TARI – Il comune dove ero residente continua ad inviarmi richieste di pagamento

Il comune dove ero residente in passato continua a mandarmi richieste di pagamento relative alla TARI, nella lettera raccomandata ricevuta il 8 Aprile 2021 riporta la dicitura di “sollecito n.1019 del 30/12/2020 anno imposta 2014 protocollo n.3367 del 26/03/2021” la richiesta è senza sanzioni e interessi di mora, in realtà non mi mai stata recapitato nessun primo avviso in passato. Un’altra richiesta TARI relativa all’anno di imposta 2010 e stata affidata dal comune direttamente alla riscossione, di quest’ultima ho chiesto tramite PEC la relata di notifica ma non hanno mai risposto. Posso chiedere l’annullamento di queste richieste oltre i termini dei cinque anni? Nel caso di ricorso alla commissione tributaria sono costretto a rivolgermi alla provincia del comune in questione?

E’ normale che ciò accade se lei non ha comunicato agli uffici preposti alla gestione della Tassa Ambientale RIfiuti (TARI) del Comune in cui risedeva in passato la comunicazione di fine occupazione.

Mentre agli uffici preposti alla gestione della TARI del Comune in cui è andato a risedere va inoltrata la comunicazione di inizio occupazione.

Non può richiedere alcun annullamento delle legittime pretese comunali, tantomeno basando l’istanza su una presunta intervenuta prescrizione.

Qualora, invece, avesse presentato istanza di inizio occupazione al nuovo Comune di residenza, a far data dall’intervenuto trasferimento, potrebbe provare a esibire questo documento all’ufficio comunale che si occupa di riscossione della TARI per il vecchio comune di residenza, al fine di chiedere l’annullamento degli avvisi di pagamento, in virtù della circostanza che un cittadino contribuente non può essere obbligato ad una doppia imposizione della tassa di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, anche se ciò avviene a seguito di inadempimenti formali del contribuente stesso.

9 Aprile 2021 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il Comune può chiedere dodici anni di TARI arretrata e mai pagata?
Vorrei sapere se mi possono richiedere gli arretrati di 12 anni di TARI: lo hanno mai fatto e non c'è la prescrizione anche se l'hanno interrotta magari con qualche affissione al comune? Fino ad ora non anno mai fatto azione legali contro di me, nessuna sanzione. ...

Ingiunzione comune di Milano per TAriffa RIfiuti (TARI)
Ad agosto 2017 ho ricevuto dal Comune di Milano ingiunzione di pagamento per la Tari anno 2010 2011 2012 2013 2014. Premetto di non aver mai ricevuto nulla durante tutti questi anni come avvisi di pagamento. Aggiungo che ho ricevuto regolare avvisi di pagamento negli anni 2016 2017 e 2018 tutti regolarmente pagati. A settembre 2017 ho fatto ricorso in autotutela ed ho ricevuto risposta dal Comune di Milano a febbraio 2019 che il mio ricorso non è stato accettato. Domanda: il Comune di Milano ha rispettato i termini per rispondere al mio ricorso? ...

Intimazione di pagamento TARI 2011 senza alcuna notifica avviso/cartella precedente
Il 2/2/2019 mi è stata notificata un'intimazione di pagamento per la tari 2011 dal comune ove risiedo dall'agosto 2011: nell'intimazione si fa riferimento ad un ruolo del 2012 e alla successiva cartella notificata il 15/05/2014. Non ho mai ricevuto nessuna comunicazione, sollecito o cartella nè dal comune, nè da Equitalia o altri agenti di riscossione. Posso contestare il fatto di non aver ricevuto nulla e sostenere che il debito è estinto? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic TARI – Il comune dove ero residente continua ad inviarmi richieste di pagamento