Rinuncia alla donazione – I creditori del rinunciante possono opporsi alla rinuncia del loro debitore?

Ho un grosso debito con agenzia delle entrate con conseguente pignoramento dello stipendio e non posseggo niente: dieci anni fa mia madre ha donato un appartamento a mia sorella. Ora mia sorella vorrebbe venderlo ma il compratore esige la mia rinuncia.

Se viene redatto un atto con la mia rinuncia a qualsiasi pretesa sulla donazione pregressa l’Agenzia delle Entrate potrebbe intervenire?

Nella situazione esposta il creditore del rinunciante potrebbe avvelarsi di quanto disposto dall’articolo 2900 del codice civile: il creditore, per assicurare che siano soddisfatte o conservate le sue ragioni, può esercitare i diritti e le azioni che spettano verso i terzi al proprio debitore e che questi trascura di esercitare.

In pratica al decesso della madre, il creditore del figlio potrebbe agire con azione di riduzione dell’eredità nei confronti della sorella, affinché quest’ultima restituisca al fratello (e quindi al creditore che ne fa le veci) 1/3 del valore di alienazione dell’immobile (considerata la quota a disposizione della defunta pari ad 1/3 che poteva essere liberamente destinata alla figlia con la donazione).

26 Aprile 2021 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Impugnazione della rinuncia all'eredità - E' necessario che il patrimonio personale del debitore rinunciante non sia sufficiente a soddisfare i propri creditori
Un signore che ha un patrimonio consistente in terreni e fabbricati per un valore di euro 500 mila, rinuncia all'eredità della madre perchè indebitato con Agenzia delle Entrate Riscossione (ADER) per debiti di euro 250 mila di cui la stessa ha anche iscritto ipoteca. Può ADER, nonostante lui sia capiente, impugnare la rinuncia all'eredità? ...

Rinuncia all'eredità – i creditori possono accettare l'eredità in nome e luogo del rinunciante debitore
Salve, siamo tre eredi che dovremmo accettare l'eredità dei nostri genitori deceduti. Mio fratello vorrebbe passarmi i suoi diritti dell'eredità, perchè lui era amministratore unico di una SRL, alla quale da poco è stata presentata una istanza di fallimento. Vorrei sapere se i suoi diritti all'eredità li posso accettare e come, e se durante la procedura fallimentare fatta alla società, farebbere una procedura per accertata responsabilità all'amministratore,io cosa andrei incontro per l'eredità… Grazie,spero di essere stata chiara. Ci avevano già pensato altri, ma i creditori dei chiamati all'eredità che abbiano rinunciato possono farsi autorizzare entro 5 anni dalla rinuncia ad ...

I creditori possono impugnare la rinuncia all'eredità effettuata dal chiamato debitore anche se al tempo i pagamenti a servizio del debito erano regolari?
Tre anni fa ho rinunciato all'eredità di mio padre in favore di mio fratello per motivi familiari: in seguito ho avuto difficoltà economiche e non ho potuto più pagare dei debiti alla banca. Non ho a tutt'oggi ricevuto decreto ingiuntivo alcuno, però leggevo che i creditori potrebbero chiedere l'annullamento di tale rinuncia, è corretto? Preciso che al momento della rinuncia all'eredità non avevo alcun ritardo nei pagamenti delle rate, la morosità è sopraggiunta solo dopo circa 1 anno; inoltre la casa alla quale ho rinunciato (una quota) è stata ereditata da mio fratello, il quale ha fatto un atto di ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rinuncia alla donazione – I creditori del rinunciante possono opporsi alla rinuncia del loro debitore?