Notifica del verbale di multa - il termine di novanta giorni è tassativo per il destinatario risultante dal PRA

L'articolo 201 C.d.S., comma 1, dispone che qualora la violazione alle norme relative alla circolazione non possa essere immediatamente contestata, il verbale, con gli estremi precisi e dettagliati della violazione (con la indicazione dei motivi che hanno reso impossibile la contestazione immediata, ove necessario), deve essere notificato, entro novanta giorni dall'accertamento al trasgressore.

In tema di notifica delle contestazioni delle infrazioni alle norma del codice della strada, ai sensi dell'articolo 201, è sufficiente che entro il termine di legge (90 giorni dal fatto) sia tentata la notifica nei confronti del destinatario risultante dai registri, dovendosi assumere il momento della conoscenza del mancato perfezionamento della notifica quale elemento che impone la necessità di svolgere ulteriori accertamenti anche in ordine al'identificazione dell'effettivo trasgressore, al quale la violazione può essere contestata nel termine pieno di novanta giorni (da ultimo, Cass. 10 gennaio 2007 numero 254).

Per provare l'avvenuta notifica entro i novanta giorni dall'infrazione, così come prescritto dalla legge, non è sufficiente la dichiarazione del notificante, trattandosi di una questione che attiene al perfezionamento della procedura per far valere il diritto dell'Amministrazione alla riscossione della sanzione. Occorre, invece, esibire le ricevute postali, in difetto delle quali ogni eventuale successiva notifica del verbale deve ritenersi eseguita oltre il termine di novanta giorni dalla violazione.

Quelli appena riportati sono, in sintesi, i contenuti dell'ordinanza numero 21042 del 13 settembre 2013, redatta dalla Corte di Cassazione, sesta sezione.

2 ottobre 2013 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Verbale di multa e contestazione differita
L'articolo 201 C.d.S., comma 1, dispone che qualora la violazione alle norme relative alla circolazione non possa essere immediatamente contestata, il verbale, con gli estremi precisi e dettagliati della violazione (con la indicazione dei motivi che hanno reso impossibile la contestazione immediata, ove necessario), deve essere notificato al trasgressore entro ...
Multa da autovelox e fallaci indicazioni nel modello - Il termine dei 90 giorni per la notifica del verbale decorre dal momento in cui viene scattata la fotografia e non da quando l'agente della polizia municipale ne prende visione
Alcuni comuni, nei modelli di verbale di multa per violazione dei limiti di velocità rilevata da dispositivi elettronici autovelox hanno adottato la cattiva (oltre che illegittima) prassi di indicare che il termine dei 90 giorni per la notifica del verbale di infrazione decorre dalla lettura della foto da parte dell'agente ...
La notifica della multa adesso è breve – max 90 giorni dall'accertamento
Il nuovo Codice della strada (legge 120/10 - articolo 38)  ha accorciato  i tempi per la notifica della multa:  prima un Comune aveva 150 giorni a disposizione dall'accertamento dell'infrazione per recapitare il verbale ed effettuare la notifica della multa;  per le infrazioni commesse a partire dal 14 luglio 2010  i giorni ...
Multa e verbale non sottoscritto - il ritiro equivale a notifica
In caso di contestazione immediata dell'infrazione al Codice della strada, il ritiro di una copia del verbale da parte del trasgressore equivale a notifica dello stesso, a nulla rilevando che chi ritira l'atto rifiuti di sottoscriverlo. Dalla data in cui viene contestata l'infrazione e ritirato il verbale, comincia a decorrere ...
Multa » Risulta notificata anche se l'automobilista rifiuta di firmare il verbale
Anche se l'automobilista rifiuta di firmare il verbale, la multa si dà per notificata e fa scattare il termine per impugnare la conseguente cartella esattoriale. Infatti, in tema di sanzioni amministrative per una violazione del codice della strada come l'eccesso di velocità deve ritenersi che la consegna immediata di copia ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su notifica del verbale di multa - il termine di novanta giorni è tassativo per il destinatario risultante dal pra. Clicca qui.

Stai leggendo Notifica del verbale di multa - il termine di novanta giorni è tassativo per il destinatario risultante dal PRA Autore Giuseppe Pennuto Articolo pubblicato il giorno 2 ottobre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 1 maggio 2017 Classificato nella categoria multe e sinistri - giurisprudenza di legittimità e di merito - circolari del ministero dei trasporti Inserito nella sezione Multe - accertamento infrazione e notifica del verbale.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • Rivoli Antonio 10 ottobre 2015 at 13:15

    Il messo comunale ha depositato al comune un verbale della polizia stradale in quanto non ha trovato a chi consegnarlo, ha messo nella buca della lettere un busta anonima, con un avviso generico , senza indicazioni, dicendo che c’era un atto depositato alla casa comunale. per ragioni di lavoro sono andato al comune dopo 40 giorni e li ho trovato una multa della polizia stradale. Siccome che non ho ricevuto nessuna raccomandata, obbligatoria, da parte del messo comunale, come prevede la legge, per avvertirmi dell’avviso suddetto, L’ATTO SI INTENDE NOTIFICATO NEL MOMENTO CHE L’HO RITIRATO AL COMUNE? é importante saperlo per eventuale ricorso.

    • Annapaola Ferri 11 ottobre 2015 at 05:16

      Le notifica presso l’albo pretorio comunale viene comunque perfezionata decorsi dieci giorni dal momento in cui il destinatario riceve la raccomandata informativa di deposito. Dunque, come giustamente lei rileva, la questione si riduce nel verificare se sia stata, o meno, dato adempimento all’articolo 140 del codice di procedura civile.

      Il suggerimento, allora, è quello di prendere visione, con accesso agli atti presso la Prefettura, della copia relativa alla ricevuta di ritorno della raccomandata informativa. Può darsi che il postino, in occasione della consegna della raccomandata informativa e in coincidenza della temporanea irreperibilità del destinatario, abbia riportato la comunicazione in giacenza all’ufficio postale e che l’avviso di giacenza sia andato, come spessissimo accade, “smarrito”. Il che vorrà dire che il verbale di multa si intenderà correttamente notificato decorsi venti giorni dalla data di inizio giacenza delle raccomandata informativa presso l’ufficio postale.

      In pratica:

      1. la raccomandata informativa si dà per notificata dopo dieci giorni di giacenza presso l’ufficio postale;
      2. da questo termine decorrono i dieci giorni per la corretta notifica del verbale depositato all’albo comunale.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca