Successione e debiti – Quando il debitore eredita una parte della liquidità giacente sul conto corrente del defunto

Recentemente è mancata mia mamma e io e mia sorella dobbiamo fare la successione: premesso che non riusciamo ad accordarci su alcune cose, volevo porre la seguente domanda tenendo conto che la mamma deceduta ha sul conto corrente una discreta somma. Può un creditore magari come Equitalia, visto che ho con la stessa dei debiti arretrati che non riesco per il momento a pagare, pignorarmi la somma a me spettante derivante appunto dalla successione che entro un anno dalla morte dovremmo necessariamente fare visto che il de cuius ha anche dei terreni intestati pur di nessun valore?

Sicuramente, con l’accettazione dell’eredità ed il transito della quota di liquidità spettante all’erede sul proprio conto corrente, il creditore dell’erede debitore può pignorare il saldo di conto fino a soddisfacimento del credito azionato.

Tuttavia, per riuscire nell’impresa, il creditore procedente deve essere fortunato e notificare alla banca l’atto di pignoramento del conto corrente un attimo prima del bonifico oppure avere a che fare con un debitore inconsapevole che lasci i soldi a pascolare sul proprio conto corrente (senza trasferirli immediatamente sul conto corrente di un terzo fiduciario) fino al momento in cui la banca dispone il blocco del saldo in qualità di custode terzo pignorato dopo la notifica dell’atto di pignoramento effettuata dal creditore procedente.

In verità, il creditore potrebbe anche pignorare la somma dovuta dalla banca, che detiene il conto corrente del de cuius, all’erede debitore, dopo che sono state perfezionate le pratiche di successione: ma, in questo caso, dovrebbe entrare in possesso di troppe informazioni, afinché l’ipotesi teorica possa tradursi in realtà effettiva.

29 Luglio 2019 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Debito del defunto - Rinuncia all'eredità godimento della pensione di reversibilità e pignoramento del conto corrente
Ho ricevuto da una finanziaria tramite un legale una notifica per somme bloccate sul mio conto corrente dove affluisce mensilmente la mia pensione di reversibilità, in attesa della decisione del giudice, per debiti di mio marito defunto. Ho segnalato all'avvocato che avevo fatto la rinuncia all'eredità, ma mi ha risposto che aspettavano l'udienza per prendersi lo stesso i soldi. Chiedo, possono prenderseli anche con la mia rinuncia? ...

Eredità e debiti con ADER (ex Equitalia) - Come funziona il pignoramento esattoriale del conto corrente?
Vivo in America da 8 anni, ho appena scoperto che ho debiti con Equitalia per circa 50 mila euro che non ho i mezzi per pagare. Nel caso ricevessi in eredità una somma di denaro in conto corrente, mi verrebbe prelevato subito il debito con Equitalia? ...

Eredità in conto corrente e debiti per i quali agisce Agenzia Entrate Riscossione (ADER) - Può ADER agire nei confronti dell'erede debitore?
Il mio quesito è questo: mio papà è purtroppo venuto a mancare e ha lasciato un conto corrente con circa € 20 mila. Io ho problemi con Agenzia Entrate Riscossione (ex Equitalia) per via delle cartelle esattoriali delle mie due figlie alla mensa delle medie che risalgono a qualche anno fa. Può ADE Riscossione confiscarmi questi soldi? Preciso che non ho residenza allo stato attuale perchè ho avuto uno sfratto e sono ospite di amici. Ho un lavoro di 10 ore la settimana col quale guadagno 300 al mese e che non ho altri debiti né altri crediti. Con questi ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Successione e debiti – Quando il debitore eredita una parte della liquidità giacente sul conto corrente del defunto