Smarrimento ricevute pagamento


Attenzione » il contenuto di questa discussione è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Da un contratto di locazione di anni quatto per un appartamento che si è rinnovato tacitamente per altri quatto anni, il locatore è deceduto. Gli eredi che hanno inteso proseguire la locazione hanno richiesto al sottoscritto conduttore di mostrare tutte le ricevute per cinque anni retroattivi cioè ad iniziare dal 2016 compreso. Controllando tutte le ricevute ho riscontrato complete ricevute per tutti i 12 mesi e per tutti gli anni dal 2016 eccetto che per il 2017, completi dodici mesi, poiché le ricevute erano spillate insieme. A memoria ricordo che le ricevute retroattive vennero presentate per una richiesta al Comune. Ora non potendo dare dimostrato pagamento dovrò riversare i canoni per i dodici mesi e, volendo dal locatore, anche degli interessi? Nonché può essere motivo di risoluzione del contratto?

Lei, periodicamente, riciccia con questo quesito: forse non ha letto questa risposta e quest’altra o, forse, non gradisce le risposte fornite.

Ci spiace, ma non sappiamo fare di meglio.

La prossima volta, a fronte dell’ennesima riproposizione del medesimo quesito, cancelleremo il topic senza alcun preavviso.

Per risolvere unilateralmente il contratto o pretendere i canoni per cui il conduttore non riesce ad esibire ricevuta, il locatore dovrà chiedere al giudice l’accertamento della morosità (e poi l’ingiunzione di sfratto).

21 Giugno 2021 · Simone di Saintjust



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti