Spese di cancellazione di ipoteca a seguito della sentenza del giudice che ha stabilito l’intervenuta prescrizione di un credito azionato dal Concessionario della Riscossione

Mia moglie, in qualità di erede, ha impugnato alcune cartelle esattoriali del defunto padre: il giudice ha sentenziato l’insussistenza del debito a causa della prescrizione delle cartelle.
L’importo non è quindi dovuto. Chi deve pagare il costo della cancellazione dell’ipoteca che Equitalia aveva iscritto? Agenzia delle Entrate Riscossione (AdER ex Equitalia) o mia moglie?

Se il debito è stato annullato per intervenuta prescrizione ciò significa che il debito è stato originariamente certo, liquido ed esigibile.

Quindi, se l’iscrizione ipotecaria è stata effettuata dal Concessionario della riscossione prima della scadenza del termine ultimo di prescrizione, quando il credito azionato era certo, liquido ed esigibile, le spese di cancellazione gravano sul debitore, previa esibizione alla Conservatoria dei Pubblici Registri Immobiliari della quietanza rilasciata dal Concessionario (o della sentenza).

Se, invece, l’iscrizione ipotecaria è stata effettuata dal Concessionario della riscossione dopo la scadenza del termine ultimo di prescrizione, quando cioè il debito risultava già prescritto, allora alla cancellazione dell’ipoteca a alle relative spese deve provvedere il Concessionario che ha iscritto ipoteca immobiliare in base ad un credito inesigibile.

24 Novembre 2022 · Paolo Rastelli



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti