Ritiro della patente - Si può chiedere di guidare per 3 ore al giorno

Quando l’infrazione al codice della strada prevede la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida, la patente è ritirata dall’agente di polizia che accerta la violazione.

Forse non tutti sanno che, entro cinque giorni dal ritiro, il conducente a cui e’ stata sospesa la patente può presentare istanza al prefetto (ma solo nel caso in cui dalla violazione non sia derivato un incidente) intesa ad ottenere un permesso di guida, per determinate fasce orarie, e comunque non oltre le tre ore al giorno, adeguatamente motivato e documentato per ragioni di lavoro o connesse alle agevolazioni previste dalla legge 104.

Il beneficio, infatti, può essere concesso qualora il conducente riesca a dimostrare che risulta per lui impossibile o estremamente gravoso raggiungere il posto di lavoro con mezzi pubblici, ovvero quando ricorrano i presupposti per fruire delle agevolazioni previste per l’assistenza delle persone con handicap (legge 104/92, articolo 33).

Il prefetto, nei quindici giorni successivi emana l’ordinanza di sospensione (per inciso, qualora questo termine non venga rispettato il titolare della patente può pretenderne la restituzione) indicando il periodo al quale si estende la sospensione stessa. Tale periodo e’ determinato in relazione all’entità del danno apportato ed alla gravita’ della violazione commessa. Il periodo di durata fissato decorre dal giorno del ritiro della patente.

Il prefetto valuta anche le motivazioni dell’eventuale istanza (con la documentazione allegata) presentata dal conducente cui è stata ritirata la patente, che ha chiesto di ottenere un permesso di guida limitato a determinate fasce orarie. Qualora il prefetto accolga l’istanza finalizzata al permesso temporaneo di guida, il periodo di sospensione e’ aumentato di un numero di giorni pari al doppio delle complessive ore per le quali e’ stata autorizzata la guida, arrotondato per eccesso.

L’ordinanza, che eventualmente reca l’autorizzazione alla guida, determinando espressamente fasce orarie e giorni, e’ notificata immediatamente all’interessato che deve esibirla ai fini della guida nelle situazioni autorizzate.

Questi i principali contenuti dell’articolo 218 del codice della strada.

2 Ottobre 2015 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Guida in stato di ebbrezza » Se non si impugna la sospensione della patente la stessa diventa definitiva
La sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza, se non si impugna, diventa definitiva. La sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza ha carattere cautelare ed è autonomamente impugnabile, ma se non si impugna i suoi effetti si consolidano e il destinatario non può far valere in nessuna sede giurisdizionale le proprie doglianze. Questo, in breve, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 20270/14. Come chiarito ampiamente nel nostro blog, il codice della strada prevede la sospensione della patente nei casi di guida sotto l'influenza di alcool o in stato di alterazione psicofisica per uso ...

Sospensione della patente di guida » Cosa può fare il trasgressore
In questo articolo analizzeremo i casi previsti dal codice della strada che comportano la sospensione della patente di guida, specificando, di volta in volta, la durata della sospensione. In più, forniremo qualche dritta su come e quando sia possibile impugnare la sospensione. La sospensione della patente di guida, oltre che sanzionatoria, ha natura cautelare. Ciò, in quanto è volta ad evitare che chi ha già commesso una violazione del codice della strada o delle regole amministrative o un illecito penale, reiteri la propria condotta lesiva dell'incolumità altrui. La sospensione comporta il divieto assoluto di guidare i veicoli per i quali ...

Patente a punti: dalla sospensione passando per il ritiro fino alla comunicazione dei dati del conducente » Tutto ciò che dovete sapere
Circa 10 anni fa, veniva attuata in Italia, seguendo l'esempio di altri paesi, Europei e non, la famosa, o famigerata (dipende dai punti di vista) patente a punti: ecco quali sono, nell'ambito di questa materia, le informazioni più essenziali che un automobilista deve conoscere per non incorrere in spiacevoli equivoci con la legge. Quando la patente viene sospesa o ritirata, è possibile ottenere un permesso di guida temporaneo? In caso omessa comunicazione dei dati del conducente, cosa succede se non si ottempera alla richiesta dell'autorità e, soprattutto, va effettuata anche nel caso di impugnazione del verbale di multa? Inoltre, in ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ritiro della patente - si può chiedere di guidare per 3 ore al giorno. Clicca qui.

Stai leggendo Ritiro della patente - Si può chiedere di guidare per 3 ore al giorno Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 2 Ottobre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 2 Ottobre 2015 Classificato nella categoria multe per violazioni al Codice della strada - informazione e prevenzione Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)