La riforma della giustizia e il pignoramento degli autoveicoli

La riforma della giustizia ha cambiato radicalmente molte norme riguardo all'esecuzione forzata: scopriamo le novità per quanto riguarda il pignoramento dei veicoli.

Con l'entrata in vigore della riforma della giustizia, il pignoramento degli autoveicoli dovrà effettuarsi secondo le nuove regole dettate dal legislatore.

Applicabile a tutti i procedimenti iniziati a partire dal trentesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore della legge di conversione, la nuova forma di pignoramento, unitamente alla possibilità di accedere alla banca dati del Pra (Pubblico registro automobilistico), dovrebbe portare ad una notevole semplificazione della procedura esecutiva.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su la riforma della giustizia e il pignoramento degli autoveicoli. Clicca qui.

Stai leggendo La riforma della giustizia e il pignoramento degli autoveicoli Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 24 novembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento di auto e moto Inserito nella sezione pignoramento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • bonkard66 9 luglio 2016 at 08:31

    Contratto di comodato d’uso di un’automobile, tra la sottoscritta(comodante) e mio figlio comodatario. Domanda: puo essere pignorata o sottoposta al fermo amministrativo (causa i miei debiti) un auto ceduta in comodato d’uso? Se e si, come avviene la procedura?

    • Ludmilla Karadzic 9 luglio 2016 at 10:25

      Il veicolo del debitore può essere sempre pignorato o sottoposto a fermo amministrativo per debiti del proprietario, anche se concesso in comodato a terzi. Per i beni iscritti nei pubblici registri non è possibile applicare la presunzione di proprietà: in pratica, un veicolo concesso in uso al debitore comodatario non può essere pignorato (né tantomeno sottoposto a fermo amministrativo), anche se trovato in parcheggio presso la residenza del debitore.

      Il pignoramento o l’iscrizione di fermo amministrativo avvengono semplicemente con la trascrizione del provvedimento giudiziale presso il Pubblico Registro Automobilistico (PRA).




Cerca