Accordo transattivo a saldo stralcio – Il cessionario mi chiede 250 euro per un giorno di ritardo nell’accredito della seconda rata


Il cessionario mi chiede 250 euro per un giorno di ritardo nell'accredito della seconda rata





Ho raggiunto un accordo con il recupero crediti per un saldo e stralcio al 20%: due pagamenti effettuati come da loro richiesta, il primo pagamento una settimana prima della scadenza, il secondo, con scadenza 5/12/21 è stato eseguito tramite home banking il 4/12/21, quindi il giorno prima – Tuttavia, da settimane un’ altra agenzia di recupero crediti mi tormenta, chiedendomi la somma di € 250 perché a loro dire il pagamento è andato in valuta il 6, quindi secondo loro è stato pagato in ritardo.

È una procedura legittima ?
Grazie infinite per la risposta che vorrete darmi.

La cosa migliore da fare è non rispondere alla pretesa: quella che andrebbe fatta è mandare i richiedenti cortesemente a quel paese.

Li voglio vedere chiedere al giudice 250 euro di mora per un giorno di valuta: andrebbero denunciati per tentativo di estorsione (dovrebbero dimostrare l’intervenuta cessione del credito di 250 euro) e applicazione di interessi usurari, altroché.

9 Marzo 2022 · Ludmilla Karadzic


Se il post è stato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!




Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » Accordo transattivo a saldo stralcio – Il cessionario mi chiede 250 euro per un giorno di ritardo nell’accredito della seconda rata. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.