Emergenza Coronavirus – Indennità di 600 euro per il mese di marzo 2020 ad artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri

Sono iscritti alle Gestioni Speciali dell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) i lavoratori autonomi quali gli artigiani, i commercianti, i coltivatori diretti, i coloni e i mezzadri: sono esclusi, in quanto iscritti alla Gestione Separata AGO i liberi professionisti, i lavoratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa (cococo), i venditori a domicilio, i prestatori di lavoro occasionale accessorio eccetera.

Ebbene, ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, è riconosciuta un’indennità per il mese di marzo pari a 600 euro. Tale indennità non concorre alla formazione del reddito ed è erogata dall’INPS, previa domanda, nel limite di spesa complessivo di 1.800 milioni di euro per l’anno 2020.

L’INPS provvede al monitoraggio del rispetto del limite di spesa e comunica i risultati di tale attività al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e al ministero dell’economia e delle finanze. Qualora dal predetto monitoraggio emerga il verificarsi di scostamenti, anche in via prospettica, rispetto al predetto limite di spesa, non sono adottati altri provvedimenti concessori. Il che, in soldoni, significa che bisogna affrettarsi a presentare la domanda.

Si tratta di quanto previsto dall’articolo 27 del decreto legge 18/2020 (cosiddetto “Cura Italia”), varato dal governo il 16 marzo 2020.

17 Marzo 2020 · Giorgio Martini

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su emergenza coronavirus – indennità di 600 euro per il mese di marzo 2020 ad artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri. Clicca qui.

Stai leggendo Emergenza Coronavirus – Indennità di 600 euro per il mese di marzo 2020 ad artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri Autore Giorgio Martini Articolo pubblicato il giorno 17 Marzo 2020 Ultima modifica effettuata il giorno 2 Aprile 2020 Classificato nella categoria famiglia separazione divorzio lavoro pensioni isee sostegno al reddito » mini guide Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • Anonimo 26 Giugno 2020 at 03:11

    Sono iscritto alla gestione separata come socio srl dal 2010 e ho percepito bonus indennità Covid-19 ad aprile e marzo: avevo fino al 2015 contratto cococo e risulto anche titolare di impresa commerciale fino al 2016, poi ho cessato attività ma ho la partita IVA ancora aperta in prospettiva di altro. Posso avere il bonus di maggio?

    • Simone di Saintjust 26 Giugno 2020 at 03:22

      Se ha già beneficiato dell’indennità nei mesi di marzo ed aprile, potrà senz’altro ottenere quella relativa al mese di maggio. Altra storia è decidere se ne ha diritto: gli elementi che fornisce non sono sufficiente i decidere in tal senso.