Isee e conti correnti

Ho bisogno di questa informazione in merito alla determinazione del calcolo ISEE

I miei genitori abitano in case dell’Aler.
L’Aler al fine dell’adeguamento del canone ha richiesto una serie di documenti che mi sembrano essere quelli necessari per il calcolo dell’ISEE.

Mi pare di aver capito che per calcolare servano anche i saldi dei conti correnti delle persone che fanno parte del nucleo famigliare.

Queste le mie due domande:

1) Sul conto corrente di mio padre alla data del 31.12.2008 erano depositati anche il suo TRF ed una buona uscita che gli hanno riconosciuto anni prima al momento di andare in pensione. Dal momento che da quello che ho capito ai fini del calcolo isee queste voci non devono essere considerate può lui dichiarare come saldo reale il saldo di allora meno l’ammontare di cio che si evince dalla busta paga come tfr e buona uscita?

2) Per quanto riguarda invece la situazione di mio fratello, che abita con loro e lavora come dipendente, a parte il cud, deve anche lui comunicare il saldo del conto corrente. Deve comunciare il 100% oppure il 50% come per i fratelli?

Va indicato il valore complessivo del patrimonio mobiliare posseduto dal soggetto esattamente alla data del 31 dicembre dell’anno precedente alla presentazione della dichiarazione sostitutiva. Ne consegue, pertanto, che:

– non dovranno essere considerati i beni posseduti solo successivamente;

– dovranno comunque essere considerati i beni posseduti al 31 dicembre, anche se non più posseduti alla data della dichiarazione.

Il patrimonio mobiliare è costituito dai depositi bancari, da quelli postali, dai BOT e dagli altri titoli di Stato, dal denaro affidato a società di investimento o di risparmio, da quote di partecipazione azionaria, ecc.

Ottenuto l’ISE del nucleo familiare dalla somma di tutti le componenti reddituali e patrimoniali dei componenti il nucleo, verrà poi applicato un fattore di correzione (parametro desunto dalla scala di equivalenza) che dipende dal numero di componenti. Si ottiene così l’ISE del nucleo familiare.

Ma questo è un calcolo che le farà il CAF. Lei deve dichiarare i depositi al 31 dicembre 2010 così come risultano dalle comunicazioni bancarie, senza decurtare nulla e/o applicare quozienti.

12 Marzo 2011 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Isee stato di famiglia e nucleo familiare
Per l'isee, o l'iseeu, si prende a riferimento la data in cui si firma e si presenta la dichiarazione. Le persone che fanno parte del nucleo familiare sono quelle appartenenti al nucleo familiare e "vive" alla data della firma. I redditi ed i patrimoni da indicare sono quelli posseduti al 31 dicembre dell'anno precedente dai soggetti di cui al punto precedente. Per quanto riguarda nonna buonanima, dunque, lei non ha nulla di che preoccuparsi. ...

Compensazione legale fra saldi attivi e passivi di conti correnti intestati allo stesso correntista
Le condizioni generali che, di solito, disciplinano il rapporto di conto corrente dispongono che qualora esistono tra banca e correntista più rapporti o più conti di qualsiasi genere o natura, anche di deposito, ancorchè intrattenuti presso altre dipendenze italiane o estere, ha luogo in ogni caso la compensazione di legge ad ogni suo effetto. La banca, secondo le clausole contrattuali standard, ha il diritto di valersi della compensazione ancorché i crediti, seppure in monete differenti, non siano liquidi ed esigibili e ciò in qualunque momento senza obbligo di preavviso e/o formalità, fermo restando che dell'intervenuta compensazione la banca darà prontamente ...

Banche ed abusi su conti correnti e prestiti » Ecco come tutelarsi
Gli abusi più comuni delle banche ai danni dei correntisti o di chi chiede finanziamenti: si va dalle modifiche dei contratti all'insaputa del contraente, fino alle spese aggiuntive a sorpresa ed ai, famigerati, tassi usurari. Così come le trappole sono evidenti ed all'ordine del giorno, però, non mancano i diritti di cui godono i risparmiatori, anche se quasi nessuno se ne avvale, perché gli istituti di credito fanno di tutto per tenerli nascosti. Le banche inseriscono quasi sempre una frase generica nel contratto, come ad esempio: l'istituto di credito si riserva di modificare unilateralmente le condizioni qualora particolari situazioni lo ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su isee e conti correnti. Clicca qui.

Stai leggendo Isee e conti correnti Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 12 Marzo 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria famiglia e lavoro - sostegno al reddito - isee e nucleo familiare - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)