Rinuncia all’eredità e contratto di locazione

Mio padre è defunto un mese fa e abitava in affitto da solo: un avvocato mi ha detto di non toccare più nulla e non pagare nulla in vista della rinuncia all’eredità, però ho il padrone della casa in cui stava mio padre che vuole sapere quando potrà riavere l’appartamento. Come devo comportarmi? Quali doveri permangono per me nei confronti del padrone di casa di mio padre? Premetto che mio padre ha reso quell’appartamento fatiscente e renderlo nuovamente abitabile mi verrebbe a costare una fortuna, considerando inoltre che il mobilio era del padrone di casa.

Se lei ha intenzione di rinunciare all’eredità di suo padre (anche se inesistente per quanto riguarda eventuali sopravvenienze attive) le conviene seguire i consigli dell’avvocato: in questo modo non sarà tenuto a rispettare eventuali obblighi assunte dal de cuius (compreso il rimborso di prestiti erogati a favore del defunto).

Peraltro, nemmeno le potrebbe interessare l’accettazione dell’eredità per fruire della successione nel contratto di locazione dell’appartamento: la Corte di cassazione (sentenza 3074/1955) ha stabilito, infatti, che gli eredi del conduttore possono subentrare nel rapporto locativo solo se con quest’ultimo conviventi.

Le sarà sufficiente riferire al padrone della casa che fu locata da suo padre che lei ha alcuna intenzione di rinunciare formalmente all’eredità (o che vi ha già rinunciato) e che, pertanto, non ha nessun obbligo per gli impegni assunti dal suo genitore.

Al massimo potrà prelevare dalla casa abitata dal defunto, qualche oggetto/ricordo di valore assolutamente affettivo e non venale.

18 Settembre 2020 · Roberto Petrella

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Rinuncia eredità e canoni di locazione del de cuius
Mio padre è deceduto lasciando una casa indivisa tra lui e mia sorella e un locale in affitto. Io vorrei rinunciare all'eredità, solamente che vivo in questa casa indivisa, ed i soldi dell'affitto arrivano sul mio conto. Devo inviare subito una lettera al conduttore per far mandare i canoni di locazione su un altro conto corrente o chiedendo di accantonarli in attesta della rinuncia? per la casa come devo comportarmi? si configurerebbe altrimenti accettazione tacita. ...

Opposizione al decreto ingiuntivo per contenzioso su contratto di locazione
Vorrei far valere le mie ragioni in quanto il mio ex padrone di casa pretende il pagamento dell'ultimo affitto e delle restanti spese condominiali (1300 euro) pur avendo stipulato una polizza assicurativa (al posto dei mesi di cauzione) alla firma del contratto di locazione, che lo tutelava dagli affitti non pagati. Non ho la possibilità economica di andare da un avvocato ed ho 40 giorni di tempo per oppormi. Come posso tutelarmi in modo autonomo presentando l'opposizione al giudice di pace senza un avvocato? ...

Rinuncia eredità e debito per morosità dei canoni di locazione di un alloggio comunale - Ma ci dicono che mia sorella, anche con la rinuncia, resterà obbligata
Mia madre è deceduta lasciando un debito nei confronti dell'amministrazione comunale per canone di locazione e spese condominiali dell'abitazione comunale in cui risiedeva con mia sorella. Io e mia sorella effettueremo la rinuncia a debiti e crediti (non ci sono altri fratelli/sorelle). In comune ci hanno detto che nonostante la rinuncia, il debito lasciato da mia madre ricadrà comunque su mia sorella, che naturalmente ne era all'oscuro. C'è modo di evitare di dover pagare questo debito non suo? ...

Dove mi trovo?