Posizione (ri)segnalata in centrale rischi da cessionaria del credito

Qualora la società cessionaria del credito non rimborsato è un soggetto sottoposto a vigilanza da parte della Banca d’Italia – e, come tale, intermediario obbligatoriamente partecipante alla Centrale Rischi CR gestita dalla stessa Banca d’Italia – essa è tenuta ad aggiornare in Centrale Rischi CR la posizione del debitore inadempiente.

Si presentano situazioni affatto diverse, per quanto riguarda le segnalazioni in centrali rischi pubbliche e private, rispetto a quelle che si verificano quando la cessionaria è una semplice società di recupero crediti non sottoposta a vigilanza da parte della Banca d’Italia e/o non aderente volontaria a centrali rischi private (cosiddetti Sistemi di Informazioni Creditizie – SIC) gestite da società (o consorzi) come CRIF, Experian, Cerved, Assilea e CTC.

Come sappiamo, quando non è stato rimborsato il creditore che ha erogato il prestito (morosità e sofferenze non sanate), la posizione rimane visibile fino a 36 mesi dalla data di scadenza del contratto di prestito o dalla data in cui è risultato necessario l’ultimo aggiornamento dei dati (avvenuto a seguito di successivi accordi a saldo stralcio con l’originario creditore).

Invece, se interviene una cessione del credito erogato e non rimborsato – e la cessionaria nuova creditrice è obbligata alla segnalazione in CR dalla normativa vigente e/o aderisce volontariamente ad una centrale rischi privata – la posizione rimane visibile fino a 36 mesi dalla data in cui è stata inserita la segnalazione in seguito a cessione del credito o dalla data in cui è risultato necessario l’ultimo aggiornamento dei dati (avvenuto a seguito, ad esempio, di successivi accordi a saldo stralcio con il cessionario).

Tuttavia, alla luce delle numerose istanze (reclami, richieste di parere e ricorsi) pervenute nel tempo, l’Autorità per la protezione dei dati personali ha inteso fornire (con il provvedimento interpretativo 438/2017 del 26 ottobre stesso anno), chiarimenti e indicazioni di carattere generale sulla questione della permanenza della posizione censita in una centrale rischi privata. In particolare, in ossequio ai principi generali stabiliti in materia di trattamento dei dati personali, l’Autorità ha ritenuto precisare che il termine massimo di conservazione dei dati relativi a inadempimenti non possa comunque mai superare i cinque anni dalla data di inserimento della segnalazione, anche a fronte di successivi aggiornamenti.

20 Luglio 2019 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Prestiti non rimborsati - Evoluzione e permanenza della posizione debitoria non regolarizzata censita in centrali rischi pubbliche e private
Centrale Rischi pubblica CR della Banca d'Italia Banche e finanziarie, soggetti a vigilanza della Banca d'Italia, sono obbligati, per legge, a comunicare mensilmente alla Centrale Rischi CR il totale dei crediti verso i propri clienti: si tratta dei crediti pari o superiori a 30 mila euro e i crediti in sofferenza di qualunque importo. Si parla di sofferenza quando il cliente è valutato in stato di insolvenza (cioè irreversibilmente incapace di saldare il proprio debito). La classificazione a sofferenza è il risultato dell'autonoma valutazione della situazione finanziaria complessiva del cliente da parte della banca o dell'intermediario finanziario. L'appostazione a sofferenza ...

Cattivi pagatori e centrali rischi private - Nuove regole a partire dal 12 marzo 2020 » Istituito un organismo indipendente per vigilare sull'operato dei Sistemi di Informazioni Creditizie (Sic) e novità nelle modalità di notifica del preavviso di segnalazione
Cosa si intende per Sistema di Informazioni Creditizie (SIC) Per Sistema di Informazioni Creditizie (o SIC) si intende una banca di dati gestita da una persona giuridica, un ente, un'associazione o un altro organismo in ambito privato. Il SIC può contenere, in particolare: informazioni di tipo negativo, che riguardano soltanto rapporti per i quali si sono verificati inadempimenti; informazioni di tipo positivo e negativo, che attengono a richieste/rapporti a prescindere dalla sussistenza di inadempimenti registrati nel SIC al momento del loro verificarsi. Il gestore di un Sistema di Informazioni Creditizie è il soggetto privato, che gestisce tale sistema stabilendone le ...

La quietanza liberatoria a seguito di un accordo transattivo a saldo stralcio serve davvero ad ottenere la cancellazione dalle Centrali Rischi o ad abbreviare i tempi di permanenza?
Prima di approfondire l'argomento indicato dal titolo, occorre svolgere alcune preliminari considerazioni sui Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC) comunemente e sinteticamente indicati come centrali rischi. In Italia operano fondamentalmente tre soggetti in ambito privato (CRIF, CTC ed Experian Cerved) e uno in ambito pubblico, la Centrale Rischi (CR) gestita da Bankitalia. Nel prosieguo, non ci interesseremo di altri archivi dei cosiddetti "cattivi pagatori" quali il Registro Informatico dei Protesti (RIP) che raccoglie informazioni afferenti ad assegni e cambiali protestati e la Centrale di Allarme Interbancaria (CAI) in cui confluiscono segnalazioni relative all'emissione di assegni non autorizzati o privi della necessaria ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su posizione (ri)segnalata in centrale rischi da cessionaria del credito. Clicca qui.

Stai leggendo Posizione (ri)segnalata in centrale rischi da cessionaria del credito Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 20 Luglio 2019 Ultima modifica effettuata il giorno 28 Luglio 2019 Classificato nella categoria cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi e conseguenze Inserito nella sezione cattivi pagatori e centrali rischi

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)