Prevenzione della frode nel credito al consumo

In seguito all'entrata in vigore della legge 17 agosto 2005, numero 166, recante “Istituzione di un sistema di prevenzione dalle frodi sulle carte di pagamento”, l'UCAMP esercita le funzioni di competenza statale in materia di prevenzione, sul piano amministrativo, delle frodi sui mezzi di pagamento e sugli strumenti deputati all'erogazione del credito al consumo.

L'attività dell'UCAMP, in considerazione dei nuovi compiti istituzionali, deve essere quindi volta a contrastare particolari ed insidiose tipologie di reato. In questo contesto, appare utile procedere ad elencarle con precisione.

Furto d'identità (Identity Theft)

Si può parlare di IT ogni qual volta qualcuno utilizza senza autorizzazione i nostri dati personali (nome, numero di documento d'identità o della carta di credito e qualsiasi altra informazione che ci identifichi) , per commettere frodi o altri illeciti.

L'IT può assumere diverse connotazioni:

  • Financial Identity Theft -Uso fraudolento dei dati identificativi di un soggetto, come il numero di Previdenza Sociale, per ottenere, ad esempio, nuove linee di credito in nome della vittima scelta;
  • Criminal Identity Thef - Appropriazione ed uso fraudolento dei dati identificativi personali di un'altra persona al posto dei propri, per atti pubblici o richiesti per legge;
  • Identity Cloning - Uso fraudolento dei dati personali della vittima per creare una nuova identità e tipo di vita. Si tratta di vera e propria sostituzione di persona. Questo tipo di crimine può anche implicare il furto di identità per scopi finanziari di natura criminale.

Frode d'identità (Identity Fraud)

Si configura il reato di IF, quando un criminale, o meglio un'organizzazione criminale, crea una identità ex novo, utilizzando dati ed informazioni totalmente o parzialmente fittizie. Di solito questo tipo di reato, che recentemente ha registrato una maggior diffusione nel campo del credito al consumo, si accompagna all'imitazione o alla falsificazione di documenti di varia natura.

19 luglio 2013 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Le tipologie di frode creditizia
Le forme di frode più diffuse sono quelle associate al furto di identità, che possono essere raggruppate nelle seguenti tipologie: impersonificazione totale: si tratta dell'appropriazione indebita dell'identità altrui attraverso l'uso di nome e caratteri di altre persone; è il caso per esempio del frodatore che vuole acquistare un bene a ...
La frode creditizia
Un fenomeno che si sviluppa di pari passo con la crescita del credito al consumo e che è in costante aumento anche nel nostro Paese. Campania, Sicilia e Lazio le regioni più a rischio Il fenomeno delle frodi creditizie è in preoccupante aumento anche in Italia. Secondo l'Osservatorio sulle frodi ...
Furto identità » Dal garante privacy via libera al sistema di prevenzione
Furto identità: via libera al sistema di prevenzione. Parere favorevole su due convenzioni che ne regoleranno il funzionamento. Il garante privacy ha espresso parere favorevole su due schemi di convenzione che consentiranno il funzionamento del sistema di prevenzione delle frodi nel settore del credito al consumo, con particolare riferimento al ...
Prestiti e assegni, frode creditizia in agguato
Falsificare, rubare, utilizzare documenti smarriti o copie poco leggibili degli stessi sono tra le tecniche più diffuse oggi da chi compie frodi creditizie. Si tratta di un fenomeno in ampia ascesa (17mila tentativi nel 2006, il 55% in più rispetto a un anno prima) che ha messo a rischio nell'ultimo ...
Le informazioni utili ai criminali per il furto di identità
Se un criminale o una banda di criminali s’impossessa dei vostri dati personali - e vedremo come - può, ad esempio, eseguire acquisti, a vostro nome. Come? • Ottenendo finanziamenti o apertura di linee di credito; • utilizzando la vostra carta di credito o di debito; • qualificandosi con le ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su prevenzione della frode nel credito al consumo. Clicca qui.

Stai leggendo Prevenzione della frode nel credito al consumo Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 19 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 6 dicembre 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - frode creditizia e furto di identità Inserito nella sezione tutela consumatori.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • bilo 23 ottobre 2008 at 19:35

    il fatto che la finanziaria abbia concesso il credito al consumo senza controllare la veridicità della documentazione presentata e quindi la reale identità di chi ha effettivamente chiesto il finanziamento, è un valido motivo per richiedere il risarcimento danni alla finanziaria da parte di chi ha subito il furto d’identità?
    grazie

  • karalis 28 agosto 2008 at 17:06

    Con la presente sono a chiedere se esiste una giurisprudenza relativa al furto d’idendità.
    Un familiare ne è stato vittima a più riprese con coinvolgimento di finanziarie e banche, è stata interessato un avvocato che ha depositato la relativa denuncia e presentato il conto.
    Si può chiedere un risarcimento nei confronti di chi ha concesso i finanziamenti per credito al consumo?
    Grazie

    Chi concede finanziamenti per credito al consumo è anch’esso vittima di frode per furto di identità.

    Quella che a mio parere può essere intrapresa è la strada della richiesta di risarcimento del danno per la mancata immediata cancellazione dei dati, relativi alla vittima di frode per furto di identità, dall’elenco dei cattivi pagatori.

    Qualora, ovviamente, sia stata inoltrata e non accolta tempestivamente, l’istanza di cancellazione corredata dalla denuncia contro ignoti presentata all’A.G.

  • filomena giardini 28 agosto 2008 at 10:49

    Con la presente sono a chiedere se esiste una giurisprudenza relativa al furto d’idendità.
    Un familiare ne è stato vittima a più riprese con coinvolgimento di finanziarie e banche, è stata interessato un avvocato che ha depositato la relativa denuncia e presentato il conto.
    Si può chiedere un risarcimento nei confronti di chi ha concesso i finanziamenti per credito al consumo?
    Grazie

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca