Rintraccio conti correnti dell’intestatario defunto


Società specializzate effettuano indagini patrimoniali per ricercare conti correnti rimasti inattivi e/o intestati a soggetti deceduti da tempo





Corrisponde al vero che dopo il termine di anni 10, è impossibile rintracciare/verificare i C/C del De Cuius perchè la Banca è tenuta a trattenere eventuali somme? Ci può essere un’altra via di verifica?

Corrisponde al vero che chi non sia l’intestatario o un erede di questi, non può esigere dalla banca estratti di un conto corrente (o di una carta prepagata con IBAN, o di un conto di deposito titoli) che risalgono a più di dieci anni all’indietro, dalla data della richiesta.

Corrisponde al vero che un conto corrente (o una carta prepagata con IBAN, o un conto di deposito titoli) con un saldo attivo di almeno 100 euro, che non registra alcun movimento per 10 anni consecutivi, diventa dormiente, il che vuol dire che i soldi confluiscono nel Fondo Rapporti Dormienti gestito da CONSAP, a cui chi è legittimato (l’intestatario o un erede) deve rivolgersi per ottenerne il rimborso del saldo attivo.

Corrisponde al vero che sul mercato operano numerose società specializzate (contattabili anche via web) che effettuano indagini patrimoniali finalizzate a ricercare conti correnti rimasti inattivi e intestati a soggetti deceduti (anche da numerosi anni).

21 Luglio 2021 · Simonetta Folliero


Se il post è stato interessante, condividilo con il tuo account Facebook

condividi su FB

    

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it




Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!




Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » Rintraccio conti correnti dell’intestatario defunto. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.