Un limite di velocità può anche operare solo in un senso di marcia


Il segnale stradale è un dispositivo atto a indicare una prescrizione, un avvertimento o una indicazione a tutti veicoli circolanti e ad ogni altro utente della strada. E’ insomma il linguaggio con il quale l’amministratore di una strada comunica agli utenti la disciplina della circolazione: regole, pericoli, indicazioni, limiti. Tali segnali operano come un provvedimento amministrativo espresso. E tali comandi espressi dalla Pubblica Amministrazione operano solo per chi nella condotta di guida lo percepisce e, dunque, nel senso della sua marcia.

Pertanto, se è presente un segnale stradale indicante un limite di velocità in un senso di marcia, l’assenza di un analogo segnale anche sul lato opposto non può comunque condurre a presumere che l’unico segnale operi anche nel senso di marcia inverso.

In tali termini si sono espressi i giudici della Corte di cassazione nell’ordinanza 17205/2017.

29 Agosto 2017 · Giuseppe Pennuto



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su un limite di velocità può anche operare solo in un senso di marcia. Clicca qui.

Stai leggendo Un limite di velocità può anche operare solo in un senso di marcia Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 29 Agosto 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 29 Agosto 2017 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)