Morosità pregresse bollette luce e gas in caso di voltura o subentro – Si pagano solo se sussistono rapporti giuridici o di fatto tali da presupporre una continuità fra nuovo e vecchio cliente

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (nel seguito AGCM o Antitrust), con un intervento di moral suasion ha richiesto e ottenuto da 18 operatori del settore energetico che venisse chiarito in quali ipotesi e a quali condizioni, in caso di voltura o subentro, i consumatori siano tenuti pagamento dei corrispettivi ancora dovuti (“morosità pregresse”) dal precedente titolare del contratto di fornitura di energia elettrica e/o gas.

Su invito dell’Autorità, i 18 operatori hanno modificato le condizioni generali di contratto, le FAQ e la relativa modulistica in modo da specificare che il consumatore non è tenuto al pagamento delle eventuali morosità pregresse relative ai punti di fornitura oggetto del contratto, a meno che non sussistano rapporti giuridici o di fatto tali da presupporre una continuità con il cliente uscente; nonché in quali casi e con quali modalità, al contrario, il nuovo cliente sia tenuto a dimostrare l’estraneità al debito pregresso del precedente intestatario del punto di prelievo.

Tale intervento rende chiaro che non è possibile condizionare l’esito positivo delle procedure di voltura o subentro al pagamento di debiti pregressi cui il richiedente sia del tutto estraneo.

Gli operatori coinvolti sono ACEA ENERGIA, AGSM ENERGIA, AXPO ITALIA, EDISON ENERGIA, ENEL ENERGIA, ENGIE ITALIA, ENI GAS E LUCE, ESTRA ENERGIE, EVIVA, GEKO, GELSIA, GREEN NETWORK, LW ENERGY, MBI GAS E LUCE, MIWA ENERGIA, OPTIMA ITALIA, REPOWER VENDITA ITALIA e SORGENIA.

1 Dicembre 2018 · Giovanni Napoletano




Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) utilizza il form che trovi più in basso.

2 risposte a “Morosità pregresse bollette luce e gas in caso di voltura o subentro – Si pagano solo se sussistono rapporti giuridici o di fatto tali da presupporre una continuità fra nuovo e vecchio cliente”

  1. Anonimo ha detto:

    Buona sera,io avrei 2 domande da fare,ho ricevuto delle bollette da pagare dello stesso anno da enel ed enel energia a nome di mia mamma deceduta nel 2018… le utenze da pagare sono 2014/2016 ma li devo pagare ?

    • Se lei, che ci scrive, non ha rinunciato formalmente all’eredità di sua madre, è tenuto a pagare: potrebbe anche rinunciare adesso, se non ha accettato esplicitamente l’eredità oppure se non c’è stata accettazione tacita. La prescrizione è quinquennale e, dunque, ci sarebbe da verificare la debenza della/delle bolletta/bollette del 2014: ma c’è anche da verificare se il fornitore non abbia inviato a sua madre comunicazioni interruttive del termine di prescrizione in riferimento proprio alla/alle bolletta/bollette del 2014.

      Naturalmente se, per errore, le bollette di Enel ed Enel energia sono riferite ai medesimi consumi, la questione va approfondita per far rilevare il problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Se il post è stato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!