CRIF – Visibilità sospesa per mancato aggiornamento dati


In passato ho avuto problemi di ritardo nei pagamenti, specialmente con una carta di credito revolving Agos, questi ritardi sono stati risolti(la carta è attiva e funzionante), quindi non più  visibili su CRIF (sono in attesa della visura Experian):il servizio di CRIF mi da una affidabilità medio alta(prima mi dava molto limitata.
Il mio vero quesito è il seguente, vorrei fare un mutuo però mi trovo una segnalazione che non capisco su CRIF.
Sono rientrato da un fuori fido, il fido nel 2019 era di 1500 euro e sono andato furi a circa 3 mila euro.
La banca mi fece un piano di rientro che alla fine non ho rispettato del tutto pero’a marzo 2021 ho pagato il tutto.
Non capisco perche’ sul CRIF risulta questo:
Istituto di credito:
Tipo di credito: FIDO DI CONTO Dati aggiornati al: 31­/03/­2021
Fase del credito: IN CORSO Cod. contratto da
Istituto:
Ruolo: RICHIEDENTE
Visibilità dati sul SIC: Sospesa per mancato aggiornamento dati
importo accordato 0, importo utilizzato 530
Preciso che il conto funziona ancora ed è utilizzabile.
La mia domanda è, essendo sospesa la segnalazione gli intermediari la vedono?
Anche Experian sospende la visibilità  per mancato aggiornamento dati?
Tale domanda è legata al fatto che se tali dati non fossero visibili io potrei essere, almeno credo, ancora finanziabile.
Su CTC il fido non è nemmeno menzionato e risulto pulito, e sulla centrale rischi banca d’italia non ci sono segnalazioni su di me.
Spero di essere stato sufficientemente chiaro

Il creditore che ha segnalato la posizione del debitore in un Sistema di Informazione Creditizia (SIC) ovvero una Centrale Rischi privata, o nella Centrale Rischi pubblica della Banca d’Italia, può rendere non visibili (oscurare) per un determinato periodo di tempo i dati del soggetto censito. Per esempio, quando si sospetta un errore nel trattamento dei dati, a fronte di un reclamo del soggetto segnalato e nell’eventuale attesa che l’accertamento venga portato a termine, i dati vengono oscurati.

Durante l’oscuramento la posizione censita ed oscurata è come se fosse inesistente per gli altri partecipanti al Sistema di Informazioni creditizie (SIC).

Quello che appare assai strano è che dal 31 marzo 2021 ancora non si sia proceduto all’aggiornamento dei dati.

Anche Experian deve uniformarsi al vigente Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti sottoscritto da CRIF, Experian, CTC, Assilea eccetera e le principali associazione per la difesa dei consumatori. Peraltro, come già accennato, il temporaneo oscuramento dei dati censiti è attivato e gestito centralmente dal creditore partecipante al SIC.

Lei deve avere sicuramente qualche amico nella banca creditrice: infatti, il procurato oscuramento dei dati negativi in SIC, quando non riconducibile ad un reclamo motivato del debitore censito e ad un conseguente approfondito accertamento sulla legittimità della segnalazione, può essere ottenuto solo con l’intervento di funzionari, della banca creditrice, che sono abilitati all’inserimento e/o alla modifica delle posizioni debitorie da trasmettere al SIC.

14 Dicembre 2021 · Ornella De Bellis



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic CRIF – Visibilità sospesa per mancato aggiornamento dati