Contatore di energia elettrica » Manca il sigillo? Non c'è furto

Non vi è furto di energia elettrica se l’erogazione del servizio non viene interrotta: in caso manchi materialmente l’interruzione del servizio, che si manifesta con l’apposizione del sigillo, consentire all’utente la possibilità di prelevare ancora energia non fa scattare il reato.

Il delitto di furto è caratterizzato dal punto di vista dell’elemento soggettivo dal dolo specifico, costituito da una specifica finalità che l’agente mira a perseguire che, tuttavia, non è necessario si debba realizzare sul piano oggettivo per perfezionare il reato.

Questo l’orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 39809/14.

Furto di energia elettrica: da ciò che si evince dalla pronuncia in esame, in mancanza di rottura di sigillo non può essere contestato il furto.

A parere degli Ermellini, non si può avere furto se, nonostante la disdetta del contratto di fornitura di energia elettrica, l’erogazione non viene materialmente bloccata con sigilli e/o altri meccanismi.

Pertanto, se per incuria della compagnia fornitrice, l’erogazione di energia continua regolarmente, senza subire alcuna interruzione, e di tale erogazione il consumatore (ormai ex cliente) ne trae vantaggio, continuando ad usufruire della corrente servita dal contatore, non può scattare alcun illecito penale.

Secondo quanto chiarito da piazza Cavour, infatti, il comportamento della società può aver senz’altro indotto il ricorrente a ritenere il tacito, o presunto, consenso del fornitore alla protrazione dell’utilizzo del servizio di energia elettrica, con la conseguente insussistenza dell’elemento psicologico della volontà di impossessarsi della cosa altrui, agendo contro o senza la volontà del titolare, caratterizzante il delitto di furto.

30 Settembre 2014 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Furto di energia elettrica - L'eventuale situazione di indigenza non è idonea ad integrare lo stato di necessità
Non è giustificabile la condotta del capofamiglia che decide di usufruire gratis nel proprio appartamento della fornitura di energia elettrica (Corte di Cassazione, sezione penale, sentenza 121/2019). La giurisprudenza penale ha più volte chiarito che la situazione di indigenza non è di per sé idonea ad integrare la scriminante dello stato di necessità, per difetto degli elementi dell'attualità e dell'inevitabilità del pericolo, atteso che alle esigenze delle persone che versano in tale stato è possibile provvedere per mezzo degli istituti di assistenza sociale. Il principio è stato successivamente ribadito, rilevandosi che l'esimente dello stato di necessità postula il pericolo attuale ...

Fornitura energia elettrica e bolletta esorbitante - Presunto guasto del contatore o furto di corrente?
Ho ricevuto una bolletta esorbitante per consumo di energia elettrica: effettivamente i dati del contatore sono in linea con quelli riportati in bolletta, ma io non ho mai consumato tanto e nel periodo di riferimento non abbiamo messo in funzione alcun elettrodomestico che possa aver giustificato simili consumi. Quindi, o il contatore è guasto oppure qualcuno si è attaccato alla mia linea di alimentazione a valle del contatore. Come devo procedere? ...

Distacco della fornitura di energia elettrica senza preavviso? » Scatta il risarcimento danni
Il distacco, da parte del fornitore, dell'erogazione di energia elettrica senza preavviso, e senza la prova documentale di un contratto, determina una responsabilità extracontrattuale del gestore. In questo caso, il consumatore ha diritto al risarcimento danni non patrimoniale. Ciò è quanto si evince dalla sentenza 334/2014, emessa dal giudice di Pace di Barletta. Con la pronuncia in esame, il giudice onorario ha messo un punto fermo alle sempre più aggressive tecniche commerciali attuate dalle compagnie elettriche, ma anche telefoniche, assicurative, del gas, e alla stipula de cosiddetti vocal ordering. Per vocal ordering, si intende l'acquisizione del consenso attraverso la registrazione ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contatore di energia elettrica » manca il sigillo? non c'è furto. Clicca qui.

Stai leggendo Contatore di energia elettrica » Manca il sigillo? Non c'è furto Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 30 Settembre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 Maggio 2017 Classificato nella categoria sentenze e ordinanze della Corte di cassazione in tema di tutela dei consumatori Inserito nella sezione tutela consumatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)