Morosità pregresse fornitura luce e gas in caso di voltura o subentro

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (nel seguito AGCM o Antitrust), con un intervento di moral suasion ha richiesto e ottenuto da 18 operatori del settore energetico che venisse chiarito in quali ipotesi e a quali condizioni, in caso di voltura o subentro, i consumatori siano tenuti pagamento dei corrispettivi ancora dovuti (“morosità pregresse”) dal precedente titolare del contratto di fornitura di energia elettrica e/o gas.

Su invito dell’Autorità, i 18 operatori hanno modificato le condizioni generali di contratto, le FAQ e la relativa modulistica in modo da specificare che il consumatore non è tenuto al pagamento delle eventuali morosità pregresse relative ai punti di fornitura oggetto del contratto, a meno che non sussistano rapporti giuridici o di fatto tali da presupporre una continuità con il cliente uscente; nonché in quali casi e con quali modalità, al contrario, il nuovo cliente sia tenuto a dimostrare l’estraneità al debito pregresso del precedente intestatario del punto di prelievo.

Tale intervento rende chiaro che non è possibile condizionare l’esito positivo delle procedure di voltura o subentro al pagamento di debiti pregressi cui il richiedente sia del tutto estraneo.

Gli operatori coinvolti sono ACEA ENERGIA, AGSM ENERGIA, AXPO ITALIA, EDISON ENERGIA, ENEL ENERGIA, ENGIE ITALIA, ENI GAS E LUCE, ESTRA ENERGIE, EVIVA, GEKO, GELSIA, GREEN NETWORK, LW ENERGY, MBI GAS E LUCE, MIWA ENERGIA, OPTIMA ITALIA, REPOWER VENDITA ITALIA e SORGENIA.

1 Dicembre 2018 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Utenze domestiche di luce e gas: il subentro e la voltura » Come risolvere il problema delle morosità pregresse
Come va gestita la morosità di bollette di luce e gas riguardo al subentro o la voltura delle utenze domestiche. Quando viene ceduto, oppure affittato nuovamente un immobile, può accadere, non di rado, che il precedente inquilino non abbia pagato una o più bollette di qualsivoglia utenza, che sia gas o luce. In tale ipotesi, molto spesso, il fornitore di energia imputa al nuovo utente, che chiede di subentrare nell'utenza, le morosità lasciate dal precedente utente, impedendo l'attivazione della fornitura o minacciandone la sospensione fino a quando il debito pregresso non viene saldato. A monte del problema vi è, chiaramente, ...

Morosità di utenze luce e gas » Le problematiche del subentro e della voltura
In questo articolo tratteremo l'argomento inerente la morosità di bollette di luce e gas riguardo al subentro o la voltura delle utenze. Capita spesso, quando viene ceduto o affittato nuovamente un immobile, che il precedente inquilino non abbia pagato alcune fatture. In questa fattispecie, molto di frequente, accade che il fornitore di energia imputi al nuovo utente che chiede di subentrare le morosità lasciate dal precedente utente, impedendo l'attivazione della fornitura o minacciandone la sospensione fino a quando il debito pregresso non sarà saldato. E' bene sapere che si tratta di un comportamento illecito da parte del fornitore di energia. ...

Contratti di fornitura di acqua, luce e gas - Voltura e subentro » Facciamo chiarezza
C'è molta confusione intorno ai due termini subentro e voltura nell'ambito dei contratti relativi ad utenze domestiche di fornitura acqua luce e gas a cui si aggiunge, complicandone oltremodo l'intellegibilità, il ricorso frequente ad altre definizioni, variabili con lievi sfumature sul tema, come voltura umana, subentro totale, voltura con o senza accollo, eccetera: proviamo a spiegare la voltura e il subentro con un approccio diverso, caratterizzato da elementi sostanziali, quali l'appartenenza, o meno, del nuovo contraente rispetto al nucleo familiare del vecchio contraente; la posizione giuridica del nuovo rispetto al vecchio contraente; il titolo di proprietà, usufrutto, diritto di abitazione, ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su morosità pregresse fornitura luce e gas in caso di voltura o subentro. Clicca qui.

Stai leggendo Morosità pregresse fornitura luce e gas in caso di voltura o subentro Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 1 Dicembre 2018 Ultima modifica effettuata il giorno 1 Dicembre 2018 Classificato nella categoria tutela consumatori - acqua luce e gas Inserito nella sezione tutela consumatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • Anonimo 24 Marzo 2020 at 16:46

    Buona sera,io avrei 2 domande da fare,ho ricevuto delle bollette da pagare dello stesso anno da enel ed enel energia a nome di mia mamma deceduta nel 2018… le utenze da pagare sono 2014/2016 ma li devo pagare ?

    • Simone di Saintjust 24 Marzo 2020 at 18:18

      Se lei, che ci scrive, non ha rinunciato formalmente all’eredità di sua madre, è tenuto a pagare: potrebbe anche rinunciare adesso, se non ha accettato esplicitamente l’eredità oppure se non c’è stata accettazione tacita. La prescrizione è quinquennale e, dunque, ci sarebbe da verificare la debenza della/delle bolletta/bollette del 2014: ma c’è anche da verificare se il fornitore non abbia inviato a sua madre comunicazioni interruttive del termine di prescrizione in riferimento proprio alla/alle bolletta/bollette del 2014.

      Naturalmente se, per errore, le bollette di Enel ed Enel energia sono riferite ai medesimi consumi, la questione va approfondita per far rilevare il problema.