Tassa smaltimento rifiuti

Mi è stato notificato un atto di pignoramento presso terzi terzi per la TARSU degli anni 2000/01/02/03/04/05, io avevo cambiato residenza e comune nel 1998 come risulta nel ufficio anagrafe. Mi imputano il fatto di non aver comunicato il cambio di residenza all'ufficio tributi. In parte è vero in quanto nel 2005 dopo la notifica mi recai nel comune dove non si trovava la mia comunicazione del 1998: venni rassicurato dall'impiegata la quale avrebbe sanato la situazione rilasciandomi una carta che riportava la mia situazione. A distanza di 10 anni mi è arrivato questo atto, la dottoressa dei tributi mi dice che non può chiedere l'annullamento perchè ci sarebbe un danno erariale a carico del comune.

Cosa posso fare? devo pagare? Mi devo rivolgere ad un avvocato?

Quando si cambia residenza è necessario procedere a comunicare la cessazione della vecchia utenza e a dichiarare l'iscrizione (dichiarazione) presso la nuova abitazione.

E questo non un compito che devono svolgere gli uffici anagrafici, specie se il trasferimento avviene fra Comuni diversi.

Per evitare l'azione esecutiva può procedere al versamento di quanto richiestole in sede di conversione del pignoramento.

22 maggio 2015 · Annapaola Ferri

Altre discussioni simili nel forum

avviso di accertamento per TARSU TARI o TIA
cartella esattoriale o ingiunzione fiscale per TARSU TARI o TIA

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca