Mantenimento non versato dal coniuge separato » Cosa devo fare?

Mi chiamo Maria e da quando sono separata, 8 anni, non ho ancora visto un centesimo dell'assegno di mantenimento che mi deve il mio ex.

Io vivo con 850 euro e ne pago 450 d'affitto.

Ho due figlie.

In più ho una malattia invalidante e mi costa tanto a tal punto che tante volte non riesco a comprare le medicine che mi servono.

Lui dichiara solo 2000 euro l'anno ed ha intestato ad altri tutti i suoi beni.

Può cavarsela con tanti saluti e grazie dopo 30 anni di matrimonio?

Potete aiutarmi a capire come fare ad avere il mantenimento che mi è dovuto?

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su mantenimento non versato dal coniuge separato » cosa devo fare?. Clicca qui.

Stai leggendo Mantenimento non versato dal coniuge separato » Cosa devo fare? Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 23 ottobre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria famiglia e lavoro - sostegno al reddito - isee e nucleo familiare - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • naty 28 ottobre 2013 at 21:43

    salve ,1. nato bimbo da mio compagno , ma io ancora risulto sposata con un altro uomo ….assegni familiari posso chiedere lo stesso per bimbo appena nato o mi devo separare prima per poter avere possibilita di chiedergli ? 2.isee va calcolato a base di reddito di solo residenti a prescindere ai legami famigliari(visto che ancora risulto sposata ma residenze sono diverse )? grazie

    • Simonetta Folliero 29 ottobre 2013 at 05:36

      Gli assegni familiari possono essere percepiti anche per i figli naturali della lavoratrice.

      Il reddito è costituito da quello del richiedente e di tutte le persone che compongono il nucleo familiare. Il reddito del nucleo familiare, da prendere in considerazione ai fini della concessione dell’assegno, è quello prodotto nell’anno solare precedente il 1° luglio di ogni anno ed ha valore fino al 30 giugno dell’anno successivo.

      Per quanto attiene il nucleo familiare, suo marito ne farà sempre parte, anche se le residenze sono diverse, fino a quando non sarà intervenuta la separazione.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca