Risarcimento danni da segnalazione illegittima in Centrale Rischi

Secondo la normativa vigente, la giurisprudenza civile e quella dell’Arbitro Bancario Finanziario, i requisiti di legittimità della iscrizione di un nominativo in una Centrale Rischi privata (CRIF, Experian, CTC) sono due:

  1. la veridicità sostanziale dei fatti di inadempimento segnalati;
  2. il rispetto delle garanzie procedurali che impongono al segnalante di preavvisare il segnalando della prossima sua iscrizione in una centrale rischi.

Per quanto attiene entrambi gli aspetti appena citati, il preavviso di segnalazione in Centrale Rischi riveste la funzione di consentire al debitore di non incorrere nella segnalazione: il destinatario del preavviso potrebbe, infatti, far rilevare la mancanza del presupposto sostanziale richiesto per l’iscrizione di informazioni creditizie di tipo negativo, ovvero regolarizzare la propria posizione.

Di regola, pertanto, nel caso in cui il creditore, che abbia proceduto alla segnalazione in SIC, non riesca a provare di aver inviato al debitore il preavviso di imminente segnalazione, egli non potrà avvalersi della presunzione prevista dal codice civile in base alla quale la dichiarazione diretta a un determinato soggetto si reputa conosciuta nel momento in cui giunge all’indirizzo del destinatario, a meno che quest’ultimo non dimostri di essere stato, senza sua colpa, nell’impossibilità di averne notizia.

Solo nel caso di una trasparente ammissione, da parte del debitore, di aver ricevuto la comunicazione di preavviso (e di averla trascurata, ad esempio, perchè inviata per posta prioritaria e non per raccomandata a/r) l’organo giudicante potrà convincersi che l’informazione preventiva richiesta dalla normativa in vigore è stata fornita dal creditore segnalante.

Va aggiunto, tuttavia, che non sempre il debitore che subisce un illecito trattamento dei propri dati personali ha diritto a ottenere il risarcimento del danno non patrimoniale subito. Nel caso di segnalazioni illegittime in SIC, il debitore potrà ottenere il risarcimento di tale tipologia di danni purché dimostri che la segnalazione ha leso un suo interesse giuridicamente rilevante, ravvisabile nella diminuita considerazione sociale che dall’iscrizione in Centrale Rischi normalmente consegue.

Tale lesione è da escludersi nel caso di un debitore che versa in condizione di abituale ritardo nei pagamenti, potendosi ragionevolmente supporre che l’avvenuta segnalazione non gli abbia procurato un danno apprezzabile tale da giustificare un risarcimento.

Ove, invece, sussista e sia risarcibile, il danno non patrimoniale da segnalazione illegittima potrà essere liquidato in via equitativa.

In sintesi, sono questi i principali contenuti della decisione numero 3082/12 adottata dal Collegio di coordinamento dell’Arbitro Bancario Finanziario.

2 Settembre 2014 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Centrale Rischi – risarcimento danni per segnalazione incauta di cattivo pagatore
Citiamo una recente ed interessante sentenza della Corte di Cassazione. Precisamente la numero 7958/2009, prima sezione civile. Con questa sentenza i giudici hanno accolto il ricorso con il quale, il cliente di un Istituto Bancario nel verificare il passaggio a sofferenza della posizione a lui collegata e la conseguente segnalazione del nominativo alla centrale rischi, lamentava la mancanza di una preventiva verifica da parte della Banca della complessiva situazione debitoria, dall'analisi della quale, secondo quanto sostenuto dal ricorrente, si sarebbe potuto rilevare come, la predetta situazione, fosse imputabile a malversazioni commesse dalla moglie pertanto non ascrivibile al ricorrente. I Giudici ...

Illegittima segnalazione in centrale rischi privata - Risarcimento
L'Autorità per la tutela della privacy ha già chiarito, nel Provvedimento del 16 luglio 2009, l'obbligo per la banca di fornire un preavviso al debitore circa l'imminente registrazione dei dati in uno o più sistemi di informazioni creditizie private (EURISC CRIF, Experian, CTC, BDCR di Assilea ecc.) al verificarsi di ritardi nei pagamenti. In particolare, l'articolo 4 comma 7 del codice di deontologia e di buona condotta emanato dall'Autorità per la tutela della privacy, dispone che, al verificarsi di ritardi nei pagamenti, la banca, anche unitamente all'invio di solleciti o di altre comunicazioni, deve avvertire l'interessato circa l'imminente registrazione dei ...

Cattivi pagatori e preavviso di segnalazione con posta ordinaria - non sempre illegittima l'iscrizione in Centrale Rischi
Secondo la normativa vigente i requisiti di legittimità della iscrizione di un nominativo in una Centrale Rischi, sono due: la veridicità sostanziale dei fatti di inadempimento segnalati; il rispetto delle garanzie procedurali che impongono al segnalante di preavvisare il segnalando della prossima sua iscrizione in una centrale rischi. Tuttavia circa gli effetti dell'inadempimento dell'obbligo di preavviso sussistono orientamenti diversi. Più specificatamente il Collegio di Roma dell'Arbitro Bancario Finanziario, sulla base dell'assunto che quello di preavviso è un obbligo ex lege che incombe sul segnalante e che l'adempimento di tale obbligo è condizione di legittimità della susseguente segnalazione del cliente in ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su risarcimento danni da segnalazione illegittima in centrale rischi. Clicca qui.

Stai leggendo Risarcimento danni da segnalazione illegittima in Centrale Rischi Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 2 Settembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 1 Maggio 2017 Classificato nella categoria decisioni Arbitro Bancario Finanziario adottate dal Collegio di Coordinamento Inserito nella sezione cattivi pagatori e centrali rischi

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)