Vendita di un terreno ereditato trent’anni fa senza presentare dichiarazione di successione e senza procedere alla divisione ereditaria

Argomenti correlati:

Mia madre vorrebbe vendere un terreno agricolo che ha ereditato oltre trent’anni fa dal padre: quando morì suo padre non venne fatta la successione (non so nemmeno se fosse obbligatorio allora) lei e i suoi tre fratelli divisero i beni in parti uguali senza alcuna registrazione,

Cioè il primo prese un terreno, il secondo un’altro e così via il terzo e il quarto.

Ora il problema è come fare a venderlo senza avere un atto intestato a suo nome, ma solo l’atto originario di compravendita del 1976, tra mio nonno (acquirente) e il venditore. Può lei dichiarare di essere in possesso del terreno oppure servirà che tutti i fratelli firmino come eredi?

La questione non è semplice: per poter vendere il terreno ereditato bisogna necessariamente aprire la successione, presentare la dichiarazione di successione, procedere alla divisione dell’eredità, effettuare le necessarie volture catastali e pagare le imposte ipotecaria e catastale.

La successione si apre al momento della morte del de cuius. La dichiarazione di successione deve essere presentata dagli eredi entro 12 mesi dalla data di apertura della successione che coincide, generalmente, con la data del decesso del contribuente.

Poichè il pagamento delle imposte verrebbe effettuato dopo oltre 2 anni la scadenza naturale (12 mesi dal decesso del de cuius), e semprechè per la violazione non siano stati già notificati i relativi atti di liquidazione e di accertamento, la sanzione sarà pari pari al 5% delle imposte dovute.

Bisognerà, inoltre, corrispondere all’erario gli interessi moratori dovuti per il ritardo nel pagamento delle imposte ( calcolati al tasso legale con maturazione giorno per giorno sulle somme non versate).

27 Agosto 2018 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Ipoteca giudiziale su un quarto di terreno ereditato e restrizione
Desidero acquistare un terreno edificabile (a seguito di condono del proprietario deceduto) ma, su un quarto del terreno (sulla quota ereditaria come unico figlio del defunto) grava una ipoteca giudiziale non quantificata. L'ipoteca intestata al figlio è una parte di una unica ipoteca che è stata messa anche sul quarto dell'abitazione di famiglia nella quale i due vivono. Come possiamo liberare il terreno per poterlo acquistare senza ipoteca? Al momento il figlio non può pagare tutto il debito ipotecario, ma vorremmo trovare il modo di liberare almeno la quota messa sul terreno per poterlo acquistare senza rischi. Vi sarei infinitamente ...

Testamento - Ho ereditato una somma inferiore a 100 mila euro » Devo presentare la dichiarazione di successione ad Agenzia delle Entrate?
Ho ricevuto tramite testamento del denaro: la somma che mi spetta è al di sotto delle 100 mila euro. Devo fare successione? La banca è tenuta con il solo testamento a liquidarmi? Questo passaggio di soldi viene trascritto sul registro delle successioni? ...

Successione ereditaria e divisione - Posso evitare doppia voltura?
Con la dichiarazione di successione di un immobile ereditato io e mia sorella, che siamo eredi, dobbiamo fare la voltura, ma siccome siamo d'accordo che mia sorella si tiene l'intero immobile, vorremmo sapere se possiamo fare subito la voltura a lei che prende l'immobile; o se, invece, bisogna per forza fare prima anche la voltura a entrambe, e poi la seconda voltura a mia sorella. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Vendita di un terreno ereditato trent’anni fa senza presentare dichiarazione di successione e senza procedere alla divisione ereditaria