Società srl in liquidazione e contenzioso giudiziale in corso – Chi risponderà di una eventuale sentenza sfavorevole?

Ad oggi sono socio con altre 3 persone di una srl in fase di liquidazione dovuta purtroppo alla scomparsa prematura di una socia: la società ha ad oggi un causa civile presso il tribunale ancora alla prima udienza, si pensa che la sentenza definitiva ci sarà tra 4/5 anni. La causa la subiamo con la richiesta di 60 mila euro, soldi che non ci sono in cassa e non verranno divisi utili. Possiamo liquidare ugualmente la società? Se perdiamo con società liquidata i soci dovranno pagare o ne risponde sempre la società per il capitale sociale? Se rimane il liquidazione chi ne risponde?

I debiti di una qualsiasi società, dopo la liquidazione e la conseguente cancellazione della stessa dal registro delle imprese, si trasferiscono in capo a dei successori e, pertanto, la previsione di chiamata in responsabilità dei soci operata dall’articolo 2495 del codice civile, implica un meccanismo di tipo successorio, nell’intento d’impedire che la società debitrice possa, con un proprio comportamento unilaterale, che sfugge al controllo del creditore, espropriare quest’ultimo del suo diritto. Questo risultato si realizza appieno solo se si riconosce che i debiti non liquidati della società estinta si trasferiscono in capo ai soci, salvo i limiti di responsabilità nella medesima norma indicati.

L’articolo 2495 del codice civile, comma 2, infatti, prevede – dopo aver rammentato che la cancellazione della società dal registro delle imprese ne determina l’estinzione (ferma restando l’estinzione della società) – che dopo la cancellazione i creditori sociali non soddisfatti possono far valere i loro crediti nei confronti dei soci, fino alla concorrenza delle somme da questi riscosse in base al bilancio finale di liquidazione.

La responsabilità dei soci per le obbligazioni sociali di una società a responsabilità limitata non assolte è limitata alla parte da ciascuno di essi conseguita nella distribuzione dell’attivo risultante dal bilancio di liquidazione della società. Il creditore, il quale intenda agire nei confronti del socio, è tenuto a dimostrare che in base al bilancio finale di liquidazione, vi sia stata la distribuzione dell’attivo risultante dal bilancio medesimo e che una quota di tale attivo sia stata dal socio riscossa.

In conclusione, vale il il principio di diritto secondo il quale, in tema di effetti della cancellazione di società di capitali (e la srl è una società di capitali) dal registro delle imprese nei confronti dei creditori sociali insoddisfatti, ferma comunque la legittimazione dei soci in quanto successori della società estinta, dei cui debiti essi rispondono secondo lo statuto della propria responsabilità, il disposto dell’articolo 2495, comma 2, del codice civile, implica che, rispondendo i soci nei limiti di quanto riscosso a seguito della liquidazione, grava sul creditore l’onere della prova circa la distribuzione dell’attivo sociale e la riscossione di una quota di esso in base al bilancio finale di liquidazione.

Il principio di diritto appena esposto è stato trasfuso nella sentenza della Corte di cassazione 31933/2019.

Pertanto, i soci della srl risponderanno dell’eventuale sentenza sfavorevole che assegnerà al ricorrente la somma di 60 mila euro condannando la srl, ciascuno nella misura pari a quanto ricevuto in fase di liquidazione: il problema, inoltre, si porrà quando la sentenza passerà in giudicato, oppure, quando il giudice deciderà per la provvisoria esecuzione della sentenza eventualmente appellata in un grado di giudizio superiore.

8 Gennaio 2020 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Causa persa con una srl in liquidazione - Chi pagherà il risarcimento danni disposto dal giudice?
Sono liquidatore e prima amministratore di una srl in liquidazione: la società ha perso una causa ed è stata condannata al risarcimento di 40 mila euro. In cassa non ho nulla è i soci non hanno diviso nessun utile. Chi deve pagare questo debito? Leggendo il dlgs 14/2019 sembrerebbe che ormai la responsabilità limitata non esiste più, ho sbagliato a non chiudere la società? Magari dovevo fare bilancio finale è non aspettare la fine della causa. Naturalmente ho l'appello davanti a me ma non si che fare. ...

Amministratore unico di SRLS piena di debiti - Cosa succede mettendo in liquidazione la società?
Ho aperto da 7 mesi un negozio in franchising, per aprirlo ho avuto accesso al microcredito commerciale per una somma di 25 mila euro, ho pagato fino ad ora tutto quanto, comprese le rate del microcredito, attualmente però ho una forte crisi di liquidità e non riesco a pagare più niente. Se metto la società in liquidazione non potendo più pagare la rata del microcredito cosa mi può succedere? Io non ho più soldi, e non so più veramente cosa fare. Non ho nulla intestato a me, vivo ancora con mia madre. ...

Legittima la segnalazione in centrale rischi mentre è in corso un contenzioso giudiziale?
Premesso che abbiamo una SNC 2 soci in liquidazione da dicembre 2016 ed io sono il liquidatore. Abbiamo 3 banche: - la prima con finanziamento chirografario (rate in pari) e fido cassa di 1800 euro (che scala di 200 euro ogni mese). - la seconda quella con l'esposizione maggiore con mutuo con ipoteche di 2 grado sulle rispettive prime abitazioni (rate in pari) e fido ipotecario di 30.000 euro "piantato" al 99% della capienza. Con questa banca siamo in causa per usura. - la terza con debito residuo di un finanziamento per euro 9000, con cui era partito un piano ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Società srl in liquidazione e contenzioso giudiziale in corso – Chi risponderà di una eventuale sentenza sfavorevole?