’Università …

29 Settembre 2019 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Per la domanda di reddito di cittadinanza gli stranieri extracomunitari esentati dall'obbligo di presentare la documentazione integrativa del paese di origine - Per attestare reddito percepito, patrimoni detenuti e composizione del nucleo familiare all'estero basterà una semplice autocertificazione
Come noto, il decreto legge 4/2019, in tema di reddito o pensione di cittadinanza, prevedeva l'obbligo, in capo ai cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea, di produrre in fase istruttoria, ai fini dell'accoglimento della domanda, una certificazione dell'autorità estera competente, tradotta in lingua italiana e legalizzata dall'autorità consolare italiana. Con tale certificazione avrebbero dovuto essere comprovati i requisiti reddituali, nonché la composizione del nucleo familiare, per accedere al beneficio. Ebbene, il nuovo governo, per venire incontro alle difficoltà dei cittadini extracomunitari nel reperire la documentazione necessaria nel paese di provenienza, ha deciso che per costoro basterà integrare la domanda ...

Pensioni - Riscatto agevolato dei contributi previdenziali relativi a periodi lavorativi non coperti da contribuzione o correlati alla frequenza di corsi universitari
La facoltà di riscatto dei contributi previdenziali relativi a periodi lavorativi non coperti o correlati alla frequenza di corsi universitari, introdotta dall'articolo 20 del decreto legge 4/2019, è riconosciuta in favore degli iscritti all'assicurazione generale obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti dei lavoratori dipendenti, nonché alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, e alla gestione separata, privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 e non già titolari di pensione. Condizione per l'esercizio della facoltà di riscatto è quindi l'iscrizione dell'interessato in uno dei regimi previdenziali sopra indicati; condizione che si intende verificata in presenza di almeno un contributo ...

Nucleo familiare fiscale, nucleo familiare ISEE, nucleo familiare ISEEU e nucleo per gli assegni familiari
In principio era la “famiglia anagrafica”, quella che si rileva dallo storico "stato di famiglia" che, almeno una volta, chiunque di noi ha chiesto agli uffici dell'anagrafe comunale. Poi fu introdotto il nucleo familiare ISEE, come strumento di valutazione - nelle speranze del legislatore, oggettivo ed equo - finalizzato a determinare la reale situazione patrimoniale ed economica della famiglia e ad individuare chi veramente avesse diritto alle prestazioni assistenziali, legate al reddito, erogate dalla Pubblica Ammministrazione. Fu la volta, successivamente, dell'ISEEU, un correttivo all'ISEE per limitare le troppo frequenti elusioni verificatesi nell'accesso alla riduzione delle tasse di iscrizione universitaria ed ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su studenti stranieri iseeu parificato e contributi universitari. Clicca qui.

Stai leggendo Studenti stranieri ISEEU parificato e contributi universitari Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 29 Settembre 2019 Ultima modifica effettuata il giorno 15 Settembre 2020 Classificato nella categoria Article schema org Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)