Segnalazione nei Sistemi di Informazioni creditizie (SIC) e prestito rifiutato


Le banche dati interne delle finanziarie, quando registrano un rifiuto di un prestito richiesto da tizio, in futuro, gli risulterà anche il motivo dell’eventuale rifiuto registrato? Mi spiego meglio, In passato ho avuto dei ritardi nei pagamenti di un prestito, preso dalla necessità di dover chiedere una somma di denaro per alcune spese improvvise, mi rivolsi alla società di cui non ero mai stato cliente. La finanziaria in questione rifiutava automaticamente la richiesta di prestito poiché stavo segnalato nei sic dalla società y. Ad oggi, mi ritrovo con un buon credit score, ho all’attivo una sola carta di credito a saldo registrata nella CRIF che rimborso regolarmente. Se torno a richiedere un prestito alla società Y, sarebbe sicuramente un rifiuto automatico?

Se nella fase istruttoria, il richiedente il prestito risulta censito in un Sistema di Informazioni Creditizie (SIC) il diniego non è automatico, ma molto difficilmente il prestito richiesto verrà erogato.

Inoltre, da quanto si legge nel quesito, c’è una disinformazione evidente: i SIC sono basi di dati centralizzate a cui banche e società aderiscono e sono gestite da società esterne, nel senso che non risponde al vero il fatto che ciascuna finanziaria abbia un proprio SIC: insomma le finanziarie non hanno banche dati interne se non (talvolta) quelle occulte, non ufficiali.

In altre parole, può darsi benissimo che entrambe le finanziarie X e Y, aderiscano al medesimo SIC.

31 Gennaio 2022 · Ornella De Bellis



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Segnalazione nei Sistemi di Informazioni creditizie (SIC) e prestito rifiutato