Truffa assicurativa del finto giro di prova – A cosa fare attenzione?

Mio padre, un anziano di 70 anni, è stato vittima, a mio parere, di una truffa assicurativa: visto che stava vendendo la sua auto, il sedicente acquirente gli ha chiesto un giro di prova, ma, sfortunatamente, guarda caso, proprio nel test della vettura si è verificato un sinistro.

Così, mio padre, per non riscontare aumenti sull’rc auto, si è accordato per una cifra da pagare al momento.

Naturalmente, l’acquirente non ha più comprato la vettura.

Erano d’accordo?

Attenzione alla truffa Rc auto col giro di prova dell’usato: va di moda raggirare soprattutto i venditori anziani: di base, un falso compratore individua l’annuncio su Internet, contatta la vittima che vende la macchina usata e cerca di capire se l’uomo (o la donna) è avanti con l’età.

In caso positivo, l’acquirente farlocco passa alla seconda fase.

Compratore e venditore si incontrano, col primo che ha semplicemente chiesto al secondo di fare un piccolo giro di prova in auto.

L’acquirente si mette alla guida, con il venditore accanto, sul lato passeggero.

Un compare del compratore si pone, durante il giro di prova, davanti all’auto oggetto della truffa.

Il compratore tampona il socio criminale.

L’auto della finta vittima viene danneggiata e il guidatore finge di avere male al collo.

A quel punto, il guidatore dell’auto cui si è finto interessato spinge il venditore ad arrivare a un accordo: un mini risarcimento sui centinaia di euro per evitare noie.

Niente Modulo blu della constatazione amichevole, niente malus assicurativo che si riverbera negli anni con aumenti tariffari pesantissimi.

Se il venditore cade nella trappola, dà i soldi al criminale.

Che scappa, ovviamente, e non si fa più sentire.

Di certo, non comprerà mai e poi mai l’auto.

Il nostro consiglio, in caso di sinistro, è duplice: anzitutto, allertare le Forze dell’ordine.

E poi avvertire la compagnia assicuratrice dell’accaduto.

Anche per capire la reazione dei malintenzionati, che con tutta probabilità in questo caso se la danno a gambe levate.

3 Febbraio 2021 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Vietato circolare con targa di prova se auto è senza assicurazione - Ma poi il Ministero ci ripensa
Ho una piccolo salone di compravendita di auto usate: qualche giorno fa ho proposto ad un acquirente di fare un giro, utilizzando la classica targa di prova. Mentre effettuavamo un test della vettura, siamo stati fermati da una pattuglia che ci ha multato, poiché il veicolo era sprovvisto di assicurazione. Gli ho spiegato che è la prassi effettuare test drive con targhe di prova, ma mi ha detto che ultimamente sono cambiate le regole. Cosa sta succedendo? Così ho difficoltà a lavorare! ...

Truffa del modulo Cashback - Ecco come fare attenzione
Mi è arrivata una strana email con oggetto "Cashback di Natale", nella quale mi si invitava a compilare un sedicente modulo, dove dovevo inserire i miei dati personali: ovviamente ho cestinato il messaggio. Si tratta di una truffa? ...

Truffa del finto gestore telefonico - Cambia operatore o aumentano i prezzi
Sono stato contattato telefonicamente da un sedicente impiegato del mio presunto operatore telefonico, che mi informava che per ragioni amministrative il costo del mio abbonamento sarebbe aumentato esponenzialmente. Tutto ciò, a mio avviso, è stato fatto per indurmi a cambiare operatore telefonico. Si tratta di una truffa? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Truffa assicurativa del finto giro di prova – A cosa fare attenzione?