Ricorso multa - perché si deve allegare l’originale del verbale

L’articolo 22, terzo comma, della legge numero 689 del 1981, disponendo che al ricorso debba essere allegato l’originale del verbale di accertamento, consente al giudice di pace di accertare se il termine di trenta giorni previsto per la proposizione dell’opposizione (termine che decorre dalla data di notifica del verbale) sia stato o meno osservato.

In base all’articolo 23, primo comma, della legge appena citata, il giudice di pace, se l’opposizione al verbale di multa è esercitata oltre il termine previsto, ne dichiara l’inammissibilità con ordinanza a cui è possibile ricorrere per cassazione.

Ora, cosa succede se al ricorso ci si dimentica di allegare l’originale del verbale di accertamento?

La Corte di Cassazione – con ordinanza numero 11335/13, depositata il 13 maggio 2013 – ha sancito che, in tale circostanza, la mancata produzione, insieme al ricorso, del provvedimento opposto determina un’impossibilità di verificare la tempestività dell’impugnativa soltanto provvisoria, comunque superabile attraverso la produzione dell’atto nel corso del giudizio .

Pertanto, si legge nel dispositivo, non è giustificata l’adozione, in limine litis (cioè, prima che inizi la lite) dell’inammissibilità del ricorso, di cui all’articolo 23, primo comma, della legge numero 689 del 1981, la quale presuppone l’esistenza di una prova certa della tardività dell’opposizione.

Insomma, il ricorrente distratto può dormire sonni tranquilli. Igiudici di legittimità, infatti, ritengono che, nel giudizio di opposizione ad ordinanza di pagamento di sanzioni amministrative, la mancata allegazione al ricorso del provvedimento opposto è superabile attraverso la produzione dell’atto nel corso del giudizio.

D’altra parte, se così non fosse, si legge in sentenza, verrebbe altrimenti a mancare la prova certa della tardività dell’opposizione.

16 Maggio 2013 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Verbale di multa - Termini di proposizione del ricorso al giudice di pace
L'atto di opposizione al verbale di contravvenzione al Codice della Strada deve essere depositato dinanzi al Giudice di Pace del luogo in cui è stata commessa la violazione, a pena di inammissibilità, nel termine di 30 giorni dalla contestazione immediata o dalla notifica della contravvenzione stessa (ovvero entro sessanta giorni se il ricorrente risiede all'estero) essendo il termine di 30 giorni espressamente recepito dall'articolo 204 bis del Codice della Strada, così come modificato dall'articolo 7 del decreto legislativo 1° settembre 2011, numero 150. Quanto alla decorrenza del termine, la notifica del ricorso a mezzo posta si perfeziona per il notificante ...

Ricorso a verbale di multa - per il Giudice di Pace il termine è di trenta giorni
Il 1° settembre 2011 il consiglio dei ministri ha approvato in maniera definitiva il decreto legislativo recante disposizioni complementari al codice di procedura civile in materia di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili, decreto che riduce a 30 (trenta) giorni il termine concesso per presentare al Giudice di Pace un ricorso a multa per violazioni del codice della strada commesse a partire dal 6 ottobre 2011. Come è noto, l'articolo 204-bis del codice della strada prevedeva che il ricorso a multa dovesse essere presentato al Giudice di Pace nel termine di 60 (sessanta) giorni dalla data di contestazione immediata o ...

Multa stradale - elementi essenziali per il ricorso
In questo breve articolo l'avvocato Antonella Pedone ci indica in forma sintetica, ma rigorosa, quando possono sussistere le condizioni più frequenti per impugnare un verbale di multa, i termini da rispettare e le procedure da seguire per poter presentare un eventuale ricorso alla multa, differenziate nel caso in cui il destinatario della sanzione intenda rivolgersi al Prefetto o al Giudice di Pace. Se si ritiene illegittima una multa stradale, è possibile impugnarla mediante ricorso al Prefetto o al Giudice di pace, a scelta del cittadino. Ad esempio, la multa è illegittima nei seguenti casi: mancata notifica del verbale di accertamento ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su ricorso multa - perché si deve allegare l’originale del verbale. Clicca qui.

Stai leggendo Ricorso multa - perché si deve allegare l’originale del verbale Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 16 Maggio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 1 Maggio 2017 Classificato nella categoria contenzioso ricorso opposizione al verbale di multa Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)