Regione Lombardia – Contributo di 6000 euro per acquisto o ristrutturazione prima casa

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Da mercoledì 3 giugno sarà possibile fruire di due importanti misure messe in campo dalla Regione Lombardia a sostegno delle famiglie che non riescono a pagare i canoni di affitto o che comprano (o ristrutturano)  la prima casa.

FONDO SOSTEGNO AFFITTI – Requisiti per l’accesso al contributo

Saranno circa 70.000 le famiglie che anche per il 2009 potranno beneficiare di un contributo che copre, a seconda del reddito ISEE-FSA (Fondo Sostegno Affitti)  del richiedente, dal 23 al 50% del canone mensile di locazione.

Vale e dire che, a seconda delle classi di appartenenza, i contributi annuali sono compresi fra un minimo di 250 e un massimo di 1.800 euro, determinati in funzione del canone di locazione, della situazione socio economica, dell’entità delle domande presentate e delle risorse finanziarie disponibili.

Per poter richiedere il contributo è necessario:

  1. essere  titolari di un contratto di locazione registrato, stipulato per unità immobiliare situata in Lombardia utilizzata come residenza e abitazione principale;
  2. essere  cittadino italiano o dell’Unione europea;
  3. se cittadino  di uno Stato extra UE essere  in possesso di carta di soggiorno o di permesso con validità almeno biennale ed esercitare una regolare attività. E’ richiesta, sempre per cittadini extracomunitari, la residenza  da almeno dieci anni in Italia o da almeno cinque in Regione Lombardia;
  4. il reddito ISEE-FSA (appunto per il fondo sostegno affitti) non può essere superiore a 12.911 euro.

FONDO SOSTEGNO AFFITTI – modalità di presentazione delle domande

Le domande potranno essere presentate nel Comune dove è ubicata l’unità immobiliare e nei Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale (CAAF) convenzionati con il Comune o la Regione.

Gli appositi “sportelli” rimarranno aperti da mercoledì 3 giugno, a martedì 15 settembre 2009.

ACQUISTO O RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA – Destinatari e requisiti per l’accesso al contributo

Importanti novità riguardano il 9° bando che prevede l’assegnazione di un contributo di 6.000 euro, una tantum a fondo perduto, per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa.

I destinatari sono tutte le tipologie di famiglie previste dalla legge regionale sulla famiglia, vale a dire:

  1. le giovani coppie – quelle sposate dopo il 1 gennaio 2007 o che si sposeranno entro il 28 febbraio 2010, e i cui componenti non abbiano compiuto 40 anni alla data di presentazione della domanda;
  2. le gestanti sole – donne gravide del primo figlio che siano nubili o prive del coniuge per separazione legale senza convivenza, divorzio o decesso;
  3. i genitori soli con uno o più figli minori a carico;
  4. e i nuclei famigliari con almeno tre figli, che presentino un reddito Isee non superiore a 35.000 euro.

Per poter accedere al contributo sarà necessario:

  1. aver rogitato tra il 1 gennaio 2007 e il 28 febbraio 2010;
  2. il valore dell’alloggio acquistato dovra’ essere compreso tra 25.000 e 280.000 euro;
  3. il mutuo non potra’ avere durata inferiore a 5 anni.

ACQUISTO O RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA – Modalità di presentazione delle domande

Il bando restera’ aperto da domani 3 giugno al 31 luglio 2009 e le domande dovranno essere presentate ai Caaf.

I 47 milioni totali stanziati sono così ripartiti:

  • 35 milioni sono destinati alle giovani coppie;
  • 12 milioni alle altre tipologie di famiglie.

“Aiutare le famiglie con sussidi di questo tipo – spiega l’assessore alla Casa e Opere Pubbliche, Mario Scotti – diventa di anno in anno piu’ importante perché e’ sotto gli occhi di tutti che sono sempre di piu’ coloro per i quali la casa sta diventando un problema. In questo periodo di crisi economica quindi aiutiamo sia le famiglie piu’ deboli a pagare l’affitto che quelle famiglie che hanno comprato casa a pagare le rate del mutuo”.

“In Lombardia – conclude Formigoni – vogliamo invertire la rotta e lo facciamo adattando i bandi alle nuove esigenze. Ad esempio, per quanto riguarda il contributo per l’acquisto della prima casa, abbiamo modificato i requisiti in modo da offrire a piu’ famiglie di nuova formazione, o gia’ formate, la possibilita’ di accedere ad un finanziamento strategico per chi sceglie di fare un passo cosi’ importante per la vita di una famiglia”.

2 Giugno 2009 · Antonio Scognamiglio

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Contributo affitto emergenza abitativa 2020 da Regione Lombardia
Sono un inquilino in affitto in quel di Milano: ho letto che la Regione Lombardia ha stanziato fondi per aiutare a pagare il canone di locazione agli inquilini che potrebbero trovarsi in difficoltà. A chi mi posso rivolgere? Al Comune di Milano o alla Regione direttamente? ...

Regione Lombardia - La scatola nera che consente la circolazione anche ai veicoli inquinanti euro zero benzina ed euro zero, uno, due e tre diesel
Posseggo un veicolo diesel Euro 3, considerato inquinante che a Milano consente di circolare da lunedì a venerdì, solo dalle 19 e 30 alle 7 e 30 del mattino successivo. Ho sentito parlare di una scatola nera che, se installata sul veicolo, mi permetterebbe di circolare in qualsiasi ora del giorno. Ma quanto costa? ...

Contributo casa di riposo per il suocero - È giusto chiedere al genero di pagare il contributo se la figlia non lavora?
Il coniuge non separato in comunione dei beni ha obblighi verso i genitori dell'altro coniuge? Nel mio caso prima della separazione mio suocero, a causa di un ictus è stato ricoverato prima in clinica e poi in casa di riposo. Mia moglie non lavorava, non aveva redditi, essendo figlia unica hanno chiesto a me di versare un contributo in base al reddito. È giusto chiedere al genero di pagare il contributo se l'altro coniuge non lavora? ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su regione lombardia – contributo di 6000 euro per acquisto o ristrutturazione prima casa. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • Le ho tutte: single,non incinta e pure senza figli (di Bambocciona) » Laura Castelletti 28 Aprile 2011 at 21:48

    […] sul sito della Regione Lombardia ho trovato un bando per un finanziamento a fondo perduto per l’acquisto della prima casa; ero piacevolmente stupita, perché io la prima casa è da un po’ che la sogno…allora vado […]

  • simona 23 Marzo 2010 at 17:13

    ciao… mio fratello si sposa il 18 settenbre 2010.. volevo chiedervi se cera per caso qualche contributo anche per loro…come prima casa… vi ringrazio spero in bene per una risposta…

  • guia 20 Marzo 2010 at 17:14

    a fine marzo 2010 dobbiamo fare il rogito per la ns prima casa e subito dopo ristrutturarla ci sono contributi e bandi per la 1 casa e ristrutturazione in essere?

  • Luigi 20 Marzo 2010 at 16:06

    Ciao! Io ho rogitato e comprato casa con la mia ragazza, che ora è sotto il mio stato di famiglia, ad Aprile 2009, siamo in attesa di un bambino che nascerà a Novembre 2010. Ci spetta a noi questo fondo? Dato che non capisco bene l’interpretazione di genitori soli… Attendo risposta. Grazie mille.

  • GIOVANNI 7 Marzo 2010 at 11:24

    purtroppo io devo rogitare a giugno 2010 aspettiamo!!!!!!!! varese

  • ERIKA 5 Marzo 2010 at 12:51

    Io mi sposo a giugno 2010.
    Perchè non posso usufruire di questo fondo?

  • anna 23 Febbraio 2010 at 07:56

    io e mio marito abbiamo acquistato la nostra prima casa nel 2002 con contributo regionale a fondo perso, ora vorremmo vendere, per acquistarne un’altra più grande perchè la famiglia è cresciuta, la mia domanda è questa:visto che abbiamo usufruito del contributo regionale a fondo perso ,c’è un tetto massimo per vendere casa oppure possiamo chiedere quanto vogliamo nei limiti del valore dell’alloggio, premettendo che noi dopo qualche anno abbiamo fatto dei lavori in casa, grazie a chi mi può aiutare

  • isabella 10 Febbraio 2010 at 08:50

    Ciao,
    mi sono sposata ad Agosto 2007 ma ho comprato casa con mutuo 30nnale ad Ottobre 2006, non ho diritto a nessun contributo? Mi fate sapere qualcosa per favore?
    Grazie

    • cocco bill 10 Febbraio 2010 at 08:58

      Purtroppo bisogna aver rogitato tra il 1 gennaio 2007 e il 28 febbraio 2010. Mi spiace.

  • dorina 4 Febbraio 2010 at 20:11

    sono una sig.da provinca di bergamo,[albanesse],sposata dal 2002 ho un figlio di 6 anni e uno in arrivo.sto per comprare una casa,e volevo sapere se abbiamo diritto di contributto regionale.grazie

  • Susanna 12 Gennaio 2010 at 11:30

    Io purtroppo sono venuta a conoscenza del bando dopo il 31 luglio (anche perchè queste iniziative non vengono divulgate granchè…) Mi sono sposata a settembre 2009 e avevo acquistato casa nel 2008. Tra l’altro da un mese sono rimasta senza lavoro. E’ possibile sapere se il bando verrà ripetuto per il 2010 e con quali parametri?

    Grazie mille

  • MICHELE I. 8 Ottobre 2009 at 21:37

    Buonasera si puo’ sapere se sono uscite le graduatorie?
    e quando prendere i cash

  • MICHELE I. 8 Ottobre 2009 at 21:37

    Buonasera si puo’ sapere se sono uscite le graduatorie?
    e quando prendere i cash

  • MICHELE I. 8 Ottobre 2009 at 21:37

    Buonasera si puo’ sapere se sono uscite le graduatorie?
    e quando prendere i cash

  • MICHELE I. 8 Ottobre 2009 at 21:37

    Buonasera si puo’ sapere se sono uscite le graduatorie?
    e quando prendere i cash

  • alessandro 22 Settembre 2009 at 12:24

    Per quanto sia giusto e logico andare incontro a chi ha famiglia o alle gestanti sole con figli a carico, mi domando perchè non ci sia anche un minimo di aiuto verso que “poveri” single che non riescono a comperarsi neanche uno straccio di garage con uno stipendio che spesso non arriva a 800 euro al mese….e non sono pochi.

  • franco ciambriello 16 Settembre 2009 at 18:41

    Credo che il contributo e’ una cosa giusta pero’ bisognerebbe fare qualche modifica su’ i parametri perche’ io che sono coniugato dal 2005 ed ho acquistato casa nel 2008 vengo penalizzato e questo non e’ giusto.