Separazione e assegno divorzile

Attenzione » il contenuto di questa discussione è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Salve, sono in procinto, dopo solo un anno di matrimonio, di divorziare da mia moglie, nullatenente e nullafacente ora io guadagno circa 1300€ al mese ed ho una casa in comproprietà con mio fratello, mi devo aspettare che le verrà assegnato un assegno divorzile?
Se si di quale entità ?

Le abbiamo già risposto qui.

17 Gennaio 2020 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Separazione » No all'assegno divorzile se ex moglie si può permettere il mercedes
No all'assegno divorzile se l'ex coniuge si può permettere un'auto di lusso in leasing. L'uso di una vettura di grossa cilindrata è indicativo di una situazione di benessere. Infatti, non spetta l'assegno divorzile all'ex coniuge che acquisisca in leasing un'autovettura di lusso. L'uso di un'auto di grossa cilindrata dimostra l'insussistenza di una situazione reddituale che legittimi l'assegno divorzile al coniuge che ne fa richiesta. Questo è, riassunto brevemente, l'orientamento espresso dalla Suprema Corte con sentenza 129/2013. Assegno divorzile negato alla moglie che acquista auto di lusso: Considerazioni sulla pronuncia Niente assegno divorzile alla ex moglie che sostiene di non potersi ...

Mantenimento » Dopo separazione ex coniuge diventa ricco? Non aumenta l'assegno divorzile
In tema di mantenimento, se l'ex marito diventa benestante, successivamente la sentenza di divorzio, l'ex consorte non ha diritto ad un aumento dell'assegno divorzile. Bisogna tener conto, infatti, nella determinazione dell'assegno divorzile, degli eventuali miglioramenti della situazione del coniuge, nei cui confronti si chieda l'assegno, qualora costituiscano sviluppi naturali e prevedibili dell'attività svolta durante il matrimonio. Al contrario, non possono essere valutati i miglioramenti che scaturiscano da eventi autonomi e aventi carattere di eccezionalità. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 5132/14. ...

Criteri generali per la determinazione dell'assegno divorzile » Quanto incide la proprietà della casa del coniuge obbligato?
Sono in procinto, dopo solo due anni, di divorziare con mia moglie nullatenente e nulla facente, posso sapere quali sono i criteri con cui si calcola l'assegno divorzile? Negli anni del matrimonio ho sempre lavorato e percepito uno stipendio e sono proprietario di con mia sorella di un appartamento. ...