Rc auto » Basta provvedimento Agcm per ottenere risarcimento danni

Buone notizie per i consumatori: d’ora in avanti, nel caso una compagnia assicurativa sia stata multata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) per maggiorazioni non congrue della polizza rc auto ai propri clienti, basterà presentare al giudice il provvedimento dell’Antitrust per ottenere il risarcimento danni relativo.

Una recente ed assolutamente innovativa pronuncia della Corte di Cassazione ha dato una svolta al procedimento per il risarcimento danni dalle compagnie assicurative, stabilendo, in favore dei consumatori, un principio senza precedenti.

La novità sta nel fatto che i consumatori, per arrivare al risarcimento danni, devono limitarsi a produrre in giudizio, qualora esistesse, il semplice provvedimento dell’Agcm di condanna delle compagnie.

Ciò è quanto si evince, appunto, dalla sentenza 11904/14 della Suprema Corte.

Il provvedimento dell’Antitrust, quindi, viene considerato dagli Ermellini una prova privilegiata con una elevata attitudine a dimostrare non solo la condotta anticoncorrenziale da parte dell’assicurazione, ma anche il danno ai consumatori.

Pertanto, con la presentazione del documento, il consumatore avrà assolto all’onere della prova a suo carico.

Sarà poi la Compagnia Rc auto, se vuol evitare la condanna, a dover documentare che l’illecito anti-concorrenziale da essa posto in essere non si è riversato, concretamente, in un danno per il proprio cliente.

L’assicurazione, infatti, potrebbe sempre dimostrare che l’aumento del premio è stato dovuto a fattori estranei, come la crisi economica o la propensione ai sinistri.

Se questa prova, però, non viene accettata, l’assicurazione sarà tenuta a pagare il risarcimento del danno.

3 Giugno 2014 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Risarcimento danni per auto danneggiata » Ecco la procedura da seguire
Risarcimento danni per auto danneggiata » Una brutta sorpresa Uscite di casa per andare a lavoro ed ecco la sorpresa: l'auto è rigata, i tergicristalli sono rotti e gli specchietti danneggiati. La prima domanda sorge spontanea: chi è stato? Beh, il colpevole potrebbe essere una persona molto vicina a voi, che ha deciso di vendicarsi colpendovi in modo indiretto. Forse non lo saprete mai e comunque non ci si può fare giustizia da soli, partendo da presupposizioni. La cosa importante, però, è sapere bene come muoversi e cosa fare per ottenere il risarcimento danni dall'assicurazione. Risarcimento danni per auto danneggiata ...

Sinistro stradale e polizza Rc auto » Non va applicato il limite del massimale per danni successivi alla messa in mora della compagnia assicurativa
Assicurazione rc auto ed incidente stradale: il massimale non va applicato per danni successivi alla messa in mora della compagnia assicurativa. In tema di sinistro stradale e polizza rc auto, gli interessi trovano causa distinta e autonoma nel fatto colposo della compagnia in ritardo con il ristoro. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 23423/14. Da quanto si apprende dal verdetto in esame, il limite del massimale, contenuto nella polizza della rc auto, ai fini del risarcimento del danno in caso di sinistro stradale, non opera per gli ulteriori danni maturati dal soggetto danneggiato dopo che ...

Risarcimento dopo sinistro » Non è cumulabile l'indennizzo ricevuto dalla compagnia assicurativa privata con la liquidazione dei danni ottenuta con la tutela rc auto
Nell'ambito di un sinistro stradale, per quanto riguarda la liquidazione per lesioni, in caso si fosse stipulata un'assicurazione contro gli infortuni, non è possibile cumulare l'indennizzo ricevuto dalla compagnia assicurativa con il risarcimento danni nell'ambito della copertura rc auto. In caso di incidente, il danneggiato non può chiedere i danni sia alla compagnia assicurativa privata, che lo copre in caso di infortuni non mortali, che al responsabile del sinistro stradale coperto da tutela rc auto. Il pagamento dell'uno, infatti, esclude quello dell'altro, o, al contrario, in caso di pagamento parziale dell'uno, si può chiedere all'altro solo la differenza residua. Ciò ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su rc auto » basta provvedimento agcm per ottenere risarcimento danni. Clicca qui.

Stai leggendo Rc auto » Basta provvedimento Agcm per ottenere risarcimento danni Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 3 Giugno 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Maggio 2017 Classificato nella categoria risarcimento per danni a persone e cose Inserito nella sezione tutela consumatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)