Termini di prescrizione finanziamento Prestitempo Deutsche Bank risalente al 2001

Argomenti correlati:

Ricevo in data odierna con lettera raccomandata da parte di Ifis npl servicing spa richiesta di pagamento di 5 mila e 595,31 euro a saldo di un credito relativo a un finanziamento sottoscritto con Prestitempo (Deutsche Bank) in data 04/01/2002 per un importo di € 3 mila e 599,91 da saldare in 27 rate che non ho pagato in quanto il servizio non fu mai erogato dalla ditta Opening School causa fallimento di quest’ultima.

In allegato alla richiesta di Ifis npl ricevo copia di Raccomandata A/R di Deutsche Bank inviata alla sottoscritta in data 01/02/2021 che non ho mai ricevuto in cui mi si comunica che Deutsche Bank cedeva il credito a Banca IFIS S.p.A. E’ possibile trattasi di truffa? In ogni caso non sono trascorsi i termini della prescrizione?

Non crediamo si tratti di una truffa, dal momento che la cessionaria è IFIS NPL (Non Performing Loans, specializzata, come indica il termine NPL, nel recupero crediti deteriorati e che, comunque, in data primo febbraio 2021 le è stata comunicata l’intervenuta cessione da Prestitempo: tuttavia il credito vantato potrebbe essere inesigibile sia perché nel corso degli anni è intervenuta la prescrizione decennale, sia perché il servizio finanziato non è mai stato erogato.

Come è noto, la prescrizione del diritto ad esigere un credito rimasto insoddisfatto è decennale, decorrente dalla data in cui l’ultima rata del piano di ammortamento avrebbe dovuto essere versata. Sotto questo aspetto – considerando che qualsiasi notifica da parte del creditore avrebbe potuto essere correttamente perfezionata per compiuta giacenza in occasione di irreperibilità temporanea del debitore, oppure, in caso, di trasferimento di residenza di quest’ultimo, in virtù del fatto che egli sarebbe stato tenuto contrattualmente a notificare al creditore eventuali cambi di domicilio – non resta che scrivere (con raccomandata AR) alla cessionaria IFIS NPL eccependo di ritenere ormai prescritto il credito vantato e se così non fosse, di volere adempiere a condizione di ricevere dalla società creditrice copia degli attestati di notifica in base ai quali, negli ultimi vent’anni, siano state effettuate le tassative comunicazioni interruttiva dei termini di prescrizione.

Passando al secondo aspetto della questione, ovvero la mancata fruizione del servizio, supponiamo di trovarci nel caso in cui l’importo del finanziamento, addebitato alla debitrice fu direttamente corrisposto alla Opening School che avrebbe dovuto erogare il servizio. In questa ipotesi, sarebbe stato utile, ai tempi, segnalare lo spiacevole evento alla finanziaria cedente (Prestitempo di Deutsche Bank) pretendendo lo sgravio del debito.

Se ciò, purtroppo, non è stato fatto si potrà rimediare dimostrando, attraverso ricerche presso la Camera di Commercio competente oppure attraverso notizie di stampa risalenti al 2003, che la società Opening School fallì proprio nel periodo in cui la prestazione a favore della debitrice avrebbe dovuto essere resa.

L’invito, comunque, è quello di non sottovalutare la richiesta di pagamento interagendo con IFIS, sia eccependo di ritenere il credito prescritto sia chiarendo le motivazioni per cui esso non fu soddisfatto.

Bisogna chiudere il contenzioso in fase stragiudiziale in quanto, se lei lavora come dipendente oppure ha un conto corrente intestato, IFIS NPL potrebbe procedere con decreto ingiuntivo, costringendola ad affidarsi ad un avvocato per opporsi, con dispendio considerevole di quattrini.

25 Gennaio 2022 · Annapaola Ferri



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti