ISEE figli naturali e nucleo familiare

La ringrazio per la sua cortese risposta.

Le chiederei gentilmente le seguenti ulteriori:

1) Cosa accade per gli assegni familiari? Nel caso in questione (genitori non sposati e non conviventi ma che hanno riconosciuto congiuntamente il proprio figlio/a) a chi spetterebbero?

Mi sembra di capire da altri interventi che gli assegni per nucleo familiare sarebbero di pertinenza del dichiarante (i.e: Carmela) con cui coabita mia figlia Sofia (dato che entrambe formerebbero da sole nucleo a parte) ? Corretto?

2) Come invece verrebbero ripartite le detrazioni per figli a carico e quale forma risulterebbe + conveniente?

Esiste una modalità formale che esprime un eventuale accordo tra i genitori ?

3) Un ultima questione: Qualora in futuro si voglia modificare lo stato attuale, ovvero supponendo tra qualche mese un cambio di domicilio da parte mia in modo da coabitare con la mia compagna oppure modificare lo stato civile con un possibile matrimonio, quale effetto risulterebbe per le casistiche già esposte ? Ovvero:

a) esenzioni ticket per reddito;

b) assegni familiari;

c) detrazioni fiscali per primo figlio/a;

Ad esempio, le agevolazioni verrebbero mantenute fino al momento del cambio domicilio o stato civile anche nell'anno in corso?

Vi ringrazio per qualsiasi chiarimento.

Per semplificare partiamo dall'ipotesi di un cambio di residenza che porterà a convivre Kurtiz con la compagna e la figlia Sofia. Rimandiamo ad altro post l'eventualità del matrimonio.

1) corretto

2) La detrazione per figli a carico non può essere ripartita liberamente tra entrambi i genitori.

Se i genitori non sono legalmente ed effettivamente separati la detrazione per figli a carico deve essere ripartita nella misura del 50% ciascuno. Tuttavia i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l'intera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato per evitare che la detrazione non possa essere fruita in tutto o in parte dal genitore con il reddito inferiore.

In caso di separazione legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio la detrazione spetta, in mancanza di accordo tra le parti, nella misura del 100% al genitore affidatario ovvero in caso di affidamento congiunto nella misura del 50% ciascuno. Anche in questo caso, i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l'intera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato per evitare che la detrazione non possa essere fruita in tutto o in parte dal genitore con il reddito inferiore.

3a) Il reddito del nucleo familiare aumenta, includendo quello di entrambi i genitori con il rischio di perdere il beneficio dell'esenzione ticket. Non è possibile ottenere una scheda anagrafica distinta con lo spostamento di residenza presso l'abitazione in cui vive sua figlia. In pratica Kurtiz, la sua compagna e la figlia costituiranno un unico nucleo familiare al cui reddito contribuiranno sia Kurtiz che la compagna.

3b) Parliamo degli assegni familiari (ANF) erogati a favore delle famiglie di lavoratori dipendenti. Previo accordo potrà richiedere lei (essendo convivente) - al posto della sua compagna - l'assegno per un nucleo familiare costituito dal richiedente e dalla figlia Sofia

3c) le suggerisco di inserire il quesito relativo a questo punto nella sezione fisco e tasse del forum.

12 marzo 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Nucleo familiare fiscale, nucleo familiare ISEE, nucleo familiare ISEEU e nucleo per gli assegni familiari
In principio era la “famiglia anagrafica”, quella che si rileva dallo storico "stato di famiglia" che, almeno una volta, chiunque di noi ha chiesto agli uffici dell'anagrafe comunale. Poi fu introdotto il nucleo familiare ISEE, come strumento di valutazione - nelle speranze del legislatore, oggettivo ed equo - finalizzato a ...
Assegno per il nucleo familiare – sussiste anche per la famiglia di fatto
Il genitore di figli naturali riconosciuti ha diritto all'assegno familiare. In tal senso si è espressa la Corte di Cassazione, con la sentenza del 18 giugno 2010, numero 14783. Nel caso di specie, il ricorrente era coniugato con una persona, ma conviveva da anni con altra persona. Dalla convivente aveva ...
Assegno per il nucleo familiare - Regole in caso di separazione personale dei coniugi
L'assegno per il nucleo familiare è finalizzato ad assicurare una tutela in favore di quelle famiglie che mostrano di essere effettivamente bisognose sul piano economico. L'assegno per il nucleo familiare è attribuito in modo differenziato in rapporto al numero dei componenti ed al reddito del nucleo familiare, tenendo altresì conto ...
Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE per l'accesso a prestazioni socio sanitarie - Il nucleo familiare ristretto
Le prestazioni sociosanitarie, ai sensi della definizione adottata a fini ISEE, sono identificate come le prestazioni sociali agevolate assicurate nell'ambito di percorsi assistenziali integrati di natura sociosanitaria. Si tratta di prestazioni rivolte a persone con disabilità e limitazioni dell'autonomia, ovvero interventi in favore di tali soggetti: di sostegno e di ...
Affidamento congiunto dei figli - assegno di mantenimento per la prole sempre dovuto dal genitore non collocatario
L'affidamento congiunto dei figli ad entrambi i genitori è un istituto che, in quanto fondato sull'esclusivo interesse del minore, non fa venir meno l'obbligo patrimoniale di uno dei genitori di contribuire, con la corresponsione di un assegno, al mantenimento dei figli, in relazione alle loro esigenze di vita, sulla base ...

Spunti di discussione dal forum

Convivenza, figli e detrazioni
Vi sottopongo il mio caso per capire un pò meglio come muovermi e i prossimi passi da fare. Io e la mia compagna conviviamo (anche se abbiamo mantenuto residenze diverse in diverse regioni) e da poco abbiamo avuto un bambino (con la stessa residenza della madre). Qual è il nostro…
Quale nucleo familiare per la DSU ISEE di minorenne con genitori non coniugati e conviventi di cui uno a carico IRPEF?
Sono a carico Irpef dei miei genitori perchè guadagno meno di 2800,00 anno: convivo dall'anno 2017 con una compagna da cui ho avuto una figlia nel marzo dell'anno 2017. Da settembre 2017 ho residenza con la mia compagna e mia figlia. Per usufruire agevolazioni Isee per iscrivere mia figlia ad…
Isee università per figlio di genitori separati – Conclusioni
In riferimento a questo topic, chiedo se io, genitore separato e non convivente, dovessi portare in detrazione il 100% delle spese per mio figlio (che la madre non può portare in detrazione), andrei o meno incontro alla possibilità che ai fini isee venga riconosciuto "attratto" al nucleo familiare? E' corretta…
Studenti coniugati senza reddito – Quale nucleo familiare per l’ISEE Università?
Ho 24 anni, non lavoro e ho la residenza presso l'abitazione dei miei genitori: dal prossimo mese sarò però sposata. Fino allo scorso anno usavo l'isee dei miei genitori, ora che sarò sposata non so quale ISEE dovrò utilizzare tenendo conto che anche lui è uno studente che non ha…
ISEE 2016 Altre informazioni del nucleo familiare
Sto compilando on line la richiesta per l'ISEE 2016: sono separata legalmente con due figli, uno maggiorenne e uno minorenne, che vivono con me, entrambi studenti. Io lavoro come dipendente a tempo indeterminato e il giudice ha stabilito, nella sentenza di separazione, un assegno di mantenimento per i figli che…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su isee figli naturali e nucleo familiare. Clicca qui.

Stai leggendo ISEE figli naturali e nucleo familiare Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 12 marzo 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria famiglia e lavoro - sostegno al reddito - isee e nucleo familiare - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

  • rebecca2013 21 maggio 2013 at 22:16

    Salve a tutti vorrei un consiglio su le detrazioni spettanti per una figlia a carico.
    Premetto siamo due genitori non sposati entrambi separati legalmente e neogenitori.
    Vorremmo sapere a chi dei due conviene la detrazione per la figlia.
    Siamo due lavoratori dipendenti del settore privato.
    Madre con reddito di cui fruire detrazioni di € 17000 da cud 2013 imposta lorda di €4000 con interessi pagati per mutuo prima casa di € 1.700 annui e poche spese mediche detratte circa €150.
    Padre reddito €26000 imposta lorda circa €6.500 senza casa e spese mediche no presentazione 730.
    Ringazio tutti per eventuali consigli in merito…:yes2:

    • Simone di Saintjust 22 maggio 2013 at 04:28

      La detrazione per figli a carico deve essere ripartita nella misura del 50% per ciascun genitore.

      Tuttavia i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l’intera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato per
      evitare che la detrazione non possa essere fruita in tutto o in parte dal genitore con il reddito inferiore.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?