Polizza RC auto e rinuncia alla rivalsa limitata da altre clausole

La polizza assicurativa per la copertura dei rischi riconducibili alle responsabilità civili derivanti dalla circolazione di un veicolo (RC auto) non può evidenziare equivocità contraddittorie delle clausole di polizza, da un lato, garantendo al consumatore la copertura più ampia possibile, dall’altro, nel solo ambito delle clausole predisposte unilateralmente dalla compagnia e sottoscritte per adesione dal consumatore, prevedano, creando una evidente difficoltà di comprensione in chi fa affidamento su quanto contenuto nella singola polizza, limitazioni alla rinuncia alla rivalsa, non individuabili da una persona comune pur utilizzando la normale diligenza.

In un simile contesto, va tutelato il contraente più debole contro un risultato interpretativo evidentemente ambiguo delle clausole stesse: peraltro, la giurisprudenza di legittimità ha più volte sancito il principio di diritto secondo il quale le clausole di polizza, che delimitino il rischio assicurato, ove inserite in condizioni generali su modulo predisposto dall’assicuratore, sono soggette al criterio posto dall’articolo 1370 del codice civile – vale a dire, le clausole inserite nelle condizioni generali di contratto o in moduli o formulari predisposti da uno dei contraenti si interpretano, nel dubbio, a favore dell’altro – e, pertanto, nel dubbio, devono essere intese in senso sfavorevole all’assicuratore (Corte di cassazione sentenza 866/2008).

Analogamente è stato continuamente ribadito che nell’interpretazione del contratto di assicurazione, che va redatto in modo chiaro e comprensibile, il giudice non può attribuire a clausole ambigue uno specifico significato, pur teoricamente non incompatibile con la loro lettera, senza prima ricorrere all’ausilio di tutti gli altri criteri di interpretazione del testo previsti dagli articolo 1362 e seguenti del codice civile, e, in particolare, a quello dell’interpretazione contro il predisponente, di cui all’art. 1370 del codice civile (Corte di cassazione sentenza 668/2016).

Quanto sopra, sinteticamente esposto, è il contenuto della sentenza 18324/2019 della Corte di cassazione: l’insegnamento che deve trarne il consumatore contraente, per evitare un successivo contenzioso legale quando stipula un contratto di polizza che preveda la rinuncia alla rivalsa da parte dell’assicuratore, è di controllare sempre l’esistenza di clausole sottoscritte per adesione che, in modo contraddittorio, limitino la rinuncia alla rivalsa dianzi dichiarata.

16 Agosto 2019 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Polizza RC Auto - La prescrizione del diritto di rivalsa dell'assicuratore nei confronti dell'assicurato responsabile del sinistro
In tema di azione di rivalsa a norma del Codice delle assicurazioni private, articolo 144, il termine di prescrizione è quello biennale di cui all'articolo 2952, comma 2, del codice civile e decorre dal giorno in cui l'assicuratore abbia provveduto al pagamento dell'indennizzo a favore del terzo danneggiato, con la precisazione che il diritto di rivalsa decorre da quando tale diritto può essere fatto valere e perciò, nel caso di pluralità di pagamenti parziali in tempi diversi, il predetto termine inizia a decorrere dalla data di corresponsione di ciascuno di essi, e non invece dall'ultimo pagamento. Il principio secondo cui ...

Contratto assicurativo per infortuni - Vessatoria la clausola contrattuale che demanda il contenzioso sul grado di invalidità ad un collegio medico arbitrale
In un contratto assicurativo per infortuni, concluso sulla base di condizioni generali predisposte dall'assicuratore, si deve considerare vessatoria e, dunque, inefficace, la clausola espressamente qualificata come di arbitrato irrituale, la quale, nel prevedere che le controversie sul grado di invalidità permanente e sui criteri di indennizzabilità siano demandate ad un collegio medico di tre membri, di cui uno ciascuno da nominarsi dai contraenti ed il terzo da un soggetto estraneo, stabilisca che le spese relative alla nomina e remunerazione del membro da nominarsi da ciascuna parte per l'intero e quelle del terzo per metà siano a carico di ognuno dei ...

Rivalsa della compagnia di assicurazione per i danni procurati da mio figlio che, avendo meno di 26 anni, non era coperto dalla polizza RC sottoscritta per la mia automobile
Due anni fa mio figlio, non autorizzato alla guida della mia auto, perché inferiore ai 26 anni, fece un incidente coinvolgendo un'auto con dentro 3 persone: lui non era incluso nella polizza e non vi era neanche la rinuncia alla rivalsa per cui i danni sono tutti a carico mio. Un po' di giorni fa mi è arrivata la rivalsa da pagare: premetto che sono disoccupata e nullatenente, vivo in una casa in affitto che a stento arrivo a pagare. Nonostante ciò, ho però contattato la compagnia per chiedere la rivisitazione dell'importo. Ancora devo ricevere risposta: cosa mi consigliate di ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su polizza rc auto e rinuncia alla rivalsa limitata da altre clausole. Clicca qui.

Stai leggendo Polizza RC auto e rinuncia alla rivalsa limitata da altre clausole Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 16 Agosto 2019 Ultima modifica effettuata il giorno 16 Agosto 2019 Classificato nella categoria risarcimento per danni a persone e cose Inserito nella sezione tutela consumatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)