Sfratto


Sto provando a sfrattare un personaggio che mi paga l’affitto quanto e quando vuole: tra i suoi alti e bassi, questo artista ha dimenticato di pagarmi 200 euro in meno di cauzione e l’affitto di € 600 del mese di settembre 2019 e € 100 di non ricordo quale mensilità.
L’avvocato mi dice di lasciar perdere e di incassare quello che mi “paga disordinatamente” fino alla prima scadenza contrattuale fra due anni e mezzo..??
Io non ho voglia di aspettare e mi chiedevo se potessi usare la motivazione che a mio figlio serve la casa per andarci a vivere per sue esigenze personali ( tra l’altro lui è proprietario dell’immobile insieme alla sorella già sposata ) e ci andrebbe davvero a vivere facendo residenza .
Pensate che con questo escamotage riuscirei ad accelerare la “dipartita di questo artista”? E quali vie dovrei prendere per attuarla ?
Vi ringrazio Arturo

Nessuno meglio dell’avvocato a cui si è rivolto conosce la situazione che la riguarda e le possibili soluzioni: è a lui, pertanto, che vanno rivolte le domande qui poste.

Noi possiamo solo aggiungere che se non si ha voglia di subire gli alti e bassi dell’artista inquilino, ci si pensa prima, chiedendo, ad esempio, una fideiussione bancaria a carico del conduttore ed a favore del locatore a prima richiesta finalizzata a coprire eventuali morosità per un certo numero di mesi.

Certamente, trovare un inquilino disponibile a queste condizioni è più difficile, ma non si può pretendere tutto dalla vita.

1 Febbraio 2021 · Annapaola Ferri



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?