Mio padre sottoscrisse un prestito e mia madre ne fu garante

Quando i miei genitori erano sposati (e felici) sottoscrissero un debito presso una banca per avviare l'attività di mio padre. Mio padre sottoscrisse il debito e mia madre ne fu il garante.

Premetto che avevano comunione di beni. Tutto andò bene fino a quando il giro d'affari cadde improvvisamente a picco e mio padre perse tutto e si ritrovò con un debito che non ha mai voluto ripagare.

Logicamente i miei si sono poi divorziati. A causa di mio padre, mia madre non ha più potuto richiedere un prestito, comprare una casa e ha sempre avuto paura di avere un contratto di lavoro per paura che le pignorassero la busta paga. Ha sempro lavorato a nero. Insomma, mio padre le ha rovinato la vita.

Questo però è successo quasi 10 anni fa. Non so come funzionino le leggi in Italia, ma mi può dire se mia madre è condannata a portare questa croce per il resto della sua vita o c'è qualche via d'uscita?

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita, briciole di pane e commenti

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mio padre sottoscrisse un prestito e mia madre ne fu garante. Clicca qui.

Stai leggendo Mio padre sottoscrisse un prestito e mia madre ne fu garante Autore Genny Manfredi Articolo pubblicato il giorno 29 ottobre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare qui. Per accedere con credenziali Facebook puoi cliccare qui.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca