Successione – Importo trasferito con bonifico da conto esclusivo del defunto a conto cointestato con il defunto risulta addebitato nel conto corrente di origine ma non ancora accreditato in quello di destinazione

Argomenti correlati:

Salve, durante la compilazione dell’atto di successione mi sono trovato davanti a questa tematica a cui non ho trovato risposta e non saprei come gestire: il defunto aveva due C/C, il primo intestato solo a lui (Banca X) e l’altro cointestato con la moglie (Banca XY).

Come previsto sono stati chiesti i saldi alla data del decesso ad entrambi gli istituti bancari.

Il quesito nasce dal momento che il giorno della morte il defunto ha effettuato un bonifico dal conto corrente solo a lui intestato (Banca X) verso il conto corrente cointestato (Banca XY).

Sul saldo della banca da cui è partito il bonifico (Banca X) l’importo del bonifico risulta non presente sul saldo alla data del decesso, che come detto sopra è anche lo stesso giorno in cui è stato immenso il bonifico. Nello stesso documento che contiene il saldo è riportato anche l’elenco dei movimenti comprensivo di questo bonifico, che ripeto risulta già decurtato dal saldo.

La banca ricevente (Banca XY), sul conto cointestato defunto/moglie ha prodotto anche lei il documento di saldo alla data della morte. In questo documento il saldo alla data di morte non comprende ancora il bonifico fatto lo stesso giorno sulla precedente banca (Banca X), in quanto l’accredito per la Banca XY avverrà effettivamente 2 giorni dopo, come normale.

Ad ogni modo nel documento dei saldi e consistenze la banca X ha riportato anche il saldo alla data di “oggi”, quindi ha indicato sia il saldo alla data del decesso sia il saldo al momento della emissione del documento di riepilogo.

A questo punto ci troviamo che “ufficialmente” entrambe le banche nel saldo alla data del decesso non riportano la somma oggetto del bonifico. Nei rispettivi documenti di riepilogo questa somma è riportata da una parte solo come movimento in uscita (Banca X) e dall’altra (Banca XY) come saldo però in data successiva alla morte.

Il mio quesito è quindi come e dove deve essere rappresentata questa somma?

Deve essere inserita/aggiunta al saldo della banca X da cui è stato disposto il bonifico ed il cui conto corrente era intestato al solo defunto, o deve essere aggiunta nel saldo della banca XY rivevente il bonifico e il cui conto era cointestato?

Bisogna chiedere di riemettere/correggere uno dei due documenti emessi dalle banche o basta rappresentare questa situazione correttamente nel documento da riportare all’agenzia delle entrate?
Inoltre tale somma non determina un cambiamento della tassazione da applicare alla successione.

Vi ringrazio anticipatamente della spiegazione e risposta che riuscirete a fornire

Fino a quando la banca presso cui è stato aperto il conto corrente cointestato XY non accetterà l’importo trasferito e procederà a contabilizzare l’operazione di bonifico effettuata dal conto corrente X, il saldo del conto corrente di destinazione rimarrà invariato.

Ne consegue che i saldi alla data del decesso da indicare nell’atto di successione sono quelli riportati nei documenti rilasciati dalle due banche relativamente ai conti correnti X e XY, anche se risulta praticamente scomparso l’importo bonificato (addebitato sul conto di origine ma non ancora accreditato in quello di destinazione).

Peraltro, dal punto di vista fiscale, se la somma del saldo di conto X e del 50% del saldo di conto XY, prima del trasferimento, fosse stata inferiore ai 100 mila euro, l’imposta di successione sarebbe stata sempre nulla, anche qualora l’operazione di bonifico fosse stata registrata nei saldi di entrambi i conti correnti.

Gli eredi, invece, per la divisione ereditaria potranno spartirsi almeno la metà dell’importo trasferito, in quanto l’eredità relitta dovrà tener conto nel bonifico effettuato in un orario antecedente l’intervenuto decesso, indipendentemente dall’avvenuta registrazione contabile nel conto corrente di destinazione (al momento del decesso) e da quanto riportato nell’atto di successione.

13 Gennaio 2021 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Bonifico disposto dal conto corrente e accreditato al beneficiario post mortem del disponente
Caso specifico: il private banker che gestiva il rapporto del de cuius ha compilato un bonifico a favore di uno degli eredi e datato 2 giorni prima del decesso autorizzandone l'addebito in banca 5 giorni dopo il decesso dell'intestatario; essendo il private banker nipote diretto del de cuius e figlio di uno degli eredi legittimi, sapeva benissimo (presente oltretutto al funerale tenutosi 3 giorni prima che venisse autorizzato l'addebito in conto) che era deceduto l'intestatario e quindi non doveva far addebitare il bonifico! Abbiamo comunicato alla banca che ha disposto post mortem un bonifico pur essendo a conoscenza del decesso ...

Costituisce motivo di accettazione tacita dell'eredità un bonifico da me disposto dal conto corrente cointestato con il defunto padre ad un conto corrente intestato solo a me?
Mio padre è deceduto alle ore 21 nel mese di dicembre e durante la notte ho fatto un bonifico, dal suo conto cointestato con me, sul mio conto corrente per dar fronte alle spese del funerale. Volevo sapere se avendo fatto il bonifico ho accettato automaticamente l'eredità oppure posso ancora accettare l'eredità con inventario o rinunciare. ...

Conto corrente cointestato a firma disgiunta fra debitore defunto e coniuge - Accettazione tacita dell'eredità
Io e mia madre in data novembre 2017 abbiamo rinunciato all'eredità di mio padre, causa rilevanti debiti con l'agenzia delle entrate. Al fine di bloccare il conto corrente cointestato (50% mia mamma / 50 % mio papà) sul quale veniva accreditata mensilmente la pensione di mio padre, mia madre ha dovuto firmare dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà per dichiararsi chiamata all'eredità/erede. Detto ciò, sia io che mia madre abbiamo poi dovuto firmare in banca un documento attestante la richiesta di chiusura del conto. Sottolineo che tutto ciò è stato fatto al fine di evitare che la pensione fosse erogata su ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Successione – Importo trasferito con bonifico da conto esclusivo del defunto a conto cointestato con il defunto risulta addebitato nel conto corrente di origine ma non ancora accreditato in quello di destinazione